developed and seo specialist Franco Danese

Mattia Camboni voleva “Rio a tutti i costi” e ci è riuscito

FOTOGALLERY La ricetta segreta per una regata super
18 aprile 2016
VIDEO La barca che salverà gli oceani parte per una nuova avventura
19 aprile 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Campionato Mondiale Classi Olimpiche 2014 - Santander 8-21 settembre - ITA 88 Mattia Camboni - Foto Fabio Taccola©
La Federazione Italiana Vela, come già vi avevamo anticipato facendo il punto della situazione sulle classi olimpiche, ha reso noto il nome dell’atleta che ci rappresenterà a Rio tra gli RS:X: Mattia Camboni.

47th Princesa Sofia IBEROSTAR TrophyUNA STORIA DI SACRIFICI A LIETO FINE
Una bella storia, la sua. Una storia di sacrifici e determinazione. Mattia Camboni nasce a Civitavecchia il 26 aprile del 1996.  Inizia a fare windsurf all’età di 6 anni spinto dagli amici più grandi che fin da piccolo lo incitano a salire su quella tavola da cui non è piu sceso. Dopo i primi anni di allenamento e fatica dove non riesce ad emergere comincia a togliersi grandi soddisfazioni sia a livello Nazionale che Internazionale. Ma ci vogliono soldi: allora assieme all’amico-rivale Daniele Benedetti, si inventa “Rio a Tutti i Costi”, un crowdfunding atto a sostenere parte della campagna olimpica dei due atleti. Purtroppo il progetto non va a buon fine (i due raccolgono poco più di 2.000 euro sui 10.000 di obiettivo) ma non si abbatte. Dove non arrivano i soldi, arriva l’impegno. E allenamento dopo allenamento, anche i risultati.

Campionato Mondiale Classi Olimpiche 2014 - Santander 8-21 setteUN CURRICULUM DAVVERO IMPORTANTE
Tesserato per le Fiamme Azzurre, il Gruppo Sportivo della Polizia Penitenziaria, Mattia Camboni si appresta a partecipare alla sua prima Olimpiade, che arriva dopo una lunga serie di successi ottenuti nella disciplina della tavola a vela in ambito giovanile (compresi un titolo Mondiale Youth e due vittorie nella classifica Under 21 del Mondiale assoluto), a cui sono seguiti fin da subito degli ottimi risultati anche tra i senior. Frizzante ed estroverso a terra, quanto determinato in acqua, Camboni, oltre a brillare in tutte le discipline legate al mare, è un grande appassionato di sport a 360°, con una particolare predilezione per la mountain bike e il tennis. Miglior Under 21, per il secondo anno consecutivo, al Campionato del Mondo della tavola a vela RS:X (17mo nella classifica assoluta), nono al Test Event disputato lo scorso agosto a Rio de Janeiro e vincitore degli ultimi due titoli Italiani, Camboni attualmente è al numero 10 della Ranking List ISAF di categoria e negli ultimi due anni ha ottenuto importanti risultati nelle tappe di Coppa del Mondo, chiuse spesso tra i primi dieci.

Classe RS:X - ITA 88 Mattia Camboni - Foto Fabio Taccola©“OLIMPIADI? NON NE AVEVO FATTO UNA MALATTIA”
“Il posto in squadra per Rio era un obiettivo comune a tutti, ovviamente, ed era anche il mio, ma non ne ho fatto una malattia, perché sono ancora abbastanza giovane e penso di avere ancora tanta strada davanti a me”, ha detto Camboni. “Sono molto contento di averlo ottenuto, adesso l’obiettivo è continuare a migliorare sempre di più e cercare di arrivare a Rio al massimo della condizione per puntare a un top ten. La prima volta in cui ho pensato ai Giochi risale a quattro anni fa, quando il windsurf venne nuovamente ammesso nel programma olimpico: è in quel momento che è scattata la molla e mi sono detto che dovevo assolutamente andarci”. Ora Mattia, aggiuntosi agli altri azzurri che andranno a Rio (Flavia Tartaglini nella RS:X Femminile, Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri tra i Nacra 17, Giulia Conti e Francesca Clapcich tra i 49er FX) si allenerà sodo per dimostrare tutto il suo valore in Brasile. Ma a Civitavecchia è già un eroe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi