Mondiale ORC, mamma mia che forti gli italiani a Barcellona!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Schermata 2015-07-01 a 12.20.50Un rapido aggiornamento da Barcellona, dove si stanno svolgendo i Campionati Mondiali ORC: con la seconda giornata in cassaforte, e quattro prove all’attivo, la situazione è più che rosea per gli italiani. Vediamo, classe per classe, che cosa sta succedendo. (photo credit: Maria Muina – Sailingshots)

Giumat 2
Giumat 2 – foto Fabio Taccola

CLASSE B – UNA BARCA DEL 2002 FA VEDERE I SORCI VERDI A TUTTI I MODERNI RACER
Superprestazione di Giumat +2 di Flavio Enrico Trusendi (YC Livorno), un IMX45 SD, in classe B: la barca di Jeppesen, progetto del 2002, si sta dimostrando più che competitiva e l’equipaggio italiano ha fatto mangiare la polvere agli avversari, vincendo ben tre prove consecutive dopo il nono posto nella manche iniziale. Lungo 13,73 metri, largo 4,15 e con un pescaggio di 2,5, l’IMX di Trusendi ha come skipper Francesco Cruciani. Alle sue spalle Movistar, lo Swan 42 della gloria della vela spagnola Pedro Campos, distanziato di un solo punto, al terzo Koyama, XP-44 di Inaki Castaner.

Enfant Terrible - Foto Zerogradinord
Enfant Terrible – Foto Zerogradinord

CLASSE A – LOTTA AL VERTICE TRA… MARCHIGIANI
In classe A è lotta serrata per la vittoria tra Enfant Terrible Minoan Lines di Alberto Rossi (Ancona YC), già vincitore del titolo iridato lo scorso anno, e Xio di Marco Serafini (CV Portocivitanova): due italiani, anzi due marchigiani, a bordo di due TP52. Ben distante Jean Jacques Chaubard, terzo sul GP42 Team Vision Future. Da segnalare il quinto posto dello Swan 45 Random Research Ulika di Andrea Masi (CN Tecnomar), il nono dell’altro TP52 italiano in gara, Airis di Roberto Monti (skipper Cesare Bressan, circolo Il Portodimare) e il decimo di Stella, Sydney 46 di Stefano Fava (YC Parma).

Low Noise II - foto foto Maria Muina/RCNP
Low Noise II – foto foto Maria Muina/RCNP

CLASSE C – LOW NOISE IN LIZZA PER IL TITOLO
Low Noise II, l’Italia 998 di Giuseppe Giuffré, il campione del mondo in carica (skipper Duccio Colombi, circolo YC Chiavari), è in terza posizione, a due soli punti da i due X-37 a pari punti al comando, Solventis e Hansen, rispettivamente dello spagnolo Alberto Moro e Michael Mollmann. Da segnalare la quarta posizione dell’NM38S estone Sugar 2, con skipper Sandro Montefusco, e la quinta di Total Lubmarine Scugnizza di Vincenzo De Blasio (CC Napoli), già due volte campione del mondo.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

INEOS Britannia, a fuoco la barca di Sir Ben Ainslie

INEOS Britannia, a fuoco la barca di Sir Ben Ainslie

Il team di America’s Cup INEOS Britannia sta attraversando un periodo burrascoso, e non solo sul mare. Dopo un po’ di delusione nelle regate preliminari di America’s Cup, con un ultimo e penultimo posto alle tappe di Vilanova e Jeddah,

Torna su

Registrati



Accedi