developed and seo specialist Franco Danese

Matteo Miceli salvato da un iceberg: "Strano, io non sapevo nulla"

I consigli di Franco Pivoli per una crociera facile (e felice) / 2
23 dicembre 2015
Il racconto di Natale – Alle Svalbard, dove si naviga tra gli orsi/2
24 dicembre 2015

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

matteo-miceli
Durante il suo giro del mondo eco
(non concluso a causa di una scuffia al largo del Brasile) il navigatore solitario Matteo Miceli (che abbiamo premiato allo scorso VELAFestival con il premio Passion, per la sua comunque grandissima impresa), sarebbe stato avvisato dal satellite europeo Sentinel-1A della vicinanza di un iceberg pericoloso e grazie a questo allarme il navigatore si sarebbe salvato dallo scontro. Almeno secondo il Corriere della Sera.

Schermata 2015-12-23 a 12.45.41

Lo screenshot dell’immagine apparsa su Corriere.it

SALVATO DA UN SATELLITE?
L’articolo, apparso il 14 dicembre 2014 sul Corriere della Sera (il 19 dicembre è invece uscito un pezzo analogo sul sito dell’ESA, l’agenzia spaziale europea), recitava che Matteo “si trovava nell’area delle isole del Principe Edoardo, nell’oceano Indiano sub-antartico a circa mille chilometri a sud-est del Sudafrica, quando è stato avvertito dal satellite che nella zona galleggiava un iceberg lungo 4 chilometri circondato da pezzi di ghiaccio più piccoli ed estremamente pericolosi”.

MICELI: “SI SONO INVENTATI TUTTO”
Ma a un anno di distanza il navigatore romano, che evidentemente non aveva ancora letto il pezzo, se ne esce con un post su facebook dove commenta l’articolo con un sarcastico: “Addirittura? A me non lo hanno detto”, lasciando quindi intendere quello che è uscito sui giornali sia stato inventato di sana pianta. Bufala? O il buon Miceli è stato avvertito ma stava dormendo? Ad ogni modo il suo post ha generato un sacco di commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi