VIDEO E FOTO Tempesta su Sydney, finzione o realtà?

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

tsunami1
“Aiuto, la fine del mondo è arrivata!”,
avrà urlato qualcuno. E’ stata battezzata “cloud tsunami” la spettacolare nube a mensola (shelf cloud), lunga molti chilometri, che ha investito Sydney (Australia) venerdì scorso e ha causato la fuga di massa dei bagnanti da Bondi Beach in stile “Guerra dei Mondi”. Vi confessiamo che sulle prime abbiamo pensato si trattasse di un falso ma il nostro scetticismo è subito venuto meno dopo aver visto video e immagini del fenomeno:

IL CLOUD TSUNAMI IN VIDEO…

…E IN FOTO

NUBE A MENSOLA, CHI ERA COSTEI?
Questo particolare tipo di conformazione nuvolosa si presenta bassa e oblunga, a volte arcuata a causa della spinta originata dal cosiddetto downdraft (la corrente fredda e secca discendente dalle precipitazioni in alta quota), orizzontale e caratterizzata dal classico “cuneo”. La nube a mensola si manifesta sul bordo avanzante del temporale e precede, di pochissimo, l’area delle precipitazioni (di pioggia o grandine). Si forma quando il gust front (letteralmente, fronte delle raffiche) solleva l’aria calda e umida davanti a esso fino al suo livello di condensazione. La pericolosità del fenomeno sta proprio nel fatto che il passaggio del fronte delle raffiche spesso porta a colpi di vento improvvisi molto intensi (in certe occasioni possono arrivare fino a 100-120 km/h).

(G.S.)

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “VIDEO E FOTO Tempesta su Sydney, finzione o realtà?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

VIDEO Un rientro in porto da leoni

Un ingresso in porto da veri eroi per i due velisti a bordo di questo catamarano: hanno saputo aspettare il momento giusto per “surfare” grazie alle altissime onde che frangono in prossimità della costa inglese del Merseyside, a Southport. GUARDA

Nove mete dove navigare almeno una volta nella vita

Stanchi delle solite zone di navigazione? Volete provare qualcosa di diverso? Ci sono luoghi che, per gli appassionati di vela, hanno qualcosa di magico. Alcuni sanno di avventura estrema, come la Penisola Antartica, altri si rifanno alla grande tradizione Made

Torna su