developed and seo specialist Franco Danese

#14 La lettura dell’estate. Attorno al mondo su una barca di 6,50 metri. Il Grande Sud (il Grande Oceano Australe) / 5

In paradiso, senza skipper, 7 giorni, a meno di 1.500 euro
18 agosto 2016
Beccaria Beccaria, tutti i francesi spazza via! Super Ambrogio in oceano!
19 agosto 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Schermata 2016-08-03 alle 12.13.49

Il giorno dopo Romain mi comunica che devo salire di latitudine per evitare il grosso di una nuova bassa pressione. Il 28 gennaio una grossa alga s’incastra nella pala del timone di dritta. La libe- ro con il mezzo marinaio. L’indomani Romain mi comunica le previsioni per domenica prossima. Non ci sono buone notizie. “Aless, questa giornata di dome- nica sarà dura. Grossa depressione. Rag- giungerà i 946 hPa. Rotta a Nord, per cercare di evitare questa cattiva depressio- ne. Più sali meglio è, lo sai bene. Nuovo WP 42°S30’/106°E30’. è importante. Confermami il Way Point”

E domenica 31 gennaio la tempesta arriva, puntuale come previsto. In poco tempo il vento supera i 40 nodi, le onde oltre i dieci metri. Tengo issata la sola tormentina che a volte devo ammainare per avanzare a secco di tela.

Il sole è freddo, nascosto com’è dalle nuvole. L’oceano gonfio, scuro, glaciale. Le onde imponenti. Sembra di navigare tra ripide colline d’acqua. Il vento freddo mi porta a cercare spesso riparo sottocoperta e a preparare del tè o del caffè caldo.
Schermata 2016-08-03 alle 12.19.18

Il 2 febbraio doppio Cape Leeuwin. Nei giorni che seguono e per circa una settimana il vento è molto variabile, tra 10 e 30 nodi, ma il mare più regolare dell’ultimo periodo. Posso così dedicarmi ad una serie di lavori che ho lasciato in sospe- so a causa del maltempo. Trascorro le giornate a governare la barca, riparare le vele che continuano a squarciarsi ed a “dissolversi” senza sosta, ripristinare i contatti della maggior parte dei pannelli fotovoltaici di bordo, pulire i ricambi di abbigliamento sporchi, mettere ordine tra i viveri. La na- vigazione è piacevole e mi consente di dedicarmi con più attenzione alla preparazione dei pasti.

Schermata 2016-08-03 alle 12.22.13È importante riuscire periodicamente a ricreare dei mo- menti di calma, di “normalità”, magari dei momenti che ricordino la vita a terra. Per far ciò basta anche riuscire a la- varsi, asciugarsi per bene, radersi, cambiare gli indumenti da utilizzare come sotto muta, nutrirsi bene e con gli alimenti preferiti, idratarsi correttamente e soprattutto recuperare il sonno perduto. Anche quando le cattive condizioni mete- orologiche non consentono di fare tutto ciò, mi sforzo di metterne in pratica anche solo una parte, il che basta, spes- so, a diminuire le difficoltà di vita a bordo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi