developed and seo specialist Franco Danese

VELISTA DELL’ANNO 2016 – Vi sveliamo i candidati… dalla R alla S!

Addio ai controlli a mare del Corpo Forestale. Ne restano altri quattro che non si parlano
26 gennaio 2016
Anteprime Salone di Dusseldorf: Seascape 24 e Dehler 42
26 gennaio 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

George Szabo USA - Craig Moss USACi siamo. Anche quest’anno è arrivato il momento di lanciare il premio più prestigioso della vela italiana, assegnato fin dal 1991. Il Velista dell’Anno se lo aggiudica colui che, sulla base delle vostre preferenze (che potete esprimere nel sondaggio sul nostro sito, a partire dal 29 gennaio), risulterà essere il velista che più vi ha emozionato. Saranno i vostri voti a decretare chi farà parte della rosa dei candidati alla vittoria finale (potete anche aggiungere alla lista il vostro preferito, se non lo trovate nel “listone”, mandando una mail con il cv di chi volete candidare a speciali@panamaeditore.it dal 29 gennaio al 4 febbraio), tra i quali sarà svelato, in occasione del TAG Heuer VELAFestival 2016 (dal 5 all’8 maggio a Santa Margherita Ligure: info su www.velafestival.com), durante la Giornata dei Campioni, venerdì 6 maggio, il Velista dell’Anno TAG Heuer 2016.

Schermata 2016-01-18 a 14.40.38IL LISTONE DEI “MAGNIFICI 100”
Classifiche e articoli alla mano, in redazione abbiamo fatto un resoconto della stagione passata individuando 100 “nomination” tra i velisti italiani, distinguendoli in atleti (derivisti e specialisti delle classi olimpiche), armatori e marinai (ovvero i navigatori oceanici o chi comunque ha dato sfoggio di abilità nel “navigare lungo”) Ma non solo. Ogni armatore sa che la barca ha un’anima. Abbiamo creato una categoria unica, per le barche vincenti sia d’altura che classiche. Le categorie sono indicative: la sfida è un tutti contro tutti! Vi presenteremo, dieci alla volta per dieci giorni tutti i 100 candidati (in rigoroso ordine alfabetico), che potrete votare sul nostro sito, ricordiamolo, a partire dal 29 gennaio. Scopriamo gli ottavi 10, in calce troverete invece lo schema di come funziona il Velista dell’Anno TAG Heuer 2016.

OTTAVA TORNATA – DA RACCHELLI… A SOLDINI

andrea racchelliANDREA RACCHELLI (Armatore)
Al Campionato Mondiale Melges 24 in Danimarca Andrea Racchelli è andato fortissimo a bordo di Altea, conquistando un meritato argento. Basti sapere che si è lasciato alle spalle il fenomeno yankee Bora Gulari!

rio_coluzziDEMI RIO / MARIA COLUZZI (Atlete)
Un’altra coppia di ragazze da seguire con attenzione: Demi Rio e Maria Coluzzi hanno fatto parlare di sé chiudendo i Campionati Europei Femminili U19 di 420 al terzo posto, confermandosi “sorvegliate speciali” per il 2016.

alessandro rombelliALESSANDRO ROMBELLI (Armatore)
A bordo della sua Stig, Alessandro Rombelli ha conquistato il titolo iridato nella classe Melges 32 in agosto a Trapani: non era affatto facile, perché la concorrenza era più mai che agguerrita: alle spalle di Stig gli statunitensi di Argo (Carrol-Appleton). A bordo, con Rombelli, Francesco Bruni, Giorgio Tortarolo, Pierluigi de Felice, Filippo La Mantia, Luca Faravelli, Michele Giovannini e Daniele Fiaschi.

alberto rossiALBERTO ROSSI (Armatore)
Con la vittoria del mondiale ORC di Barcellona 2015, in Classe A, sono quattro. Per quattro volte l’anconetano Alberto Rossi, armatore del TP52 Enfant Terrible, si è fregiato del titolo iridato (le altre volte sono state nel 2011, 2012 e 2014). E scusate se è poco.

riccardo sepeRICCARDO SEPE (Atleta)
Il laziale Riccardo Sepe, optimista di razza, nel 2015 ha ottenuto tanti buoni risultati. Ma il più clamoroso è rappresentato dalla vittoria Meeting del Garda Optimist, già Guinness World Record 2012 per il numero di partecipanti, che nel 2015 ha avuto la partecipazione di 29 nazioni e 863 giovani velisti (187 cadetti e 676 juniores).

