VIDEO Il “succhiaspazzatura” che salverà il mare

succhiaspazzaturaRaccogliere la spazzatura galleggiante nelle acque dei porticcioli tramite un dispositivo che lavori 24 ore su 24, silenzioso ed economico.

x5ijc0szqlhfynj95ls3E’ l’idea dei surfisti australiani Pete Ceglinski e Andrew Turton e si chiama The Seabin Project (Seabin, tradotto, sta per “cestino del mare”): un progetto che ha già superato il limite minimo di denaro raccolto nella campagna di crowdfunding. Un successo strepitoso, con oltre 250 mila dollari raccolti per svilupparlo. L’obiettivo è quello di cominciare a ripulire il mare partendo dai marina: Seabin è uno speciale cestino che, immerso in acqua, grazie a un piccola pompa a terra, risucchia nel sacchetto di raccolta la spazzatura che galleggia a pelo d’acqua. Il funzionamento è esplicato in questo video:

COME FUNZIONA IL “SUCCHIASPAZZATURA”

A QUESTO LINK LA PRESENTAZIONE DI SEABIN PROJECT SU INDIEGOGO

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su