developed and seo specialist Franco Danese

E’ iniziato il VELAFestival. Passa un weekend a tutta vela con noi!

Antenna 4G… e hai internet a 20 miglia dalla costa!
5 maggio 2016
TAG Heuer VELA Cup: iscrizioni aperte fino a venerdì alle 18
5 maggio 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Schermata 2016-04-28 alle 13.26.26

Inizia oggi la quarta edizione del TAG Heuer VELAFestival, l’unico evento italiano consacrato unicamente al mondo della vela, la logica estensione del Giornale della Vela. Vi aspettiamo a Santa Margherita Ligure, “Santa” per gli habitués, il porto ideale che rappresenta il rifugio ideale mediterraneo, inserito nel golfo del Tigullio, con il monte di Portofino a fare da riparo. Siete tutti invitati a questa festa della vela che non è il solito salone nautico che si esaurisce in un’area espositiva, ma offre molto altro. A cominciare dai grandi eventi che animano la spettacolare area appesa sulle rocce con vista mare, il porto, il golfo, la spiaggia che ospitano ben tredici eventi. Per proseguire con le sedici attività e spazi espositivi, per soddisfare ogni esigenza e ad ogni età. Perchè la vela si vive in ogni arco della vita, da 1 a 90 anni. Sono centinaia le barche coinvolte, dalle decine in esposizione da 3 a 30 metri, alle 200 che partecipano alla VELA Cup, la manifestazione velica più affollata del Tirreno. Vi aspettiamo. In calce vi presentiamo nel dettaglio eventi, attività ed esposizione.

I GRANDI EVENTI

GRANDI MARINAI: PAZZI O EROI?
Venerdì, 6 maggio ore 15aoe_eroi_vfHospitality Tag Heuer VELAFestival
I grandi eventi del TAG Heuer VELAFestival iniziano alle 15 di venerdì 6 maggio all’area Hospitality con un confronto tra alcuni dei più grandi velisti e marinai italiani protagonisti di imprese al confine tra l’eroismo e la follia.  Vittorio Malingri, Ambrogio Beccaria Balduzzi, Giancarlo Pedote, Salvatore Mantaci e Geatano Mura racconteranno le loro mitiche imprese. Potete partecipare all’incontro comodamente seduti all’aperto e sottoporre a questi grandi velisti tutte le domande che da tempo avete nel cassetto: quante volte leggendo le loro storie avete date del pazzo a qualcuno e dopo poco tempo è entrato nell’Olimpo dei vostri eroi? Cosa spinge per esempio  Vittorio Malingri a inventarsi imprese sempre più folli? O il giovane Ambogio a volare fino in Portogallo a recuperare un Mini semi-sfasciato e a diventare in poco tempo campione italiano? Cosa si prova a vedere affondare la propria barca nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico, come è successo a Salvatore Mantaci o a diventare come Giancarlo Pedote il Re dei solitari in terra francese? Questo incontro è un prequel per “scaldarvi” gli animi e preparavi alla grande Serata dei Campioni che vedrà i vincitori del Velista dell’Anno.

VELISTA DELL’ANNO 2016
Venerdì, 6 maggio ore 19
Hospitality Tag Heuer VELAFestival
Schermata 2016-03-24 alle 17.40.47
L’evento che tutti aspettano da un anno. Gli Oscar della vela italiana.  Dopo tre mesi di votazioni online in cui ci sono arrivati più di 40.000 voti è arrivato il momento di assegnare i premi del Velista dell’Anno TAG Heuer 2016. L’area Hospitality del TAG Heuer VELAFestival si riempirà dei più titolati, appassionati, innovativi e performanti velisti italiani in attesa che il noto giornalista sportivo e appassionato velista Mino Taveri annunci i nomi dei vincitori. In palio oltre al  Velista dell’Anno TAG Heuer 2016, ci sono i premi Innovation, al velista, progettista, armatore, tecnico che ha ideato qualcosa di innovativo, Passion, che celebra l’italiano che più si è distinto per la passione verso la vela e il mare, Performance, a chi ha dimostrato verve agonistica vincendo regate di alto livello e il Gran Premio TAG Heuer VELAFestival riconoscimento ad un grande velista, tributo alla sua carriera e che quest’anno verrà assegnato a Mario Pedol e allo Studio Nauta Yacht, i grandi designer italiani famosi sulle barche di tutto il mondo e che quest’anno festeggiano i suoi primi trent’anni. Da quest’anno abbiamo poi introdotto un nuovo premio, il premio “Young”, riservato al miglior giovane velista dell’anno. Dopo l’ultima fase consultiva, la scelta della giuria è ricaduta su sei nomi che sono in lizza per i diversi titoli: Ambrogio Beccaria Balduzzi, Campione Italiano 2015 Mini Serie; Edoardo Ferraro e Francesco Orlando che hanno conquistato la vittoria al Campionato Mondiale 420 Under 17; Roberto Lacorte e il suo SuperNikka che quest’anno hanno vinto il mondiale Mini Maxi; Salvatore Mantaci protagonista di un naufragio in Atlantico che l’ha fatto diventare un eroe sul web; Giancarlo Pedote, probabilmente il velista oceanico più forte che abbiamo in Italia e che quest’anno ha vinto la Transat Jacques Vabre; Roberto Tomasini Grinover che non si ferma un attimo e sta per sfoderare un nuovo Maxi ipertecnologico.  Sul palco sarà poi il momento di consegnare il #plasticfantastic Tribute a un vecchio Hallberg-Rassy 41 del 1976 e al suo armatore che quest’anno hanno vinto la Giraglia per la seconda volta: stiamo parlando di Gianin VI e di Ciccio Supparo. Ma sul palco ci sarà anche grande spazio per due superstar del mondo della vela: Alessandro Vismara e Mark Mills,  il progettista del momento che ha disegnato SuperNikka  e che è recentemente stato ingaggiato per disegnare il Wally Cento.

BRIEFING VELA CUP
Sabato, 7 maggio ore 8.30
Hospitality Tag Heuer VELAFestival
La giornata più sportiva del VELAFestival è quella di sabato 7 maggio. Il giorno della VELA Cup. Si inizia presto, alle 8.30 all’Aera Hospitality ci sarà il briefing della regata/veleggiata che partirà alle ore 11. Gli organizzatori presentano il percorso con partenza davanti a Santa Margherita, prima boa davanti a Portofino, seconda all’estremità del Golfo del Tigullio verso Sestri Levante per poi far ritorno a Santa Margherita, per un totale di 15 miglia. Gli esperti di Meteomed commentano poi le previsioni meteo previste per la giornata.

VELA CUP
Sabato, 7 maggio ore 11
Golfo del Tigullio
Schermata 2016-03-23 alle 15.08.29
Il count down della partenza della regata/veleggiata farà sentire il suo richiamo in tutto il Golfo del Tigullio alle ore 11 di venerdì  7 maggio. Sulla linea di partenza sono previste circa duecento barche di ogni dimensione e tipologia, da derive come i Laser a giganti di 8o piedi come il Maxi Ourdream. Per una volta tutti insieme sulla stessa linea di partenza senza distinzioni e con un unico scopo: divertirsi sulla rotta che da Santa Margherita porterà fino alla punta di Portofino dove sarà posizionata la prima boa. Quando vi ricapiterà di assistare a un ingaggio tra un 420 e il bolide SuperNikka, di vedere partire in boa il Moro di Venezia o di assistere al testa a testa tra due mitici Swan Sparkman&Stephens? Tutti infatti possono partecipare: i più rilassati a vele bianche nella categoria crociera, i più “accaniti” in quella regata con spinnaker e gennaker. Le classifiche verranno poi stilate in tempo reale e suddivise per lunghezza fuoritutto, in sei classi. Se non vi siere ancora iscritti fatelo subito dal sito www.velafestival.com o direttamente a Santa Margherita.

PREMIAZIONE VELA CUP
Sabato, 7 maggio ore 18.30
Hospitality Tag Heuer VELAFestival
ea premio gentlemen yachting
Dopo la rivaltà in mare ci si ritrova tutti a terra dove avrà inizio la seconda festa, che comincerà alle 18.30 all’Area Hospitality del TAG Heuer VELAFestival con la premiazione della Dufour Cup. Classifiche e premi verranno assegnati in base alla lunghezza dell’imbarcazione.

Sabato, 7 maggio ore 19.00
Hospitality Tag Heuer VELAFestival
Assegnati i premi della Dufour Cup non ci si ferma un attimo. Alle 19 è previsto l’inizio della premiazione della TAG Heuer VELA Cup nella scenografica terrazza appesa sulle rocce con vista sul porto di Santa Margherita e sul monte di Portofino, tutti i partecipanti alla regata saranno col fiato sospeso per sapere chi avrà vinto.  Una regata che è anche una festa che si rispetti, deve avere ricchi premi per “quasi” tutti. Sarà così alla premiazione della VELA Cup 2016. Si, perchè il bello della VELA Cup è che sino al momento della premiazione non si sa chi ha vinto, in ciascuna delle categorie divise per lunghezza. Categorie per le classi “crociera” e “regata”, oltre ai premi speciali, come quello per le #plasticfantastic o per il Trofeo GlobeSailor dedicato alle barche a noleggio. Alla fine saranno oltre 50 le barche premiate quest’anno. Ma non è finita, la grande novità sono i prodotti che verranno messi in palio dagli espositori del VELAFestival. Guardiamo insieme cosa si può vincere. Dalla Garmin un GPS 73, il portatile più diffuso e affidabile; da Nauticplace il geniale monopattino con valigia Olaf, la soluzione per il trasporto a bordo senza far fatica e l’orologio tattico da polso Tacking Master, per navigare sempre al meglio; da Astra Yacht lo smartwatch da polso che visualizza tutti i dati della barca; da Rigoni di Asiago un kit con le golose marmellate bio in confezione da cambusa; da Plastimo otto salvagenti autogonfiabili dell’ultima generazione; da U Sail le innovative scarpe da barca Speeder Shoes.

APERITIVO VELA CUP
Sabato, 7 maggio ore 20.00
Hospitality Tag Heuer VELAFestival
Dopo una giornata di mare e sport è tempo di rifocillarsi con un po’ di musica, cibo e cocktail sulla spelndida terrazza dell’Area Hospitality ma non scappate perché il bello deve ancora venire…

CRAZY NIGHT RACE
Sabato, 7 maggio ore 21.30
Porto Santa Margherita Ligure
ccIMG_8364
La lunga notte del VELAFestival non è ancora finita. Dopo il rinfresco con piatto caldo e cocktail a volontà, mentre il bar rimane aperto, ci si sposta di qualche passo, in banchina, per seguire dalle 21,30 la Crazy Night Race. Illuminate da potenti fotocellule con musica e commento “alla Gialappas band” i migliori velisti degli equipaggi della VELA Cup saltano a bordo di due H 22 che si sfidano in un agguerrito match race nel porto di Santa. A bordo, oltre ai velisti selezionati, ci sono due skipper d’accezione: Ambrogio Beccaria Balduzzi e Simone Gesi. Dopo le batterie di selezione i migliori due equipaggi si sfidano nella finale.

WATERGAMES
Domenica, 8 maggio ore 12
Beach Village

ccIMG_8673
Dopo i bagordi del sabato sera vi vogliamo carichi anche la domenica. Vi lasciamo dormire un po’ di più: l’appuntamento è per le 12 al Beach Village dove partirà la gara di SUP in collaborazione con gli amici di Outdoor Portofino che vi metteranno a disposizione gratuitamente tutta l’attrezzatura di cui avete bisogno. La gara amatoriale è aperta a tutti coloro che vogliano mettersi in gioco in una forma di competizione sana e divertente, bambini, ragazzi, adulti e atleti.

Domenica, 8 maggio ore 13
Beach Village
Sempre dal Beach Village alle 13 partirà la gara di kayak e non preoccupatevi se non avete la vostra attrezzatura, perché ci penseranno ancora una volta i ragazzi di Outdoor Portofino. L’iscrizione per entrambe le gare la potete fare online sul sito www.outdoorportofino.com o direttamente in spiaggia!
#PLASTICFANTASTIC TRIBUTE
TRIBUTE_ok
Domenica, 8 maggio ore 14
Hospitality Tag Heuer VELAFestival
Torniamo seri per un momento, perché domenica alle 14 ci sarà il grande tributo per festeggiare insieme i 50 anni delle barche in vetroresina: il #plasticfantastic Tribute, dedicato a tutte le imbarcazioni di serie in vetroresina costuire dagli anni ’60 al 1995. Sarà il momento in cui protagonsita sarà il grande pubblico che ha riempito la nostra bacheca online di più di cento modelli #plasticafantastic. Sul palco dell’Area Hospitality,  grandi personaggi di quel mondo saranno lì per raccontare agli appassionati come sono nate le #plasticfantastic, i loro pregi e i loro difetti, quali sono le barche più significative. A raccontarvi il magico mondo delle barche che hanno fatto la storia dello yachting ci saranno, oltre al direttore del Giornale della Vela Luca Oriani, personaggi “mitici” come Claudio Maletto, Guido Colnaghi e Mauro Pelaschier, insieme ai rappresentanti dei cantieri storici presenti al VELAFestival. Ma sul palco salirà ancora una volta anche Pietro Supparo che ci racconterà come si trasforma un vecchio Hallberg Rassy del 1976, il suo Gianin VI, in una barca vincente. Non ci faremo mancare nemmeno una chiacchierata con tutta la “tribù” degli Swan Sparkman&Stephens che partecipano in flotta come barche Cult #plasticfantastic a questo grande tributo.

PREMIAZIONE WATERGAMES
Domenica, 8 maggio ore 15.30
Hospitality Tag Heuer VELAFestival
Schermata 2016-04-21 alle 13.20.47Per i vincitori delle gare del mattino in SUP e kayak arriva il momento di ricevere i meritati premi. Dalle 15.30 all’Area Hospitality inizierà un’altra grande festa per la premiazione dei Water Games.

LE ATTIVITA’

SCUOLA VELA 
Calata del porto / Beach Village
Il VELAFestival è anche il posto giusto dove portare  i vostri bambini per il loro primo incontro con il mondo della vela. Ci sono istruttori attenti della Lega Navale che dal loro scivolo li portano a fare un giro a bordo di un Optimist o, se sono più grandicelli, su un Laser, o a bordo di un Soling. Oppure, se preferite, potete farli uscire dalla spiaggia, perché anche al Beach Village ci saranno Optimist e Laser a disposizione con gli istruttori di Outdoor Portofino.

LABORATORI MARINARI A BORDO DELLA GOLETTA PANDORA
Calata del porto
Ormeggiata in banchina ad aspettarvi c’è anche la goletta di trenta metri Pandora, perfetta replica di una nave a vela dell’Ottocento, dove troverete laboratori di arte marinaresca. Impiombature e impalmature con cime a tre legnoli, manutenzione delle vele, ralingatura, cucitura di ferzi, saranno le principali attività dei quattro giorni.

DSC_3053IL GIOCO DEI PIRATI A BORDO DI PANDORA
Ma a bordo della  goletta Pandora, con il suo equipaggio di veri marinai, più piccoli possono giocare a fare i pirati (quelli di Pandora lo sembrano veramente) e partecipare ad altre attività per avvicinarli al mondo della vela e della marineria. Sul ponte di Pandora verranno rievocati gesti e vocaboli nautici tradizionali e l’affascinante goletta sarà teatro di veri e propri appuntamenti durante i quali i visitatori faranno parte dell’equipaggio e si occuperanno della nave come avveniva nelle lunghe navigazioni di un tempo.

USCITE IN SUP, KAYAK E WINDSURF
Beach Village
ccIMG_8673
Ad aspettarvi in spiaggia ci sono gli istruttori di Outdoor Portofino, che vi metteranno a disposizione i loro Sup e i loro kayak per una pagaiata in mezzo al golfo e vi daranno utili consigli per migliorarvi. Ma se preferite prendere un po’ d’aria in mezzo al mare chiedetegli di fare un giro su un windsurf, ve lo preparano e vi accompagnano in acqua. Non vi preoccupate se non avete l’attrezzatura, vi riforniscono di muta e di tutto il necessario, portatevi solo un costume da bagno!

PROVE IN ACQUA IN DERIVA
Beach Village
principale
Tutte le derive in esposizione al Beach Village sono a disposizione di tutti per le prove in mare: potrete far planare in mezzo al Golfo il nuovo Melges 14, provare tutta la flotta di RS compreso il nuovo Quest, o farvi un giro a bordo del Drakkar 24 di Dufour anche con tutta con la famiglia. Ma non finisce qui, perché se siete appassionati di multiscafi da spiaggia, per voi c’è anche il fantastico Mini Cat!

INCONTRA I GRANDI VELISTI
Hospitality / Calata del porto
aoe_eroi_vf
Uno dei motivi per venire al VELAFestival è senz’altro la possibilità di incontrare e scambiare quattro chiacchiere con i grandi velisti italiani, per conoscere le loro storie e, perché no, farsi dare qualche dritta. Grandi navigatori come Vittorio Malingri, Giancarlo Pedote, Gaetano Mura, Ambrogio Beccaria Balduzzi, Mauro Pelaschier sono a vostra disposizione, così come giovani talenti del calibro di Edoardo Ferraro e Francesco Orlando.

COSA C’E’ DA VEDERE

Ogni giorno, tutti i giorni, dal mattino alla sera, video di vela, ottimo cibo, relax vista mare, musica, mostra, giri in barca, prove in mare, una spiaggia piena di derive, scuola di pirati, scuola di nodi e incontri con grandi esperti, velisti e marinai ai quali chiedere consiglio. Ma anche il meglio del mercato della nautica: tutte le barche che potete sognare, grandi, piccole, tecnologiche, moderne, d’epoca, di plastica, cabinate e derive. Tutti gli accessori più innovativi per fare bella la vostra barca distribuiti in decine di stand, ma anche tanti servizi per la nautica dalle assicurazioni al meglio dei charter. Insomma, se volete fare una full immersion di pura vela, state entrando nel posto giusto.

Le barche più belle del mondo Barche cabinate novità
Calata del porto di Santa Margherita/ Mare
barche vf

Tutti i giorni in banchina troverete i rappresentanti dei più grandi cantieri del mondo che vi presentano le loro novità. Ad aspettarvi ci sono tante anteprime mondiali come il Mylius 76 FD e il Vismara V56, il Sun Odyssey 519 di Jeanneau con il rivoluzionario Assisted Sail Trim della Harken e italiane come il nuovo Dufour 412 GL, il Saffier 6,50 il Quest di RS e il Melges 14. Oltre a decine di modelli dai monoscafi ai multiscafi, dai monotipi alle derive, ideali per la crociera o per la regata, raccontate da chi le conosce bene, perché le ha costruite. Italia Yachts partecipa con due modelli, il 12.98 e il 9.98, Grand Soleil con l’LC 46 e il GS 43, Ice Yachts ci sarà con il nuovo 62 EVO, Wauquiez con il Centurion 57. Quest’anno è presente anche una bella flotta di multiscafi: il Lagoon 52, il Lagoon 450 il Bali 4.0,il C-Cat 37 e il Nautitech Open 40. Abbiamo poi il cantiere Solaris con il suo 50 piedi, il Delphia 47,  l’Elan E4, il Pogo 30, il Melges 14, l’Hallberg Rassy 342, l’RM 890, il Bavaria 51 e il 41 e sono solo alcuni dei modelli che potrete ammirare, volevamo semplicemente ingolosirvi.

