developed and seo specialist Franco Danese

VIDEO E FOTO Tempesta su Sydney, finzione o realtà?

Autunno, tempo di rimessaggio fai da te / Terza parte
8 novembre 2015
C'è un italiano in testa alla transatlantica più dura di sempre
9 novembre 2015

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

tsunami1
“Aiuto, la fine del mondo è arrivata!”,
avrà urlato qualcuno. E’ stata battezzata “cloud tsunami” la spettacolare nube a mensola (shelf cloud), lunga molti chilometri, che ha investito Sydney (Australia) venerdì scorso e ha causato la fuga di massa dei bagnanti da Bondi Beach in stile “Guerra dei Mondi”. Vi confessiamo che sulle prime abbiamo pensato si trattasse di un falso ma il nostro scetticismo è subito venuto meno dopo aver visto video e immagini del fenomeno:

IL CLOUD TSUNAMI IN VIDEO…

…E IN FOTO

NUBE A MENSOLA, CHI ERA COSTEI?
Questo particolare tipo di conformazione nuvolosa si presenta bassa e oblunga, a volte arcuata a causa della spinta originata dal cosiddetto downdraft (la corrente fredda e secca discendente dalle precipitazioni in alta quota), orizzontale e caratterizzata dal classico “cuneo”. La nube a mensola si manifesta sul bordo avanzante del temporale e precede, di pochissimo, l’area delle precipitazioni (di pioggia o grandine). Si forma quando il gust front (letteralmente, fronte delle raffiche) solleva l’aria calda e umida davanti a esso fino al suo livello di condensazione. La pericolosità del fenomeno sta proprio nel fatto che il passaggio del fronte delle raffiche spesso porta a colpi di vento improvvisi molto intensi (in certe occasioni possono arrivare fino a 100-120 km/h).

(G.S.)

1 Comment

  1. Ugo ha detto:

    salve, qualcuno ha ordinato un fronte freddo? 8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi