developed and seo specialist Franco Danese

Ma… cosa… diavolo… è… successo???

Non hai ancora deciso cosa fare quest’estate? Vai in barca con grandi marinai!
25 giugno 2016
Poco spazio in porto? Risolvi i problemi con un… colpo di coda!
27 giugno 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Voiles D'Antibes 2016Ph: Guido Cantini / Sea&See.comSiamo in Costa Azzurra, dove è andata in scena la ventunesima edizione de Les Voiles d’Antibes, prima tappa nel Mediterraneo del Panerai Classic Yachts Challenge 2016. E siamo a bordo dell’unico 12 metri Stazza Internazionale perfettamente navigante nel Benelux, Zinita (lungo 20,04 metri e largo 3,63). Il marinaio della foto si è ritrovato, suo malgrado, a lasciare i panni del prodiere per vestire quelli di tuffatore acrobatico. Volete scoprire come sia stato possibile? Ve lo raccontiamo con una fotosequenza di pura adrenalina scattata da Guido Cantini nel numero di luglio del Giornale della Vela, in edicola e in digitale a partire da martedì prossimo!

Intanto sono bene accette le ipotesi, scrivete cosa è successo secondo voi in un bel commento, vi faremo sapere se ci avete azzeccato!

7 Comments

  1. Carlo ha detto:

    Ha rotto l’albero sopra alla prima crocetta…. la roba bassa é tutta ancora in tensione, quella alta tutta cadente, il prodiere era appoggiato al genoa o allo strallo e quindi si é trovato senza appoggio…. bravo e fortunatissimo il fotografo.

  2. Francesco Ciciriello ha detto:

    Albero spezzato, si vede il bomba in acqua con randa affosciata e lo strallo di prua con l’enorme genova cadere in acqua insieme al suo prodiere che probabilmente vi era appoggiato. Brutta esperienza

  3. jacopo ha detto:

    rotto lo strallo. la landa di attacco in testa
    bellissima barca di Fife

  4. FILIPPO RIDI ha detto:

    ROTTURA DELLO STRALLO DI PRUA !!

  5. Francesco ha detto:

    La landa si è strappata dallo scafo! Si vede a pruavia del tizio brizzolato 😉

    Ora.. Perché si è strappata? Non mi pare ci sia tanto vento, che la barca abbia inavvertitamente preso uno scoglio con la chiglia?!? Si spiegherebbe il colpo di frusta dell’albero che ha causato il cedimento della landa ..e pure lo sbilanciamento a prua del prodiere…

  6. Claudio ha detto:

    a mio parere, rottura dello strallo di prua. .. . il prodiere probabilmente si stava tenendo su quello . . . magari per controllare un incrocio. Strallo si rompe, la vela ovviamente lo porta violentemente in avanti, ed il prodiere perde l’equilibrio e cade.

  7. Franco Cecchelli ha detto:

    Rottura ancoraggio landa della sartia alta, si vede una parte della coperta sollevata. Da questo,rottura albero. Poiché’ sono vicini a terra è’ probabile che abbiano preso uno scoglio oli fondo. Il prodiere è’ stato sparato in avanti ed e’finito in mare. Come sta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi