BEST OF 2015 – A bordo di SCA, una figata pazzesca!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

October 01, 2015 Genoa Boat Show. ProAm Races 3&4.

Nove mesi da groupie. Seguire Team Sca era diventata una fissazione, e tutti i giorni, davanti al computer o allo schermo dell’iPhone facevo un tifo quasi da stadio per il team magenta tutto femminile protagonista dell’ultima Volvo Ocean Race da poco conclusa. Immaginate il mio momento di gloria quando una mattina come tante, nel vivo del Salone di Genova (dove Team SCA era ospite insieme a Team Vestas), mi sono ritrovata a bordo insieme a loro. A calpestare con i piedi quella coperta per mesi vista volare sull’acqua. L’equipaggio non era al completo, mancavano le due “regine”: Dee Caffari e la skipper Sam Davies, alle quali nove mesi in giro per il mondo non sono bastati e si sono già ributtate in Oceano. Ma il resto del team era a bordo con l’obiettivo, per la giornata, di battere Team Vestas in un match race intorno a un bastone posizionato di fronte al Porto di Genova. Al timone si piazza la tattica del gruppo Sally Barkow ed è subito spettacolo. “If someone would love to helm please say yes!”.

October 01, 2015. Genoa Boat Show. ProAm 3 onboard Team SCA

MOMENTI DI GLORIA: CHE SPETTACOLO AL TIMONE!
E’ arrivato il mio momento: mi metto al timone. Mi si stampa un sorriso in faccia che non mi abbandonerà per ore. Una figata pazzesca: al timone il VOR65 sembra uno skiff, plana sull’acqua come una saponetta, ha un’accelerazione impressionante al minimo aumento di pressione. Non mi aspettavo tanta potenza. Quando prendo in mano la ruota siamo di lasco e mi diverto davvero come fossi su una deriva: orzando per crearmi l’apparente e poi poggiando in velocità per avvicinarmi alla boa. Sempre sotto gli occhi vigili di Sally, che si fida, ma non troppo. Stupita da tanta potenza, penso a quello che significa portare una barca simile in un giro del mondo dove incontri situazioni meteomarine al limite: massima concentrazione 24 ore su 24, senza poter sbagliare una virgola. Questo team è super affiatato, dopo nove mesi così non ha nessuna intenzione di sciogliersi, e anche se lo sponsor non ha confermato l’impegno per la prossima edizione, le ragazze sono certe di trovare un’alternativa per ripresentarsi più agguerrite che mai sulla linea di partenza nel 2017. E io sto già facendo il tifo. Go Girls!

October 01, 2015 Genoa Boat Show. ProAm Races 3&4.
Un giorno con SCA. Veronica Bottasini al timone con la supervisione di Sally Barkow, la tattica di Team SCA. Alla randa una super concentrata Elodie-Jane Mettraux, mentre in primo piano, appoggiata al grinder. le neozelandese Liz Wardley, prima donna ad aver vinto la Sydney-Hobart.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Piccoli ma comodi: i Maxus arrivano in Italia con Barcando

Un’interessante novità sta per arrivare sul mercato italiano, dedicata ai diportisti amanti delle piccole barche a vela e a chi le cerca con queste caratteristiche anche per il charter. In un modo della cantieristica dominato dalle barche sopra i 12

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi