developed and seo specialist Franco Danese

VIDEO Il “succhiaspazzatura” che salverà il mare

Attraversiamo l’Atlantico con mr. Malingri – Sesta Puntata
6 gennaio 2016
Sydney Hobart, l’incredibile “quasi gol” di Quikpoint Azzurro
7 gennaio 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

succhiaspazzaturaRaccogliere la spazzatura galleggiante nelle acque dei porticcioli tramite un dispositivo che lavori 24 ore su 24, silenzioso ed economico.

x5ijc0szqlhfynj95ls3E’ l’idea dei surfisti australiani Pete Ceglinski e Andrew Turton e si chiama The Seabin Project (Seabin, tradotto, sta per “cestino del mare”): un progetto che ha già superato il limite minimo di denaro raccolto nella campagna di crowdfunding. Un successo strepitoso, con oltre 250 mila dollari raccolti per svilupparlo. L’obiettivo è quello di cominciare a ripulire il mare partendo dai marina: Seabin è uno speciale cestino che, immerso in acqua, grazie a un piccola pompa a terra, risucchia nel sacchetto di raccolta la spazzatura che galleggia a pelo d’acqua. Il funzionamento è esplicato in questo video:

COME FUNZIONA IL “SUCCHIASPAZZATURA”

A QUESTO LINK LA PRESENTAZIONE DI SEABIN PROJECT SU INDIEGOGO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi