Arkema: arriva la prima barca in vetroresina riciclabile

course-au-large-mini-650-team-arkema-lalou-multi-dr-005-1000x750

Forse è stato risolto uno dei grandi problemi della nautica da diporto, riciclare una barca in vetroresina e dargli una seconda vita. Il segreto sta in Elium, una nuova resina termoplastiche liquida, a base acrilica, destinate a rimpiazzare le plastiche termoindurenti nella produzione di compositi. E soprattutto riciclabile. Il produttore Arkema, per dimostrare la bontà’ del suo prodotto ha costruito una barca usando questa nuova resina, che ha presentato a Parigi. Si tratta di un Mini 6.50 prototipo che partecipera’ alle principali regate della classe Mini. 

prototype-mini-6-50-arkema-3

Tecnicamente, Elium si lavora come le resine termoindurenti, offrendo vantaggi in termini di velocità di polimerizzazione, leggerezza, rapporto costo-prestazioni e riciclabilità. Inoltre, questi materiali sono adatti sia per componenti semi-strutturali, che per applicazioni che richiedono una buona resa estetica.

Le resine possono essere miscelate con fibre di vetro o di carbonio e stampate utilizzando gli stessi processi in uso per la lavorazione delle resine termoindurenti tradizionali. Una volta stampati, i componenti possono essere saldati o incollati e, al termine delle loro vita utile, sono più facili da riciclare.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Solaris 39

Solaris 39, uno IOR sempreverde (con costruzione al top)

Nei primi Anni ‘80, sull’onda delle introduzioni sorte con il finire del decennio precedente, iniziano a mutare linee e volumi, nascono imbarcazioni più ‘moderne’, con scafi più filanti e galleggiamenti più vicini al fuoritutto. Sono gli anni dello IOR (International

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Ci

Torna su