Se non fosse una randa, cosa potrebbe essere? L’upcycling in barca a vela

DSCF2614Quando si vuole indicare la trasformazione di un rifiuto in un nuovo oggetto, per mezzo della creatività, si usa il termine upcycling (diverso dal reciclo che prevede la trasformazione industriale del rifiuto in altro). La barca a vela è un vero regno dell’upcycling, da un lato perché c’è molto tempo in navigazione per dare sfogo alla creatività, dall’altro perché spesso si ha la necessità di aguzzare l’ingegno per trovare soluzioni non scontate ai problemi. Quando si naviga in mezzo all’oceano bisogna imparare ad arrangiarsi.
Ci siamo divertiti a immaginare in cosa potrebbe trasformarsi la randa una volta arrivata alla fine della sua primaria funzione di “motore” della barca a vela. Dividendola in sezioni di varie forme si possono ottenere accessori di grande utilità per la vita a bordo: dai tendalini per ripararsi dal sole alle borse per fare la spesa, dalla zanzariera alla sacca per il tender. Basta un po’ di creatività per ridare vita alla vostra cara vecchia vela.

Schermata 2016-05-13 alle 13.06.00


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su