developed and seo specialist Franco Danese

Dopo tanta attesa è finalmente in acqua: ecco l’X6, il nuovo 19 metri del cantiere danese X Yachts

Sei action camera per non perdere un solo secondo della vostra crociera
16 giugno 2016
Gratis per te un numero digitale del Giornale della Vela: scopri come averlo
16 giugno 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Schermata 2016-06-16 alle 11.24.51Si inserisce in scivolata nella combattutissima fascia dei luxury yacht di 20 metri, il nuovo X6, appena varato dal cantiere danese. Un modello molto atteso e che ha fatto molto parlare di sé negli ultimi anni per la sua capacità di unire il lusso della crociera alle elevate prestazioni della barca.
Per la prima uscita in acqua del nuovo bolide di X-Yachts niente sole ma un venticello costante intorno ai 10 nodi che ha garantito condizioni ideali per la prova. I testimoni a bordo raccontano di essere rimasti impressionati dalle velocità raggiunte dalla barca seppur con vento debole.
IMG_7769

La nuova ammiraglia Performance Cruiser è nata dalla matita di Niels Jeppesen e dal suo Design Office. Nella realizzazione di questo 60 piedi sono state mantenute le caratteristiche costruttive della linea Xp, con infusione sottovuoto in resina epossidica e rinforzi di carbonio localizzati per una maggiore rigidità e stabilità. L’obiettivo che si sono posti Jeppesen e X-Yachts è quello di ottenere una barca che, pur presentando gli stessi comfort offerti da un 60 piedi da crociera, sia dal 15 al 20% più leggera e, quindi, più performante.
Saranno molteplici le possibilità di personalizzazione, sia del layout esterno (che prevede il doppio timone) che degli interni. Anche il piano velico potrà subire notevoli customizzazioni: grande importanza è stata riservata, in fase progettuale, alla possibilità di condurre agevolmente la barca da soli e in equipaggio ridotto.

IMG_7786

TUGA RIALZATA
Caratteristica principale dell’X6 è la tuga rialzata, che oltre a creare un quadrato spazioso e luminoso (in virtù delle tante aperture) fa sì che il passaggio dal quadrato al pozzetto sia ancora più agevole. Ampia personalizzazione in coperta con la possibilità di montare bimini, sedili per il timoniere e molte altre comodità. A poppa un esteso garage consentirà l’alloggio del tender (a idrogetto di 3,2 metri). La scotta della randa potrà lavorare direttamente in pozzetto (a proposito: si può decidere se farlo con le sedute a “U” o a “L”) oppure lungo un arco di carbonio opzionale per una maggiore “pulizia” e sicurezza. La chiglia potrà essere dotata di bulbo a “L” o a “T”.

IMG_7818

TOTALMENTE CUSTOM
Queste sono solo alcune delle tantissime possibilità offerte dal cantiere. Si potrà intervenire sull’albero, sul boma (disponibile in modalità “Park Avenue”, per ammainarvi la randa all’interno), sui frulloni e ovviamente sui layout interni, che potranno essere a tre o quattro cabine con la possibilità di adibire lo spazio in eccesso ad area tecnica. Potrà essere predisposta anche una cabina per l’equipaggio con il proprio accesso dedicato.
www.italy.x-yachts.com

IMG_7773

1 Comment

  1. paolo semeraro ha detto:

    BELLA LA RANDA…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi