Poco spazio in porto? Risolvi i problemi con un… colpo di coda!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

portoincasinatissimo

Prima di tutto una precisazione: ricordate sempre che quando si manovra a motore con una barca a vela, non si sposta la prua, ma la poppa. Tenetelo sempre a mente, così vi sarà più semplice comprendere “il colpo di coda”!

COLPO_DI_CODACOME RADDRIZZARE LA BARCA
Con barca ferma, date un piccolo colpo di motore marcia avanti, spingendo a fondo il timone. La barca non avanzerà molto, in compenso il flusso dell’elica, deviato dalla pala del timone, sposterà la poppa. Questo è il colpo di coda, che potete utilizzare per raddrizzare la barca.

Facciamo un esempio. Siete fermi, col vento in poppa. Con un piccolo colpo di coda la barca praticamente non avanza, ma il movimento della poppa la sposta dall’asse del vento. Dosando a questo punto la marcia indietro, la stabilizzerete e la rimetterete nel letto del vento. Avrete così ottenuto una traslazione laterale.

CLICCATE SULLE IMMAGINI PER SCOPRIRE LA MANOVRA CORRETTA

 

come girare sul posto in uno spazio ridotto 1. Si entra prua al vento. 2. Poggiate leggermente per allontanarvi dall’asse del vento. 3-4-5. Un colpo di motore a marcia indietro immobilizzerà la barca, mentre il vento continuerà a fare ruotare la prua. 6. Ora siete nuovamente liberi di manovrare.
COME GIRARE SUL POSTO IN UNO SPAZIO RIDOTTO 1. Si entra prua al vento. 2. Poggiate leggermente per allontanarvi dall’asse del vento. 3-4-5. Un colpo di motore a marcia indietro immobilizzerà la barca, mentre il vento continuerà a fare ruotare la prua. 6. Ora siete nuovamente liberi di manovrare.

Ricordate bene: il colpo di coda è possibile solo a marcia avanti. A marcia indietro infatti il flusso non colpisce direttamente il timone e la barca ha bisogno di uno spazio maggiore per manovrare. Qui sotto invece eccovi un trucchetto per manovrare in uno spazio molto ridotto, compiendo una serie di manovre facendovi aiutare dal vento: ricordate che proprio il vento sposta sempre prima la prua (più leggera) della poppa.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

4 commenti su “Poco spazio in porto? Risolvi i problemi con un… colpo di coda!”

  1. M.D.Marco Forte

    Peccato che nel magico settore della vela esistano persone cosi grossolane da non sapere rispondere in modo corretto ed educato nell’esprimere il proprio parere.

  2. Salvatore Uleri

    IL disegno delle figure 1-2-3 si adatta ad una elica destrorsa ma non ad una sinistrorsa. Per altro, concordo con quanto scritto da Marco Forte in merito al tono con cui Accardi ha espresso il suo parere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Adesso hai l’incentivo se compri un motore elettrico

  Arrivano gli incentivi per l’acquisto di un motore elettrico marino. Dopo anni di vane attese, lungaggini burocratiche e la sensazione di essere praticamente “invisibili” agli occhi del Governo in quella tanto sbandierata corsa alla “transizione ecologica”, finalmente anche per

Registrati



Accedi