developed and seo specialist Franco Danese

Idea Ceccarelli: IVA al 10% per le barche che inquinano meno

VELISTA DELL’ANNO 2016 – Iniziamo a svelarvi i candidati… dalla A alla B!
19 gennaio 2016
Ice Yachts non si ferma più e annuncia il suo nuovo 82 piedi
19 gennaio 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

iva-posto-barcaUna gran buona idea, quella espressa da Giovanni Ceccarelli (il presidente di As.Pro.Na.Di., l’Associazione progettisti nautica da diporto). Un’idea che vale la pena di diffondere: stabilire una sorta di graduatoria a punti per calcolare il potenziale impatto ambientale di una barca in vendita, e di conseguenza applicare proporzionalmente il regime IVA. In parole povere, a barca “ultra-green” potrebbe corrispondere l’IVA al 10% invece che al canonico 22%.

POCHI SVANTAGGI, TANTI VANTAGGI
Ragionando in termini assoluti, il fatturato generato dal comparto nautico è modesto,
sostiene il progettista in un’intervista realizzata da Sailing&Travel. Quindi la conseguente diminuzione di gettito fiscale per lo Stato sarebbe risibile: a differenza dei vantaggi consistenti e immediati per gli armatori e soprattutto per l’ambiente.

COME STABILIRE SE UNA BARCA E’ “ECO”
Per stabilire l’ecocompatibilità di una barca, secondo Ceccarelli, è necessario stilare una lista di requisiti a cui attenersi:
più le soluzioni scelte sono “gremì”, più punti otterrà l’imbarcazione e quindi minore sarà l’imposta sul valore aggiunto da pagare in fase d’acquisto. Con soddisfazione per l’armatore che dovrà sborsare meno soldi e del venditore, che abbassando il prezzo risulterà più competitivo rispetto al cantiere che decide di non seguire i dettami green

L’ESEMPIO C’E’ GIA’
Nella classificazione l’esempio da seguire esiste già ed è la certificazione “Green Star” effettuata dal RINA
, che valuta, per le imbarcazioni da diporto, parametri quali acque grigie, liquami, trattamento dei rifiuti, fonti di inquinamento del mare (ad esempio le antivegetative) ecc… Il suggerimento è valido, signor Ceccarelli. La diffondiamo sperando che giunga all’orecchio di qualche politico! E voi cosa ne pensate?

1 Comment

  1. TestaCuore ha detto:

    magariiii….grande proposta, speriamo che la attuino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi