Il dramma dei migranti in una grande scultura sottomarina

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

gommoneSembrano pietrificati, come il barcone che li ha fatti affondare. Ma non annegare, perché le statue respirano senza aver bisogno d’aria. L’opera di Jason Taylor deCaires, artista inglese “sottomarino”, giace in una composizione corale sul fondo dell’Atlantico davanti a Lanzarote (dove l’artista, classe 1974, vive). Ispirata al celebre dipinto di Theodore Géricault (la Zattera della Medusa), la serie di sculture prende il nome di Zattera di Lampedusa ed esprime con violenza il dramma umano dei migranti (per le statue sono stati infatti utilizzati calchi di veri migranti).

GUARDA LE FOTO

Si legge sul Corriere.it: “L’opera fa parte del progetto Museo Atlantico, il primo museo sottomarino che ha per protagoniste statue che incarnano, patiscono e fronteggiano i destini di un’umanità condannata all’affondamento se non fa i conti con le sue ombre rimosse, i suoi sensi di colpa, le sua amnesie. Tra le altre statue che affiancano l’installazione, alcune raffigurano persone ipnotizzate da smartphone e tablet, che cancellano i loro volti o li distraggono, conducendoli verso il fondo (in particolare, un gruppo di turisti che si “affoga” di selfie)“.

QUI IL LINK ALLA PAGINA FACEBOOK DEL MUSEO ATLANTICO
QUI IL LINK AL SITO PERSONALE DI JASON TAYLOR DECAIRES

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

VIDEO Un rientro in porto da leoni

Un ingresso in porto da veri eroi per i due velisti a bordo di questo catamarano: hanno saputo aspettare il momento giusto per “surfare” grazie alle altissime onde che frangono in prossimità della costa inglese del Merseyside, a Southport. GUARDA

Nove mete dove navigare almeno una volta nella vita

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Stanchi

Torna su