Schermata 2016-01-22 a 11.07.17RICCARDO MARIA SERRANO’ (Armatore)
Riccardo Maria Serranò ha chiuso la stagione 2015 con una bella doppietta. A bordo del Tripp 40 Stripptease si è aggiudicato il titolo di Campione Offshore in classe 2 (e quinto overall) e quello di Armatore dell’Anno in classe 2 (nono overall). Si tratta di risultati di gran pregio perché la Stripptease è frutto di un progetto dell’americano Bill Tripp, bellissimo ma piuttosto datato: l’imbarcazione fu eletta “miglior barca da regata dell’anno” degli USA nel 1991.

e36d30b59c3016b7e32453b54bf17872LEONARDO SERVI (Armatore)
Leonardo Servi, armatore del First 36.7 BluOne. Si è aggiudicato il titolo di Campione Italiano Offshore 2015 in classe 3 e per soli due punti ha mancato la vittoria. Tutto si può dire, tranne che il Beneteau First 36.7 (progettato da Farr nel 2001) sia nato per la regata pura: ma con un buon equipaggio affiatato e con una giusta riprogettazione delle appendici si può
vincere tutto.

shirlafSHIRLAF (Swan 65 – Barca)
Alla Volcano Race 2015 di Gaeta uno Swan 65 del 1976, Shirlaf, ha fatto vedere i sorci verdi a tutti gli altri maxi ultratecnologici, tra cui nientepopodimeno che Esimit Europa II, il bolide di Igor Simcic. Che gioia per l’armatore Giuseppe Puttini e per tutto l’equipaggio, che contava, tra gli altri, Paolo Cian.

10/08/2013 - San Francisco (USA,CA) - 34th America's Cup - Louis Vuitton Cup - Semi-finals - Luna Rossa vs Artemis Racing - Race 4 - Post race Press conference - Max Sirena (Luna Rossa)

MAX SIRENA (Atleta)
A Max Sirena, ex-uomo chiave di Luna Rossa, è affidato il destino dell’Italia in Coppa America. Già, perché se dovesse vincerla con i neozelandesi, per i quali ora ha messo a disposizione i suoi servigi, il regolamento dell’America’s Cup cambierà e si ritornerà a un “ancien régime”. Forza Max!

Sailing - Sydney to Hobart - MaseratiGIOVANNI SOLDINI (Marinaio)
Ha stabilito la time referenze sulla rotta San Francisco – Shanghai, ha partecipato alla Sydney Hobart con Maserati, chiudendo al quarto posto. è stato un 2015 positivo per Soldini, che appende il VOR70 al chiodo per dedicarsi ai trimarani.

QUI IL LINK ALLA SETTIMA TORNATA – DA ONORATO A QUERIN

COME FUNZIONANO LE VOTAZIONI DEL VELISTA DELL’ANNO 2016

Venerdì 6 maggio, alle ore 19, avrà luogo al VELAFestival di Santa Margherita Ligure (Genova), durante la Serata dei Campioni, la premiazione del Velista dell’Anno. Ma come si arriva ad assegnare il premio più prestigioso della vela italiana? Con una lunga e “dura” selezione online dove il vostro contributo è fondamentale. Ve la spieghiamo nel dettaglio, fase dopo fase.

• PRIMA FASE (VOTO VINCOLANTE) – DA 100 a 52 CANDIDATI
– 100 CANDIDATI da votare online sul nostro sito dal 29 gennaio al 16 febbraio
– 20 CANDIDATI INDICATI DA VOI (potrete inviarci nominativi e motivazione dal 29 gennaio al 4 febbraio) votati online dal 5 febbraio al 16 febbraio
– Passano il turno i 50 più votati e i 2 più votati tra quelli indicati da voi
• SECONDA FASE (VOTO VINCOLANTE) – DA 52 a 25 CANDIDATI
– 52 CANDIDATI da votare online dal 4 al 15 marzo
– Passano il turno i 25 più votati
• TERZA FASE (VOTO CONSULTIVO) – DA 25 a 5 CANDIDATI
– 25 CANDIDATI da votare online dal 31 marzo al 15 aprile. Il voto del pubblico online ha valore consultivo: tenuto conto delle vostre preferenze, una giuria seleziona i 5 che passano il turno
• QUARTA FASE – LA SCELTA DEL VELISTA DELL’ANNO (E DEGLI ALTRI PREMI)
-I 5 CANDIDATI compongono la rosa dei “papabili” per il Velista dell’Anno. Questi si contenderanno, sulla base delle decisioni della giuria, il premio Velista dell’Anno e gli altri: TAG Heuer Velista dell’Anno “Passion”, TAG Heuer Velista dell’Anno “Innovation” e TAG Heuer Velista dell’Anno “Performance”.

SCOPRI CHE COS’E’ IL VELISTA DELL’ANNO

1 Comment

  1. Rio Demi e Maria Coluzzi ha detto:

    The best

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi