developed and seo specialist Franco Danese

Ecco cosa dicono di noi: VELAFestival, la voglia di condividere una passione

Cari maschietti, vi piacerebbe avere a bordo un equipaggio così!
23 luglio 2016
E’ online la bacheca con i partecipanti e i veterani della VELA Cup Summer. Scopri le barche protagoniste
24 luglio 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Vogliamo condividere con voi una bella intervista del giornalista Fabio Pozzo al direttore del Giornale della Vela Luca Oriani uscita sulla lastampa.it. Si parla un po’ di tutto: dalla riconferma dell’evento di S. Margherita Ligure alle oltre 200 barche alla veleggiata, dal bolide SuperNikka allo scafo timonato da una novantenne… buona lettura

tag-heuer-velafestival-2016-la-festa-del-mare-cornice-perfetta-per-la-vela-cup_9566-kjzC-U1080331073162s5D-1024x576@LaStampa.it

“Vuole noleggiare una barca a vela per il ponte del 2 giugno? Guardi, se ne avessimo avute 50 le avremmo piazzate tutte. Non c’è una sola barca di dimensioni medie da noleggiare in buona parte della Liguria di levante e la Toscana”. Così un operatore ligure. Vorrà dire qualcosa?
Torniamo al primo weekend dopo il Primo maggio: a Santa Margherita Ligure c’erano 210 barche in acqua per la VELA Cup, la veleggiata organizzata dal Giornale della Vela nell’ambito del suo VelaFestival. E tante, ma tante persone in banchina. Vorrà dire qualcosa?

Effetto Velafestival
Con Luca Oriani, il direttore del Giornale della vela, ne parliamo da tempo. C’è tanta voglia di vela in Italia. Vela pop, che va ad accompagnare l’interesse per le punte d’eccellenza che rappresentano il made in Italy nel mondo, come il 70 metri “Sybaris” appena varato da Perini Navi.
Prendiamo il VelaFestival, cartina di tornasole. L’ho visto debuttare a Livorno, proseguire a Genova nell’ambito del complesso fieristico che ospita il Salone nautico, consolidarsi a Santa Margherita Ligure. Quest’anno, alla sua seconda edizione, la formula ha dimostrato che i calcoli non erano sbagliati.

Oriani, cominciamo con i numeri
“Abbiamo avuto 210 barche alla Velacup, un record per il golfo del Tigullio. Che sono salite a 350, contando quelle esposte e all’ormeggio. Significa circa 3 mila velisti, marinai, appassionati, più o meno”.

Parliamo di barche
“In regata avevamo la barca top, come SuperNikka, il velista mostro sacro come Mauro Pelaschier, ma anche scafi condotti da una skipper di 92 anni o con un equipaggio che comprendeva anche un bimbo di 6 mesi. Il mondo della vela è questo. Era questo. Poi, si è voluto cercare un’immagine esclusiva, ma la verità è che la vela è contaminazione. Barche e velisti d’ogni tipo e d’ogni estrazione e livello. Con la passione come collante”.

Il Velista dell’anno: da sinistra, Mauro Pelaschier, Giancarlo Pedote (il vincitore dell’edizione 2016), Roberto Beccari direttore generale di Tag Heuer Italia e Luca Oriani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi