Mattia Camboni voleva “Rio a tutti i costi” e ci è riuscito

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Campionato Mondiale Classi Olimpiche 2014 - Santander 8-21 settembre - ITA 88 Mattia Camboni - Foto Fabio Taccola©
La Federazione Italiana Vela, come già vi avevamo anticipato facendo il punto della situazione sulle classi olimpiche, ha reso noto il nome dell’atleta che ci rappresenterà a Rio tra gli RS:X: Mattia Camboni.

47th Princesa Sofia IBEROSTAR TrophyUNA STORIA DI SACRIFICI A LIETO FINE
Una bella storia, la sua. Una storia di sacrifici e determinazione. Mattia Camboni nasce a Civitavecchia il 26 aprile del 1996.  Inizia a fare windsurf all’età di 6 anni spinto dagli amici più grandi che fin da piccolo lo incitano a salire su quella tavola da cui non è piu sceso. Dopo i primi anni di allenamento e fatica dove non riesce ad emergere comincia a togliersi grandi soddisfazioni sia a livello Nazionale che Internazionale. Ma ci vogliono soldi: allora assieme all’amico-rivale Daniele Benedetti, si inventa “Rio a Tutti i Costi”, un crowdfunding atto a sostenere parte della campagna olimpica dei due atleti. Purtroppo il progetto non va a buon fine (i due raccolgono poco più di 2.000 euro sui 10.000 di obiettivo) ma non si abbatte. Dove non arrivano i soldi, arriva l’impegno. E allenamento dopo allenamento, anche i risultati.

Campionato Mondiale Classi Olimpiche 2014 - Santander 8-21 setteUN CURRICULUM DAVVERO IMPORTANTE
Tesserato per le Fiamme Azzurre, il Gruppo Sportivo della Polizia Penitenziaria, Mattia Camboni si appresta a partecipare alla sua prima Olimpiade, che arriva dopo una lunga serie di successi ottenuti nella disciplina della tavola a vela in ambito giovanile (compresi un titolo Mondiale Youth e due vittorie nella classifica Under 21 del Mondiale assoluto), a cui sono seguiti fin da subito degli ottimi risultati anche tra i senior. Frizzante ed estroverso a terra, quanto determinato in acqua, Camboni, oltre a brillare in tutte le discipline legate al mare, è un grande appassionato di sport a 360°, con una particolare predilezione per la mountain bike e il tennis. Miglior Under 21, per il secondo anno consecutivo, al Campionato del Mondo della tavola a vela RS:X (17mo nella classifica assoluta), nono al Test Event disputato lo scorso agosto a Rio de Janeiro e vincitore degli ultimi due titoli Italiani, Camboni attualmente è al numero 10 della Ranking List ISAF di categoria e negli ultimi due anni ha ottenuto importanti risultati nelle tappe di Coppa del Mondo, chiuse spesso tra i primi dieci.

Classe RS:X - ITA 88 Mattia Camboni - Foto Fabio Taccola©“OLIMPIADI? NON NE AVEVO FATTO UNA MALATTIA”
“Il posto in squadra per Rio era un obiettivo comune a tutti, ovviamente, ed era anche il mio, ma non ne ho fatto una malattia, perché sono ancora abbastanza giovane e penso di avere ancora tanta strada davanti a me”, ha detto Camboni. “Sono molto contento di averlo ottenuto, adesso l’obiettivo è continuare a migliorare sempre di più e cercare di arrivare a Rio al massimo della condizione per puntare a un top ten. La prima volta in cui ho pensato ai Giochi risale a quattro anni fa, quando il windsurf venne nuovamente ammesso nel programma olimpico: è in quel momento che è scattata la molla e mi sono detto che dovevo assolutamente andarci”. Ora Mattia, aggiuntosi agli altri azzurri che andranno a Rio (Flavia Tartaglini nella RS:X Femminile, Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri tra i Nacra 17, Giulia Conti e Francesca Clapcich tra i 49er FX) si allenerà sodo per dimostrare tutto il suo valore in Brasile. Ma a Civitavecchia è già un eroe.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

In America piacciono anche le barche fuori dal coro

In America e in Europa non sempre la pensiamo uguale in fatto di barche. La dimostrazione dai candidati agli “Oscar” USA delle barche a vela del 2023. Le riviste di settore americane Cruising World e Sailing World hanno annunciato all’Annapolis

Torna su