Centomiglia, l’accusa del favorito: “Regole cambiate per ostacolarci”

clandesteam
La 65ma Centomiglia del Garda
(la regata lacustre più affascinante d’Italia organizzata dal Circolo Velico Gargnano, con oltre 200 barche al via ogni anno, una vera e propria “calamita” per velisti di ogni genere) sta per iniziare (5-6 settembre), ma è già polemica.

L’equipaggio di Clandesteam, vincitore delle ultime tre edizioni della stragardesana, in un comunicato lancia il suo j’accuse che, leggendo – neanche troppo – tra le righe, suona come un “ci stanno mettendo i bastoni tra le ruote”.

REGOLE IN CONTROTENDENZA, SICUREZZA A FARSI BENEDIRE, CLASSI ASSURDE
Si legge nel comunicato:Molte le novità a bordo dovute alle recenti modifiche apportate al regolamento di regata dal Circolo Vela Gargnano. Clandesteam, infatti, è stata allungata poco più di un metro dal Cantiere Paghera, ha un nuovo bulbo e dovrà rispettare il peso massimo di 1000 kg per l’equipaggio. ClanGarda ha fortemente contestato l’inserimento di queste nuove regole in quanto non solo in controtendenza rispetto alle regole applicate alle altre regate dei laghi europei, motivo per il quale molti stranieri non parteciperanno alle regate del Garda, ma addirittura in grado di diminuire la sicurezza a bordo e al tempo stesso di aumentare la confusione nella suddivisione dei partecipanti in diversi percorsi per diversi trofei. Clandesteam dovrà affrontare i diretti avversari di Grifo, di Raffica e i nuovi arrivati del TP 52 oltre alle altre imbarcazioni di misura inferiore che partiranno mezzora prima e su percorsi più brevi“.

Cosa ne pensate? Si tratta della solita “legge ad personam all’italiana”?

NOMI ILLUSTRI A BORDO
L’equipaggio di Clandesteam 2015 rimane sostanzialmente lo stesso che ha portato alla vittoria l’imbarcazione nelle ultime 3 edizioni di Gorla e Centomiglia, con Luca Valerio e Oscar Tonoli al timone, Manuel Giubellini, Angelo Campetti e Fabio Zeni alla randa, Vincenzo Festa e Lorenzo Tonini alle scotte, Michele Caldonazzi, Giuseppe Tonoli, Nicola Bandana a prua, Andrea Boletti e Riccardo Tonini alle drizze, Duilio Zane alle volanti.


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “Centomiglia, l’accusa del favorito: “Regole cambiate per ostacolarci””

  1. Pingback: "Cambiati regolamenti, barca meno sicura": Clandesteam denuncia, poi scuffia e spacca tutto

  2. Pingback: Centomiglia, Clandesteam al vetriolo: "Complottismo? Vittimismo? Non sono ingiustificati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Barcolana 2022

Murphy & Nye veste la Barcolana con capi in edizione limitata

Anche quest’anno, in occasione della 54esima edizione, Murphy&Nye si conferma clothing partner della Barcolana. Il marchio ha realizzato le polo e le sacche che verranno distribuite a tutti gli armatori partecipanti, in più ha sviluppato un’intera capsule collection in edizione limitata

Torna su