developed and seo specialist Franco Danese

Ma non impariamo niente dal passato? Il limite per le navi da crociera a Portofino si riduce a meno di 600 metri!

Vismara V50 Dragon, in anteprima le foto del varo
23 luglio 2015
VIDEO Sesso debole a chi? Che spettacolo le ragazze del kitesurf!
24 luglio 2015

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Schermata-2014-11-20-alle-13.24.00
Passa il tempo, le tragedie si dimenticano. L’incidente della Costa Concordia era costato la vita a trentadue persone (110 i feriti). A poco più di tre anni dal disastro, un’ordinanza della Capitaneria di Porto stabilisce che da oggi le navi da crociera potranno arrivare più vicino all’Area naturale marina protetta di Portofino. E non di poco: abbassando il limite non valicabile da 0,7 miglia a 0,3 miglia: 556 metri
. «Uno schiaffo a un luogo unico», dicono quelli di Legambiente, “un’ordinanza scandalosa e pericolosa” che “ fa male all’ambiente e al turismo”.

I SOLITI DECRETI ALL’ITALIANA
Dopo il caso Concordia, il “decreto rotte” dei ministri Corrado Passera e Corrado Clini aveva spostato per le navi da crociera il confine delle aree protette a 2 miglia dalla costa.
Già allora le associazioni avevano considerato la legge riduttiva visto che non copriva “territori di pregio non protetti quali Capri, le Eolie o Pantelleria, dove gli inchini sono ancora consentiti”, come hanno spiegato Sebastiano Venneri e Santo Grammatico, responsabile mare di Legambiente e presidente di Legambiente Liguria. Passarono pochi mesi e le regole per l’AMP di Portofino mutarono, grazie a una deroga che ridusse a 0,7 miglia dalla costa il limite non valicabile. E oggi arriviamo a 0,3 miglia. Vi renderete conto che è davvero pochissimo.

FATECI SAPERE COSA NE PENSATE
Se il caso di Portofino si allargasse a macchia d’olio, aprendo a tutte le AMP di domandare deroghe alla distanza stabilita?
Questo è il timore di Legambiente, che chiede al ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti di intervenire al più presto e di estendere i vincoli del decreto rotte a tutte le isole minori e alle zone fragili anche al di fuori delle aree parco. Cosa ne pensate?

8 Comments

  1. bafi52 ha detto:

    io penso proprio che a tutti quelli che sono al governo, qualsiasi partito ci sia, non frega assolutamente niente, di quello che è successo, o quello che succederà. l’importante, per loro, è mettere in tasca solo del denaro.

  2. Simone ha detto:

    Basta pensare che i nostri politici erano a mangiare e bere sorridenti quando la Concordia approdò semidistrutta nel porto di Genova. Avrebbero dovuto piangere le vittime di questo immane disastro… E il comandante Schettino??? Frega nulla neppure a lui, impunito ed addirittura salito in cattedra per una lezione sulla gestione del panico in situazioni d’emergenza… Siam proprio in Italia!!!

  3. Paolo ha detto:

    Governo e politici sono in mano di poteri economici ai quali, gli uni e gli altri, non importa nulla del popolo. Però sono bravissimi nell’ostacolare la nautica da diporto ed i possessori di imbarcazioni, gli unici da colpire facilmente in quanto non protetti dai poteri di cui sopra.

  4. Paolo ha detto:

    Prima soldi soldi soldi
    poi si penserà a riparare i danni fatti
    ma riparare i danni vuole dire ancora soldi soldi soldi . . .
    e poi perchè non mettere anche qualche tassa ecologica?!!

  5. Rinaldo ha detto:

    Le navi quando entrano nei porti, vedi Savona o Livorno, sfiorano i pontili a pochi metri e se i comandanti e l’equipaggio sono preparati non credo ci siano problemi. Ovviamenti controlli e controlli su inquinamento e gestione eventuale emergenze tipo trombe marine o altro.

  6. Amedeo Moruzzi ha detto:

    Siamo alle solite ,la corruzione varca qualsiasi confine di buon senso.

  7. I¡¦ve been exploring for a little for any high quality articles or weblog posts on this sort of space . Exploring in Yahoo I ultimately stumbled upon this website. Studying this info So i am satisfied to express that I have an incredibly just right uncanny feeling I came upon just what I needed. I most surely will make certain to don¡¦t disregard this website and give it a look regularly.

  8. room design ha detto:

    I simply couldn’t go away your web site before suggesting that I actually loved the standard info a person provide to your visitors? Is going to be back steadily in order to check out new posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi