Manca una settimana al via della più grande festa della vela italiana. E’ tempo di VELAFestival!

Rolex Fastnet Race 2009Ancora una settimana. Poi, esattamente il 5 maggio prossimo, prenderà il via la quarta edizione dell’unica festa della vela e del mare in Italia, il TAG Heuer VELAFestival 2016. Fino a domenica 8 maggio, per 4 giorni di divertimento e passione, Santa Margherita Ligure diventerà la capitale del mare e delle barche più belle del Mediterraneo.
Perché venire al TAG Heuer VELAFestival 2016? Ci sono almeno 8 buoni motivi per esserci:

Schermata 2016-04-12 alle 18.04.54
1- Per trascorrere un weekend da favola a Santa Margherita Ligure. La cittadina è una location eccezionale: lungomare e porto sono avvolti dalla manifestazione che non ha biglietto d’ingresso. Per quattro giorni Santa Margherita Ligure diventa capitale della vela e delle barche più belle del Mediterraneo.

aaIMG_8024-2
2- Per seguire tanti eventi da non perdere. Dalla mattina alla sera, per tutti e quattro i giorni dell’evento, puoi seguire in diretta show con interviste e racconti dei tanti grandi velisti che passano al VELAFestival.

fotot_pag100
3- Per partecipare o assistere alla VELA Cup. Il grande evento velico del VELAFestival è già la regata più affollata del Mar Tirreno oltre che una festa in mare. Ed è aperta a tutte le barche di ogni misura e foggia, senza limitazioni.

Schermata 2016-03-29 a 17.24.324- Per vedere le barche più belle del mondo. Decine di imbarcazioni nuove a mare pronte da visitare, raccontate da chi le costruisce. Per ogni tasca ed esigenza, da 3 a 30 metri. In banchina anche le barche “Cult”, le più famose e ammirate.

principale
5- Per scoprire tanti tipi di barche e di scafi direttamente in spiaggia. Nel Beach Village del VELAFestival è possibile toccare con mano una deriva o una “piccola” barca, monotipi e multiscafi, Sup e canoe, oltre che fare prove in mare e rilassarsi in spiaggia.

DSC_2980
6- Per far divertire i bambini con scuola di vela e di marineria. Fare un giro in barca per ragazzi o per tutta la famiglia con un istruttore esperto ma anche andare a bordo di uno yacht famoso e imparare a salire in testa d’albero, giocando a fare i pirati.

aaIMG_8010
7- Per rilassarsi sul mare e assaggiare buon cibo. Si ammirano 100 metri di immagini della spettacolare mostra sulla storia della nautica, si godono i migliori film sulla vela “sparati” su maxi schermo, ci si rilassa sulla grande terrazza sul mare.

slider
8- Per acquistare accessori, abbigliamento e servizi nautici. Entrando nel più grande store nautico nel quale è possibile toccare con mano (e acquistare direttamente) tutti i prodotti nautici all’avanguardia. Ingresso e orari L’ingresso al Tag Heuer VELAFestival 2016 di Santa Margherita Ligure è gratuito.

Orari di apertura: Giovedi: 12-19. Venerdi: 10-19. Sabato: 10-23.30. Domenica: 10-18.


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Pulisce il winch, esplode la barca. Cosa è successo?

Lo scorso 26 novembre lo skipper francese Quentin Mocudet mentre stava facendo alcuni lavori di manutenzione al suo Mini 6.50 “Kiralamure”, ha fatto scoppiare un incendio che ha fatto esplodere la barca. Sembra che stesse utilizzando la famosa “Benzina F”.

Torna su