developed and seo specialist Franco Danese

Tacking Master, una rivoluzione analogica nella tattica di regata

Franck Cammas ti sta cercando, pronto a doppiare Capo Horn con lui?
10 luglio 2015
Drakkar 24, la barca-scuola secondo Dufour
10 luglio 2015

tacking-master
Si chiama Tacking Master ed ha “stregato” tutti i velisti più forti in giro per il mondo
, dai derivisti agli specialisti d’altura e dei monotipi. E’ utilizzato dai fuoriclasse della Star, era bordo dell’equipaggio svizzero di EFG, campione mondiale Melges 24 e di molti altri team che hanno ottenuto risultati di pregio in manifestazioni internazionali. Il suo funzionamento è completamente analogico (si tratta di una sorta di “orologio” con due ghiere da ruotare a seconda delle variazioni del vento, molto intuitivo) e questo fa sì che il prezzo sia decisamente basso: 79 euro Iva inclusa (CLICCA QUI PER ACQUISTARLO). Inoltre dimenticatevi delle batterie!

INSTRUCTION--e1433716227452-1024x859COME FUNZIONA (IN 5 MOSSE)
Il Tacking Master necessita soltanto di una bussola a bordo. Questa vi servirà per prendere i gradi del vento e della boa (sempre indicati in barca giuria) in modo da impostare il dispositivo. La visione d’insieme sul quadrante aiuta il tattico o timoniere a visualizzare tutti i più importanti dati di direzione, al fine di essere meglio preparati ad ogni cambiamento di direzione del vento e valutare in tempo reale i “buoni” e gli “scarsi”.

Step 1. Per prima cosa dovete impostare la corona della variazione di direzione del vento (shift) su zero. E’ quella grande, centrale e nera, con disegnata la freccia del vento e gli angoli di navigazione (in verde per le mure a dritta e in rosso per quella a sinistra) nelle varie andature. Per farlo, vi basterà agire sulla protuberanza della corona vicino al simbolo “-“.

Step 2. Il passo successivo consiste nello svitare (il senso è antiorario) la ghiera rossa in modo tale da allentare la pressione e consentire il regolamento della ghiera bianca che fa da contorno alla corona centrale. Il consiglio è di non svitarla troppo per non rendere troppo “mobile” la ghiera bianca.

Step 3. Adesso dovrete girare la ghiera bianca e impostare la direzione del vento (nella ghiera sono indicati gli intervalli di vento di 10° (ognuno di essi è inframmezzato da un puntino per una maggiore precisione).

Step 4. Ora non vi resta che configurare la direzione della boa (o del punto che volete raggiungere) con la freccia montata sulla ghiera nera.

Step 5. Riutilizzate la ghiera rossa e ruotatela in modo da “bloccare” le impostazioni. Adesso tocca a voi, fate camminare la barca al meglio!

ESEMPI DI UTILIZZO1START

2TACK

Tacking.50

3SHIFT

TACKING MASTER IN VIDEO


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi