Autunno, tempo di rimessaggio fai da te / Terza parte

rimessaggioEcco un vademecum in punti per la manutenzione ordinaria che potete eseguire voi stessi: vi sveliamo altri consigli e trucchi del rimessaggio per preparare nel migliore dei modi la vostra barca in vista del lungo riposo invernale.
CONSIGLI PER IL RIMESSAGGIO FAI DA TE – PRIMA PARTE
CONSIGLI PER IL RIMESSAGGIO FAI DA TE – SECONDA PARTE

ombrinaleOMBRINALI
Controllate che tutte le vie di scolo dell’acqua siano libere, che gli ombrinali siano aperti e che l’acqua defluisca in modo corretto. Se provvisti di valvola, e se lo scarico è al di sopra del galleggiamento, lasciatela aperta e controllate che il tubo non abbia strozzature o non sia schiacciato da qualche oggetto. Non limitatevi agli scarichi del pozzetto, ma controllate anche quelli dei gavoni e del tambuccio.

acquaFILTRO DELL’ACQUA
Chiudete la presa a mare e pulitelo. Se non è provvisto di vetro per l’ispezione, smontate il coperchio ed estraete il cestello. Per pulirlo, capovolgetelo e sciacquatelo con la manichetta, indirizzando il getto dall’esterno verso l’interno. Verificate la tenuta della presa a mare e della relativa valvola, ingrassandola con vaselina o con lubrificante spray.

olioFILTRO DELL’OLIO
A ogni cambio di olio dovete sostituire anche il relativo filtro. Se di facile accesso, è possibile svitarlo con le mani, altrimenti vi dovete procurare un’apposita chiave munita di cinghia o catena. Durante l’operazione, procuratevi uno straccio in modo che eventuali fuoriuscite non finiscano in sentina. Rimontate il nuovo filtro e la relativa guarnizione manualmente.

motoreMOTORE
Eseguite tutti i controlli e le sostituzioni riportate sul manuale del costruttore. è comunque utile sostituire l’olio motore prima di invernare la vostra imbarcazione. Questa operazione deve essere fatta se il motore ha già accumulato molte ore di navigazione, in modo da non lasciare che particelle e derivati dalla combustione si sedimentino sul fondo della coppa. Eseguire il cambio del lubrificante possibilmente a motore caldo, sostituire la cartuccia del filtro e la relativa guarnizione. L’olio usato va gettato negli appositi contenitori presenti nei porti o dato a chi vi ha venduto quello nuovo.

acciaiACCIAI DI COPERTA
Sciacquateli con acqua dolce e un eventuale detergente specifico. Rimuovete tracce di unto o grasso in corrispondenza di perni, viti e meccanismi in genere, ricordandovi di ripristinare il lubrificante dopo la pulizia. Una volta asciutto, passate il metallo con apposite cere o polish, che oltre a rimuovere eventuali tracce di ossido, lucidano e creano un velo protettivo contro la corrosione.

premistoppaPREMISTOPPA
Se lasciate la barca in mare è basilare stringere le viti di registro per bloccare completamente le infiltrazioni (allentarle prima di ogni uso del motore a marcia ingranata). Se invece la vostra barca è in secco, allentate le viti di registro, togliete la ghiera e cospargete una piccola quantità di grasso al silicone per poter mantenere morbida la baderna. In ogni caso è consigliabile cambiare la treccia ogni anno. Se avete un sistema stagno, scaricate l’acqua rimasta all’interno del soffietto in gomma con una leggera pressione della mano.


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Autunno, tempo di rimessaggio fai da te / Terza parte”

  1. Pingback: I segreti per il rimessaggio fai da te / 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su