developed and seo specialist Franco Danese

#13 La lettura dell’estate. Attorno al mondo su una barca di 6,50 metri. Il Grande Sud (il Grande Oceano Australe) / 4

TEST – Grand Soleil 58 Performance, un superyacht di 18 metri
17 agosto 2016
-2 alla VELA Cup – Trofeo Mario Formenton: pronti a sfidare le barche mitiche?
18 agosto 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

La sera il vento rinforza ancora. Poi il buio inghiotte ogni cosa e penetra nei miei pensieri. Decido che è tempo di rientrare sot- tocoperta al riparo dai marosi. Le onde divengono minacciose, i frangenti urlano grida di guerra prima di colpire lo scafo con un colpo profondo, un tonfo sordo, un botto, uno schianto.
Schermata 2016-08-03 alle 11.46.53

Mi trovo così, in un istante, proiettato dall’altro lato dell’abitacolo con tutto quanto è rimasto in giro, non rizzato, addosso. Un frangente ha appena coricato la barca a più di 60 gradi sul lato di dritta. Pochi secondi dopo lo scafo ha ripreso la sua corsa ed il pilota automatico il suo lavoro, affrontando questa notte di burrasca.

Schermata 2016-08-03 alle 11.51.14Il 23 gennaio il vento non accenna a diminuire e la superficie dell’oceano è sempre più irregolare, le onde più ripide, gon- fie e alte oltre 5 metri, incrociate. Non è semplice riposare e anche preparare da mangiare diviene complicato. Il maltem- po continua, senza sosta e l’indomani l’oceano è sempre più caotico, le onde più grosse. Una delle cose più dure in una navigazione su una barca così piccola è la mancanza di spa- zio. Sarebbe tutto più semplice se vi fosse l’altezza d’uomo o anche avere un metro in più in lunghezza.

Il 25 gennaio il vento rimane tra 20 e 30 nodi da W/SW. Na- vigo con il genoa soltanto o con genoa e code zero a farfalla. La barca parte spesso in surf a 9, 10 nodi fino a raggiungere i 14 nodi. È il primo pomeriggio quando, improvvisamente, un frangente investe lo scafo da sinistra facendo sbandare la barca di circa 45 gradi.

26 gennaio: dalle Effemeridi nautiche ap- prendo che oggi vi sarà un’eclisse anulare di sole. La mattina il vento sale a quasi trenta nodi e ci sono grossi frangenti. Il cielo è nuvoloso e non mi consente di os- servare l’eclisse, noto soltanto una dimi- nuzione dell’intensità luminosa. L’oceano è in tempesta. Mi trovo all’in- terno della barca, intento ad inviare al- cuni messaggi con il telefono satellitare, quando la barca viene messa di traverso da un’onda e coricata con violenza. La te- sta d’albero finisce in acqua. Dopo alcuni secondi la barca si raddrizza e riprende la sua corsa nel cavo delle onde. Esco in pozzetto per constatare i danni.

Non sembra sia successo nulla di grave, ma si è rotto il segnavento di testa d’albero ed il riflettore radar penzola.

2 Comments

  1. Giuseppe ha detto:

    Salve,
    non riesco a trovare la puntata 12.

    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi