developed and seo specialist Franco Danese

FOTOGALLERY – VELA Cup nel segno di SuperNikka: ma che festa in mare!

Rivivi tutte le emozioni della grande Giornata dei Campioni al TAG Heuer VELAFestival
7 maggio 2016
VIDEO. Che festa incredibile la VELA Cup: 209 barche per la regata più affollata del Tirreno
8 maggio 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

TAG Heuer VelafestivalMentre alcune barche devono ancora completare il percorso a triangolo di 7 miglia nel Golfo del Tigullio, c’è già chi festeggia in banchina al TAG Heuer VELAFestival. Sono i ragazzi di SuperNikka, Vismara Mills 62 di Roberto Lacorte (a bordo anche il neo-velista dell’Anno Giancarlo Pedote), vincitore in tempo reale della VELA Cup, che quest’anno ha registrato la partecipazione record di 209 barche. Una vera e propria Barcolana del Tirreno, per spirito e organizzazione. (foto di James Robinson Taylor)

UN MATCH-RACE TRA MOSTRI SACRI
Anche le condizioni meteo sono state ideali: sole, mare piatto, vento da sud-est-sud di 8 nodi di intensità. Dopo una battaglia all’ultima strambata, dietro a SuperNikka è arrivato il Maxi di 80 piedi Ourdream-Rigoni di Asiago, con al timone Mauro Pelaschier. Un testa a testa serrato fin dai primi bordi, un match-race perpetrato per tutta la durata della regata (62 piedi SuperNikka contro gli 80 di Ourdream, la prima più giovane di 20 anni), fino a quando, a duecento metri dall’arrivo, il Reichel Pugh di 80 piedi, che era in recupero, ha esploso il gennaker lasciando di fatto via libera a Lacorte e soci.

MIRACOLO NACRA
Al terzo posto in reale il Mylius 50 Oscar2 di Walter Caldonazzi, davanti ad Implacable, Nacra F18 di Marco Puppo, che ha lasciato tutti letteralmente a bocca aperta, protagonista di un arrivo al fotofinish contro al mitico Moro di Venezia I di Max Ferruzzi, quinto overall. (E.R.)

LA FOTOGALLERY DELLA REGATA (FOTO DI JAMES ROBINSON TAYLOR)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi