Capurro e Puppo, fenomenali in Bulgaria! E’ oro europeo!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

ISAF Sailing World Cup Weymouth & Portland
C’è una nuova, brillante medaglia che si aggiunge a quelle conquistate dalla vela giovanile italiana in questa straordinaria estate: si tratta dell’oro vinto dall’equipaggio del 470 formato da Matteo Capurro e Matteo Puppo ai Campionati Europei Junior svoltisi a Bourgas, in Bulgaria
. Vincendo con una grande prova di forza la Medal Race riservata ai migliori dieci equipaggi della classifica, Capurro-Puppo hanno così ottenuto un titolo Europeo che arriva dopo l’oro e il bronzo ottenuti rispettivamente da Benedetta Di Salle-Alessandra Dubbini e Giacomo Ferrari-Giulio Calabrò ai recenti Mondiali 470 Junior di Salonicco, in Grecia, un’altra conferma del valore dei nostri giovani equipaggi nel doppio olimpico, seguiti in loco dal Tecnico federale 470 del Progetto Sviluppo Giovani della FIV Nicola Pitanti, che fa ben sperare anche in chiave futura.

UN SUCCESSO STRAMERITATO
Bravissimi i due giovani azzurri tesserati per lo Yacht Club Italiano e seguiti dall’allenatore Simone Malagugini, eccezionali durante tutta la settimana (soltanto una volta fuori dai primi dieci in tutta la serie di regate) con la ciliegina sulla torta della vittoria nella Medal Race, e bene anche le stesse Di Salle-Dubbini, che chiudono al quarto posto la classifica femminile (titolo alle spagnole Ravetllat-Ravetllat), mancando il bronzo per un solo punto, causa un nono nella Medal, ma confermando di navigare ormai stabilmente ai vertici della categoria, e Roberta Caputo-Alice Sinno, quinte proprio dietro alle due compagne di squadra. Gli altri italiani: tra gli uomini, Giacomo Ferrari-Giulio Calabrò chiudono undicesimi e Matteo Pincherle-Ludovico Basharzad 39mi, mentre tra le donne Cecilia Zorzi-Bianca Caruso sono 12me e Anna Bettoni-Carlotta Gianni 31me.

ARGENTO TRA I 420
A Bourgas, nelle acque del Mar Nero, sono scese in acqua anche le due flotte dei 420 (Open e Under 17) per disputare l’Europeo e anche su questo fronte, la vela italiana torna a casa con molti sorrisi e soprattutto una medaglia, l’argento ottenuto da Matteo Zerbin e Giulio Maccarone nella categoria Under 17, agguantata al fotofinish. Molto bene anche Veronica Ferraro-Giulia Ieraldi, che chiudono l’Europeo al settimo posto assoluto (e al primo della classifica femminile), e Andrea Spagnoli-Kevin Rio, noni. Per quanto riguarda la flotta Open, invece, primo posto per gli statunitensi Rogers-Parkin, settimo per Edoardo Ferraro-Francesco Orlando, undicesimo per Demi Rio-Maria Coluzzi (terze classificate tra le ragazze), 15mo per Mattia Panigoni-Riccardo Mirra, 16mo per Andrea Totis-Marco Zanni, 19mo per Maria Vittoria Marchesini-Alice Linussi, 30mo per Sofia Giondi-Giulia Gatta e 31mo per Erica Edda Ratti-Alice Tamburini.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi