developed and seo specialist Franco Danese

Campionato Mondiale J/70, si parte. Sette team italiani al via

1975-2015. Scopri tutte le copertine di 40 anni di VELA. E puoi portarle a casa!
7 luglio 2015
PROVA Le barche di domani avranno la carena dell’Advanced A44?
8 luglio 2015

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

j70Dopo due giorni di controlli di stazza, parte oggi il Campionato Mondiale J/70 a La Rochelle, in Francia. Sono oltre 80 gli equipaggi al via, con 16 nazioni rappresentate. L’uomo da battere è il campione iridato in carica Team Healy su Helly Hansen, ma gli occhi sono puntati anche sul duo Heather Gregg-Joe Bardenheier su Muse che detengono il titolo nella divisione Corinthian.

Calvi-Network-Key-West-2015-01I SETTE TEAM ITALIANI
L’Italia risponde con il campione d’Europa Carlo Alberini su Calvi Network che a inizio anno, con la vittoria della Key West Race, ha già mostrato di saper tenere testa ai team d’oltreoceano. Promettono di dare filo da torcere ai favoriti della vigilia anche L’elagain di Franco Solerio e Notaro Team di Luca Domenici, protagonisti dell’affollato e internazionale circuito Alcatel Onetouch 2015, che insieme a Jedi 70 di Matteo Difino, Andrea Zaoli su ITA765, Vittorio di Mauro su ITA105 e Ferdinando Battistella su Diva portano a sette il numero di equipaggi azzurri impegnati nella tenzone iridata.

LIVELLO ALTISSIMO
A darsi battaglia da oggi a sabato, in un serrato programma che prevede la disputa di quattro prove al giorno, team di altissimo livello provenienti da tutto il mondo: dalla medaglia olimpica Hugo Rocha per la Spagna agli australiani del pluri-titolato Steve McConaghy, passando per il Brasile con Mauricio Santa Cruz, per ben 4 volte sul tetto del mondo nei J/24 e tra i più forti nel panorama internazionale sulle piccole di casa J/Boats. Il programma iridato prevede dieci prove, il primo scarto farà ingresso a compimento della quinta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi