5 baie imperdibili delle Baleari per una crociera fuori stagione

baleari_apeParlando di vacanze in barca quando si dice Spagna si pensa inevitabilmente alle Isole Baleari. Si tratta infatti dell’arcipelago più grande del Mar Mediterraneo occidentale ed è formato dalle quattro principali, e tutte bellissime per chi naviga a vela, isole di Maiorca, Minorca, Ibiza, e Formentera, oltre che da diverse isole minori, la più famosa delle quali è Cabrera. Ai diportisti le Baleari offrono non solo un paesaggio naturale unico e incontaminato ma anche un bel mix di divertimenti e vita notturna. Abbiamo scelto per voi cinque baie ideali per scoprire il fascino di questo arcipelago.

cala_pi_5
1. Cala Pi
39°22’ 00N – 02°50’ 00E
Maiorca, Isole Baleari.
Si tratta di una delle baie più conosciute della costa meridionale di Maiorca ed è caratterizzata dal fatto di essere circondata da scogliere rocciose. Si trova 2 miglia a E di Cap Blanco e si riconosce anche dal mare grazie alla presenza di una torre posta a SE dell’entrata. Al suo interno si ormeggia in fondali da 2 a 5 metri su sabbia e alghe. Appena ad O dell’entrata di Cala Pi si trova poi un ancora più piccola e riparata ansa chiamata Cala Beltran.

Plage d'Es Caragol à Santanyí à Majorque
2. Cala Caragol
39°17’ 00N – 03°02’ 00E
Maiorca, Isole Baleari.
Davvero affascinante baia, Cala Caragol è chiusa da una spiaggia e racchiusa tra la rocciosa Punta Negra e l’omonimo isolotto di Caragol. Cospicui, per chi arriva dal mare, sono una pineta e un vecchio bunker situato proprio al centro della baia. Spesso in estate vi si incontrano naturisti. Si può dar fondo in 4/5 metri d’acqua su sabbia. Non lontano inoltre si raggiungono due lidi: la bellissima Playa de sa Roquetas e la selvaggia Cala Enturgores.

calan_porter_menorca
3. Cala En Porter
39°52’ 00N – 04°08’ 00E
Minorca, Isole Baleari.
Panoramico fiordo profondo circa 300 metri e chiuso tra alte scogliere, ospita sul suo lato E anche ville, hotel, ristoranti e locali. Cospicua all’ingresso è la Torre Nova, antica costruzione eretta in modo da essere ben visibile proprio sul bordo della scogliera, meno di un miglio a ONO dall’entrata. Si può dar fondo al centro dell’insenatura a circa 150 metri dalla spiaggia in 3/5 metri d’acqua su sabbia.

Platja-de-ses-Fontanelles-3
4. Cala S’Escala
40°02’ 80N – 03°55’ 00E
Minorca, Isole Baleari.
Sull’angolo NO dell’isola si apre una vasta insenatura nella quale sono addirittura tre baie, tutte bellissime da visitare. La prima che si incontra provenendo da O è proprio Cala S’Escala, nella quale è possibile dar fondo di fronte alla spiaggia di sassi su fondo di sabbia e sassi. Poco più a E c’è Cala Fontanelles, delizioso ancoraggio circondato da colline e da una spiaggia di sabbia e sassi. È ben riconoscibile perché davanti all’entrata, a O, c’è l’isolotto Escull de Ses Ginjoles. Più grande delle tre è infine Cala de Algayerens, baia chiusa da due spiagge, divise da una roccia rotondeggiante. Fare attenzione entrando o uscendo: davanti a Punta Rotja, che delimita la baia a E, ci sono pericolose rocce a pelo d’acqua.

beach_Cala-Codolar-55688fc8489f5
5. Cala Codola
39°57’ 00N – 01°14’ 00E
Ibiza, Isole Baleari.
Molti diportisti la ritengono la baia più bella di Ibiza: posta nell’angolo SO della costa è aperta a SO, ma rientra nella costa per circa 250 metri, fornisce un buon ridosso. La sua estremità E è orlata da una spiaggia circondata di pini. Il fondale, profondo 11 metri all’entrata, decresce dolcemente verso il fondo dell’insenatura. A metà della cala, su fondale di alghe, si può gettare l’ancora in 6 metri d’acqua. Oppure si può arrivare fino a 100 metri dalla spiaggia e quindi gettare l’ancora in 3 metri d’acqua su sabbia.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Polizia Slovena

Se hai un natante… SLOVENIA PROIBITA

Se teoricamente sarebbe possibile andare Slovenia senza superare il limite delle 12 miglia dalla costa, limite massimo a cui possono spingersi i natanti italiani (con patente nautica), la normativa slovena richiede che tutte le imbarcazioni oltre i 3 metri siano

2 euro croati

Crociera in Croazia 2023, cosa cambia con Schengen

Dal 1° gennaio la Croazia, già paese membro dell’Unione Europea, è entrata ufficialmente a far parte dello spazio Schengen e ha adottato l’euro. Abbiamo chiesto all’Ente Nazionale Croato per il Turismo, cosa cambia per i diportisti italiani che vogliono visitare

Torna su