developed and seo specialist Franco Danese

BEST OF 2015 – “Chi è il marinaio che conquistò il Grande Nord”

BEST OF 2015 – ” Falla correre veloce. Per vincere, ascolta la tua barca”
4 gennaio 2016
Attraversiamo l’Atlantico con mr. Malingri – Quinta Puntata
4 gennaio 2016

best of-15
A volte i grandi avventurieri, quelli capaci di andare oltre i limiti umani, rimangono sconosciuti al mondo.
Se il circolo polare artico non è il vostro pallino, difficilmente avrete sentito parlare di Sebastien Roubinet. Eppure il trentaquattrenne francese è oggi considerato uno dei più folli e geniali navigatori estremi del mondo, come ha svelato il sito Cultura Marinara, capace di essere al contempo marinaio, progettista, costruttore e… visionario.

PER PRIMO ATTRAVERSO IL PASSAGGIO A NORD OVEST

Una passione, quella per il freddo e le navigazioi al limite, che risale ai quattordici, quando il giovane Sebastien naviga due mesi in solitario lungo le coste norvegesi e svedesi. Dopo una partecipazione alla Mini Transat e un imbarco come secondo sulla mitica Tara, progetta e costruisce (è il 2006) il catamarano di sette metri e mezzo “Babouche”, un incrocio tra una barca e una slitta.

Obiettivo: essere il primo uomo a superare il Passaggio a Nord Ovest esclusivamente a vela. Missione compiuta: Roubinet salpa da Anchorage (Alaska) nel maggio del 2007 e tre mesi più tardi raggiunge le coste della Groenlandia.

IL SOGNO “POLO NORD
Il marinaio francese si è poi lanciato alla conquista del Polo Nord, sempre rigorosamente a vela. Dopo un primo fallimento, Roubinet costruisce nel 2013 un nuovo catamarano, il “Babouchka”, in carbonio e dotato di pannelli solari. Partito da Barrow, in Alaska, il viaggio prosegue bene per i primi due mesi, grazie a condizioni climatiche favorevoli.

A circa cento miglia dal Polo Nord, però, il meteo cambia bruscamente e Roubinet (che affronta questa sfida in coppia con Rodolpe André) è costretto a rinunciare e a chiedere soccorso a una rompighiaccio russa. Oggi Roubinet sta cercando di reperire i fondi per ritentare l’impresa. Scommettiamo che troverà il modo di ripartire?.
Tratto dal GdV di settembre 2015


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi