Moonbeam III all’asta, chi se lo aggiudicherà? La base di partenza è di 500.000 dollari

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

218590_o
Alle 15 di oggi è iniziata a Parigi da Artcurial l’asta per aggiudicarsi Moonbeam III, una delle più prestigiose barche d’epoca naviganti, progettata da William Fife III nel 1903 e che potete seguire a questo link. Numero velico 88, tra gli appassionati è conosciuta anche come Moonbeam of Fife. E’ la terza di quattro imbarcazioni aventi lo stesso nome e varate tra il 1858 e il 1920. Commissionata dall’avvocato londinese Charles Plumtree Johnson, nacque con l’armo a yawl che fu poi trasformato in cutter. Tra gli anni Venti e Trenta si trasferì nel Mediterraneo, dove vinse la Course Crosiere de la Mediterranée. Rimase poi abbandonata in Francia per quasi un quarto di secolo. Nel 1988, presso gli ex cantieri di Camper&Nicholson di Southampton, fu restaurata e cominciò a partecipare ai raduni di vele d’epoca. Nel giugno del 2008  Moonbeam III era in Scozia alla terza edizione della Fife Regatta. Nel settembre dello stesso anno ha vinto nella categoria Epoca Aurici A a Le Voiles de St. Tropez. L’imbarcazione. la cui struttura è rimasta inalterata, è costruita in fasciame di teak su ossatura di olmo, gli interni sono in mogano. Il prezzo stimato è di 1,5 milioni di dollari, ma la base d’asta è partita da 500.000 dollari.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Allures 51.9

Tutti i segreti di Allures Yachting e il suo 51.9 (16 m)

Ve l’avevamo presentata qualche anno fa allo stand virtuale della Milano Yachting Week, Allures 51.9 è l’ammiraglia bluewater cruiser del cantiere capostipite del gruppo Grand Large Yachting, quarto costruttore francese di yacht. Nel corso degli anni, il gruppo ha acquisito

Solaris 39

Solaris 39, uno IOR sempreverde (con costruzione al top)

Nei primi Anni ‘80, sull’onda delle introduzioni sorte con il finire del decennio precedente, iniziano a mutare linee e volumi, nascono imbarcazioni più ‘moderne’, con scafi più filanti e galleggiamenti più vicini al fuoritutto. Sono gli anni dello IOR (International

Torna su