Idea Ceccarelli: IVA al 10% per le barche che inquinano meno

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

iva-posto-barcaUna gran buona idea, quella espressa da Giovanni Ceccarelli (il presidente di As.Pro.Na.Di., l’Associazione progettisti nautica da diporto). Un’idea che vale la pena di diffondere: stabilire una sorta di graduatoria a punti per calcolare il potenziale impatto ambientale di una barca in vendita, e di conseguenza applicare proporzionalmente il regime IVA. In parole povere, a barca “ultra-green” potrebbe corrispondere l’IVA al 10% invece che al canonico 22%.

POCHI SVANTAGGI, TANTI VANTAGGI
Ragionando in termini assoluti, il fatturato generato dal comparto nautico è modesto,
sostiene il progettista in un’intervista realizzata da Sailing&Travel. Quindi la conseguente diminuzione di gettito fiscale per lo Stato sarebbe risibile: a differenza dei vantaggi consistenti e immediati per gli armatori e soprattutto per l’ambiente.

COME STABILIRE SE UNA BARCA E’ “ECO”
Per stabilire l’ecocompatibilità di una barca, secondo Ceccarelli, è necessario stilare una lista di requisiti a cui attenersi:
più le soluzioni scelte sono “gremì”, più punti otterrà l’imbarcazione e quindi minore sarà l’imposta sul valore aggiunto da pagare in fase d’acquisto. Con soddisfazione per l’armatore che dovrà sborsare meno soldi e del venditore, che abbassando il prezzo risulterà più competitivo rispetto al cantiere che decide di non seguire i dettami green

L’ESEMPIO C’E’ GIA’
Nella classificazione l’esempio da seguire esiste già ed è la certificazione “Green Star” effettuata dal RINA
, che valuta, per le imbarcazioni da diporto, parametri quali acque grigie, liquami, trattamento dei rifiuti, fonti di inquinamento del mare (ad esempio le antivegetative) ecc… Il suggerimento è valido, signor Ceccarelli. La diffondiamo sperando che giunga all’orecchio di qualche politico! E voi cosa ne pensate?


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Idea Ceccarelli: IVA al 10% per le barche che inquinano meno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

barche usate 8 - 14 m

BARCHE USATE Vendono cinque super-cruiser da 8,80 a 14,60 m

Continuiamo ad andare alla scoperta delle occasioni migliori di barche usate sul nostro mercatino degli annunci. Qui potete vendere e comprare barche usate, accessori, posti barca, trovare l’idea giusta per le vostre vacanze e persino cercare e offrire lavoro! Oggi abbiamo scovato per

Torna su