Il relitto di Hugo Boss? Lo hanno scoperto in un parco naturale in Cile!

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

12717256_1207265262657471_7252029970606990336_nSiamo nel Parco Nazionale O’Higgins, nella desolata costa occidentale della Patagonia, in Cile. E guardate un po’. Scoperto per caso da alcuni amici in gita in kayak, troneggia il relitto di Hugo Boss, l’Open 60 di Alex Thompson (lo sfortunatissimo Alex Thompson, fresco di abbandono e rischio di naufragio alla Transat Jacques Vabre 2015) che naufragò nel 2006 mille miglia al largo del Sudafrica durante il giro del mondo Velux 5 Oceans. Prima di raggiungere la costa cilena, il relitto è stato trasportato per ben 20 mila miglia, tra Oceano Indiano e Pacifico.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “Il relitto di Hugo Boss? Lo hanno scoperto in un parco naturale in Cile!”

  1. ciriani paolo maria

    ….dicono che uno non è un grande navigatore se non fa almeno un naufragio: ora ho capito perchè Schettino ha voluto diventare un grande…(cosa lo dite voi!!!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

VIDEO Un rientro in porto da leoni

Un ingresso in porto da veri eroi per i due velisti a bordo di questo catamarano: hanno saputo aspettare il momento giusto per “surfare” grazie alle altissime onde che frangono in prossimità della costa inglese del Merseyside, a Southport. GUARDA

Nove mete dove navigare almeno una volta nella vita

Stanchi delle solite zone di navigazione? Volete provare qualcosa di diverso? Ci sono luoghi che, per gli appassionati di vela, hanno qualcosa di magico. Alcuni sanno di avventura estrema, come la Penisola Antartica, altri si rifanno alla grande tradizione Made

Torna su