developed and seo specialist Franco Danese

Vittorio Malingri naufraga a Panama e perde il suo Time of Wonder

Pierpaolo Ballerini, il solitario che… avrebbe vinto la Giraglia
29 giugno 2015
Scomparso Laurent Bourgnon, il fratello Yvan è disperato. Se ne va un grande velista
30 giugno 2015

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

malingri
Il Time of Wonder, la goletta-peschereccio (un Pinky Schooner 45 del 1975, ma il cui progetto è vecchio di un secolo) con cui Vittorio Malingri (assieme agli allievi della sua scuola di vela oceanica “Ocean Experience”) era in navigazione in Centro America, si è spiaggiato sulla barriera corallina di Turtle Cay, a Panama.

SUCCEDE ANCHE AI MIGLIORI
Succede anche ai più bravi.
Vittorio ha raccontato che si è spento il motore mentre stava uscendo da un porto e la corrente lo ha scaraventato sul reef, troppo vicino al momento dell’avaria all’entrobordo per avere il tempo di issare le vele o gettare l’ancora. Malingri e l’equipaggio ha passato alcuni giorni a scaricare la barca.

BARCA IRRECUPERABILE
Pur non essendo nuovo a questi incidenti
(due volte con il trimarano di Giovanni Soldini e una volta, nel 1988, con Huck Finn a Tarifa), questa è la prima volta che Malingri perde una barca di sua proprietà. Infatti il Time of Wonder è irrecuperabile: le barche di solito in quel tratto di mare, una volta abbandonate, diventano di proprietà degli indio che le fanno a pezzi a colpi di machete, per recuperare più materiale possibile.

SALTA L’IDEA GOLDEN GLOBE
E pensare che Malingri aveva intenzione di iscriversi al Golden Globe 2018, la regata intorno al mondo sulla rotta della mitica prima edizione del 1968
, in occasione del cinquantenario. L’organizzazione della manifestazione aveva espresso parere favorevole alla partecipazione di Vittorio, ma ora salta tutto…

4 Comments

  1. ANDREA S ha detto:

    NOOOOOO…!!! Vittorio….che peccato…!!!

  2. Alessia ha detto:

    Ma è quello che ha scritto l’articolo qui sotto?
    Sembra che possa diventare socio onorario del “Club delle Mammolette”!

    http://www.giornaledellavela.com/content/html/index.php?s=Lasciate_a_casa_le_mammolette_LOceano_non_Vittorio_Malingri_punta_il_dito_contro_chi_si_butta_in_oceano_senza_la_necessaria_preparazione_per_stabilire&page=nodeDetail&idRecord=19578

    Anche stavolta il mare ha regolato la pendenza con gli arroganti.

  3. Giorgio ha detto:

    Alessia, prima di parlare a vanvera riguardati il curriculum di Vittorio. E rileggiti bene l’articolo del tuo link. Ha perfettamente ragione in quello che scrive, il mare non perdona nessuno, figurati gli impreparati! Poi una cosa è tentare un record senza avere le conoscenze, tanto ormai un colpo di satellitare ti risolve il problema (con costi esorbitanti di salvataggio pagati dalle assicurazioni) e un conto è perdere la barca nella situazione che è successa a lui e che poteva capitare a chiunque, bravo o no. Si vede che non hai esperienza di navigazioni serie, se no non avresti scritto una cosa del genere.
    Credimi, non basta avere uno sponsor e una buona barca per tentare ogni cosa. Devi avere anni e anni di esperienza. E anche le aziende hanno le loro colpe, perché affidano a degli incapaci, magari con ottime agenzie di pubblicità alle spalle, cifre che potrebbero essere spese meglio e con alte probabilità di successo.
    Non pensare che sia un amico di Vittorio che vuole difenderlo a spada tratta, ma da buon marinaio con 23 anni di navigazioni oceaniche, 9 passaggi a Capo Horn e due viaggi in Antartide, posso permettermi di riconoscere uno bravissimo da dei dilettanti.
    Ciao, buon vento!

  4. Ivo lontano ha detto:

    Ciao Vittorio,ho appeso solo adesso del problema che hai avuto a Panama,voglio solo dirti che il fatto mi rattristisce per due motivi,uno è per te,per l’amore e il rispetto con cui tratti la barca con cui navighi,perdere una barca è perdere una parte di se stessi,ti abbraccio,due perché avrei voluto navigarci con te su quella barca. Buon vento a te Vittorio. Saluti Ivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi