Rolex Fastnet Race, a Comanche le line honours

Rolex Fastnet Race 2015
Il 100 piedi Comanche di Jim Clark ha vinto in tempo reale l’edizione 2015 del Fastnet tra i monoscafi, impiegando, per percorrere le 603 miglia
(dal porto di Cowes sull’isola di Wight, si raggiunge lo scoglio di Fastnet vicino alla costa di sud-ovest dell’Irlanda e si gira attorno ad esso per poi dirigersi verso Plymouth passando a sud dell’isola di Scilly), 2 giorni, 15 ore, 42 minuti e 26 secondi. Solo quattro minuti hanno separato il bolide capitanato da Ken Read dal suo rivale più accanito, Rambler 88 di George David. Al terzo posto il 100 piedi Leopard seguito dal Maxi 72 Momo di Dieter Schon.

35667_0_2_photo_FSNT15ka_2344SPINDRIFT ULTRAVELOCE
Tra i multiscafi, le line honours sono andate a Dona Bertarelli e Yann Guichard su Spindrift 2, la più grande barca (40 metri) nella categoria, che è arrivata a Plymouth in 2 giorni, 10 ore, 57 minuti e 41 secondi.

TANTI PARTECIPANTI, POCO VENTO. CHI VINCERA IN COMPENSATO?
Tempi abbastanza alti per questa affollatissima edizione (al via in 356), a causa del vento leggero che ha fatto da padrone. Ora aspettiamo di capire i vincitori in tempo compensato.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Rolex Fastnet Race, a Comanche le line honours”

  1. Pingback: Fastnet, la piccola barca del veterano che fece l'impresa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

paralimpiadi

Se sei un velista disabile puoi scordarti le Olimpiadi

Fumata nera. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha respinto la richiesta, presentata da World Sailing (la Federvela mondiale), di riammettere la vela come disciplina ai giochi Paralimpici di Los Angeles 2028. La vela ancora esclusa dalle paralimpiadi 2028 Già esclusi

Torna su