In crociera spendendo pochissimo… grazie ai consigli di chi la sa lunga

little-sailboat-on-a-beach-at-sunset-6
Crociera. Tramonto d’estate. Grand Harbour Marina.
Sdraiati in pozzetto a sorseggiare martini dry con oliva, lo Chef, in punta di piedi, vi porge il menu della sera: i signori preferiscono cenare con aragosta in salsa rosa o branzino in crosta di sale? Ottoni lucidi, ponte tirato a specchio, ogni cosa al suo posto come le scarpe dell’equipaggio in fila per due sulla banchina. L’unica preoccupazione? Decidere a che ora mollare gli ormeggi? Meglio una veleggiata al chiaro di luna o partenza all’alba nella brezza pulviscolare del mattino? Mah…Tanto pensa a tutto lo skipper. Bene. Se la vostra priorità è “navigare in economia” dimenticate quanto avete appena letto perché sta per avere inizio un altro viaggio. Anche se, contrariamente a quanto si può pensare, risparmiare è un po’ come giocare: accorgimenti e piccole rinunce possono valere centinaia di euro e annullare le nevrosi quotidiane.

1950s PORTRAIT OF ELDERLY GRANNY PUTTING CHANGE IN PURSESE VOLETE RISPARMIARE
Stabilire un budget di partenza, organizzare la cassa comune e segnare ogni spesa su un quaderno dedicato sono tre piccole azioni che aiutano a mantenere il controllo. Se volete veleggiare senza troppo faticare un’ottima soluzione è adottare uno skipper/mozzo alla pari, ossia una persona desiderosa di fare esperienza nautica in cambio di vitto e alloggio. Sarà lui a pensare alle incombenze più noiose.

Evitare le Marine è il primo comandamento del diportista a budget limitato. In rada potrete godere a costo zero del lusso più sfrenato: natura, silenzio e la possibilità di sentirvi tutto con tutto.

Il rifornimento di gasolio è un’autentica spesa da tenere d’occhio, meglio usare il vento e le vele in cambio di tanto tempo a disposizione e niente orari da rispettare.

La spesa? Con l’elenco di ciò che serve veramente e solo a stomaco pieno. Mai fermarsi al primo negozio sul porto o nelle vie turistiche (i rincari superano il 50%). Prediligere botteghe e supermercati nelle zone più interne rispetto al lungomare. Per accorciare le distanze bici a bordo dotata di cassetta e borse. Utilissima per ogni necessità di trasporto senza costi aggiuntivi.

Ristorante no grazie. La piacevolezza di una cena cucinata a bordo e consumata in deshabillé in pozzetto, senza nessuno che invade il vostro spazio vitale con chiacchiere cacofoniche o attese estenuanti, è impagabile. Se proprio avete voglia di “uscire” non cedete alla lusinga di un locale di tendenza, scegliete osterie e taverne fuori dai percorsi preordinati.

Viva il baratto. Tenere in barca, birra, vino, sigarette, può rivelarsi fondamentale per i buoni rapporti non solo fra vicini di ormeggio ma anche per scambi di favori e ospitalità. Una notte ormeggiati a pacchetto, un approdo alla banchina della pompa di benzina. Provare per credere.

I guasti sempre in agguato sono la vera nota dolente per il portafogli. Tenere a portata di mano il manuale del bravo meccanico aiuta e se proprio siete negati, prima di affidarvi ai grandi service, privilegiate un operaio del posto, rintracciabile (in ogni parte del mondo) con l’efficacissimo passaparola: il risparmio è assicurato.

Stefania Mattioli

Schermata 2016-06-22 a 12.37.45CHI E’ STEFANIA MATIOLI
Stefania ha navigato per quasi quattro anni lungo tutto il Mediterraneo a bordo di una barca autocostruita a bordo di Barbagianni (un catamarano autocostruito nelle campagne cremonesi). Chi meglio di lei poteva dare i consigli giusti per mantenere sotto controllo il budget di bordo?


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “In crociera spendendo pochissimo… grazie ai consigli di chi la sa lunga”

  1. Complimenti….hai espresso con poche parole l’intendimento della “Liberta’”
    legata al vivere a contatto della natura portando anche al risparmio……
    Io sono un vecchio velista ed apprezzo il fatto che ci sono giovani che godono dell’andar per mare e soffermarsi in rada in contemplazione dei miracoli della natura.

    Un caloroso saluto e Buon vento.

    Jorgos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Presentazione Capsule AW 2023 Slam

Slam presenta i capi della nuova collezione Autunno-Inverno 2023

I nuovi capi della collezione Slam Autunno-Inverno 2023 sono stati presentati con un grande evento a Milano presieduto dall’Amministratore Delegato del marchio Enrico Chieffi. Entrano a far parte della collezione diversi capi di maglieria, tricot e adatti ad affrontare la

Torna su