SCEGLI e compra Accessori, attrezzature, abbigliamento, servizi
Calata del porto di Santa Margherita/ Banchina
product-group
Passeggiando lungo la calata del porto di Santa Margherita troverete anche decine di stand per osservare da vicino il meglio degli accessori, le ultime novità delle velerie, (North Sails, Quantum e Elvstrom) e tanti servizi per voi e per la vostra barca. Il VELAFestival è infatti il posto giusto per fare shopping se avete bisogno di rifarvi il vostro guardaroba da marinaio (tra gli altri ci sono Musto, Helly Hansen, Sea Storm, Lizard); se avete intenzione di aggiornare la vostra attrezzatura di coperta (Facnor per gli avvolgitori, Gottifredi e Maffioli per le cime di bordo, Pontos per i winch, Ubimaior se volete osservare da vicino il jiber, Plastimo per le bussole, Brunton’s Propellers e Ewol per le eliche, Nanni Diesel per il motore, Bert Mauri per l’attrezzatura in carbonio e tanti altri, Nauticplace con il meglio deggli accessori per la nautica) o aggiungere qualche nuova chicca all’elettronica di bordo (avrete l’imbarazzo della scelta tra i migliori prodotti di Garmin e di NKE Electronics). Ma non solo, potrete trovare anche una vasta scelta di servizi, dalle scuole di vela ai charter per le vostre vacanze dalle assicurazioni con Pantaenius al lavaggio delle vele con Parasciani, dai refitting di De Cesari alle antivegetative di Veneziani.

BARCHE CULT – 1 Classic Cult della storia dello yachting
Schermata 2016-03-29 a 17.24.32Calata del porto di Santa Margherita/ Banchina
Quest’anno le nostre CULT sono divise in due gruppi: Classic Cult, le icone classiche che hanno fatto la storia dello yachting, e le Modern Cult, ovvero le nostre #plasticfantastic. Per quanto riguarda le Classic Cult la regina assoluta che avrete il piacere di ammirare in banchina è il Moro di Venezia I di Massimiliano Ferruzzi, la barca simbolo dell’amore italiano per la vela: il progetto, firmato German Frers, del Moro di Venezia I, costruito dal cantiere Carlini in legno lamellare; avremo poi Bufeo Blanco (dal nome di un particolare delfino bianco) di Giuseppe Marino, un bellissimo 15 metri del cantieri Sangermani costruito nel 1962, Ilda, un progetto del 1946 con un’inconfondibile poppa a canoa e un’incredibile storia ricostruita dal suo armatore Gianni Fernandes e Whitefin il magnifico yacht di 27 metri Spirit of Tradition, nato nel 1983 nel Maine su progetto di Bruce King.

BARCHE CULT – 2 Modern Cult, le “#plasticfantastic”
Calata del porto di Santa Margherita/ Banchina
NOTIZIA 57Protagoniste del nostro grande tributo per i 50 anni dalla costruzione delle barche in vetroresina, saranno le #plasticfantastic CULT che vedrete in banchina, in rappresentanza degli oltre cento modelli “in plastica” costruiti tra la metà degli anni 60 e il 1995 che ci avete inviato in questi mesi e che trovate tutti pubblicati nella nostra bacheca online sul sito velafestival.com. Avremo quindi in rappresentanza di questo periodo d’oro della vela quattro gioielli Swan Sparkman&Stephens costruiti negli anni 70: lo Swan 37 Tikka, lo Swan 47 Vanessa e gli Swan 44 Pippus e Four Winds; ci sarà poi Saravà uno splendido Sweden 41 del 1982 appena uscito da un eccezionale restauro; Rainbow il C&C 61 un progetto del 1972 di Cuthbertson e Cassian, tra i primi a costruire barche in sandwich di balsa e, ovviamente, il mitico Gianin VI, l’Hallberg Rassy 41 del 1976, la regina delle Modern Cult, che sarà omaggiata del #plasticfantastic Tribute insieme al suo armatore Ciccio Supparo durante la premiazione del Velista dell’Anno di venerdì sera. C’è poi un’eccezione tra queste Modern Cult, si tratta del nuovissimo Vismara V56 Twin che arriverà al VELAFestival in anteprima mondiale assoluta e che ancora prima di toccare l’acqua è già una barca CULT perché punta a essere lo scafo perfetto, disegnato su misura. E per finire il Mini 650 Alla Grande di Beccaria.

La grande mostra. Uomini, barche, regate, avventure
Calata del porto di Santa Margherita/ Lungomare
mostraPasseggiando lungo le banchine sarete “circondati” ,letteralmente, dalla storia della vela. Per la prima volta infatti i grandi miti, le barche, le avventure del mare andranno a comporre una grande mostra diffusa lungo tutto il percorso. Ovviamente, l’abbiamo divisa per aree tematiche: dalle barche che hanno fatto la storia della vela ai volti segnati dal mare e dal vento dei più grandi marinai di tutti i tempi (e le loro storie); senza dimenticare i pannelli che raccontano i primi quarant’anni del Giornale della Vela attraverso le nostre più belle copertine. L’aspetto più sportivo vi attende poi lungo la banchina principale, subito dopo la Piazzetta della Vela. Potevamo forse dimenticarci le emozioni di Azzurra, del Moro di Venezia o di Luna Rossa nella loro caccia alla Coppa America?

Le barche dell’estate. Scopri la tua futura barca a noleggio
Calata del porto di Santa Margherita/ Lungomare
Osservando le barche in banchina potrete anche scegliere quale sarà quella che noleggerete quest’estate, anche in flottiglia o alla cabina. Potrete visitare le barche e farvi guidare dagli esperti di GlobeSailor, Sailogy, Mondovela. Dea dei Mari, Arundel, Timone Charter, Andare a Vela, Blue Project, che vi consiglieranno  il modello giusto e l’itinerario migliore in Mediterraneo e nei mari del mondo per le vostre prossime vacanze. Oppure se nei vostri programmi c’è quello di prenotare un corso di vela, di navigazione, o se state cercando un corso estivo per i vostri bambini, rivolgetevi a Sea-Master o se volete provare un’esperienza in kayak avrete a disposizione tutta l’esperienza di Tuilik e del suo patron Guido Grugnola.

Solo per i tuoi occhi. I grandi video & film di vela
Hospitality TAG Heuer VELAFestival
All’area Hospitality, quando non c’è qualcuno sul palco, ovviamente a parlare di vela, ci si può gustare il meglio di film come Deep Water e Tabarly, la storia del Giro del mondo Whitbread 1973/74, i video delle grandi regate, i test delle barche più prestigiose e i servizi didattici, oltre ai video più strani e divertenti.

VELA Cup exposition Le barche della festa in mare
Banchine / Lungomare
Non dimenticatevi di farvi un giro tra i pontili galleggianti per dare un’occhiata alle barche ormeggiate e scoprire i partecipanti alla VELA Cup, la grande festa della vela in mare, la regata/veleggiata che partirà sabato 7 maggio alle 11.

Vela per tutti Derive, Cat, Kite, Surf, Sup, Gonfiabili
Beach Village
principaleQuest’anno il Beach Village, la più bella spiaggia di Santa Margherita, avrà una guest star. Stiamo parlando di Vittorio Malingri, il “papà” dei giovani marinai italiani che si stanno affermando in tutto il mondo. Ci sarà poi il nuovissimo Melges 14, la deriva ultratecnologica del momento. Ma al Beach Village sarà presente anche tutta la flotta del cantiere RS Sailing con il Quest in anteprima, l’Aero, l’RS 500 e il Feva. A completare l’esposizione in spiaggia ci sono anche il Mini Cat e l’Aquaglide Multi Sport.

Relax&Buon cibo. Con vista sul golfo più bello del mondo
Hospitality / Beach Village / Calata del porto
aaIMG_8010Per farvi godere al massimo le vostre giornate al VELAFestival abbiamo pensato anche a farvi mangiare bene in totale relax. Ci sono infatti un’Area Hospitality e un’intera spiaggia pensate apposta per farvi rilassare al sole (con vista sul golfo più bello del mondo) mentre vi gustate un piatto tipico bevendo qualcosa di buono. Il piatto speciale pensato per rifocillarvi mente e corpo sono degli sfiziosi e golosi cartocci di fritto di pesce e verdure Pesce e verdure sono “infarinati” nella semola di grano duro, fritti al momento e serviti nei tradizionali cartocci di carta gialla con una fetta di limone e un lungo spiedo di legno. Buoni ed economici sono la soluzione ideale che vi permette di continuare a passeggiare per le banchine.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi