developed and seo specialist Franco Danese

Se non fosse una randa, cosa potrebbe essere? L’upcycling in barca a vela

VIDEO Intervista a Giancarlo Pedote, Il Velista dell’Anno 2016
14 maggio 2016
VIDEOINTERVISTA a Roberto Lacorte, premio TAG Heuer Performance
15 maggio 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

DSCF2614Quando si vuole indicare la trasformazione di un rifiuto in un nuovo oggetto, per mezzo della creatività, si usa il termine upcycling (diverso dal reciclo che prevede la trasformazione industriale del rifiuto in altro). La barca a vela è un vero regno dell’upcycling, da un lato perché c’è molto tempo in navigazione per dare sfogo alla creatività, dall’altro perché spesso si ha la necessità di aguzzare l’ingegno per trovare soluzioni non scontate ai problemi. Quando si naviga in mezzo all’oceano bisogna imparare ad arrangiarsi.
Ci siamo divertiti a immaginare in cosa potrebbe trasformarsi la randa una volta arrivata alla fine della sua primaria funzione di “motore” della barca a vela. Dividendola in sezioni di varie forme si possono ottenere accessori di grande utilità per la vita a bordo: dai tendalini per ripararsi dal sole alle borse per fare la spesa, dalla zanzariera alla sacca per il tender. Basta un po’ di creatività per ridare vita alla vostra cara vecchia vela.

Schermata 2016-05-13 alle 13.06.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi