developed and seo specialist Franco Danese

San Francisco-Shanghai, Soldini re del Pacifico

VIDEO L’intervista a Roberto Lacorte, il più veloce della 151 Miglia
2 giugno 2015
FOTO Chriscostar, la Star… secondo Luca Brenta
3 giugno 2015

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Maserati_050515
Ventuno giorni, 19 ore, 32 minuti, 54 secondi: è il tempo impiegato da Maserati per percorrere la Rotta del Tè, vale a dire la tratta da San Francisco a Shanghai, solcata a metà dell’800 per fini commerciali dai più avventurosi e moderni clipper dell’epoca
. Un ottimo tempo di traversata, che Giovanni Soldini e Maserati chiederanno di ratificare al World Sailing Speed Record Council, l’organismo internazionale che certifica i migliori tempi di percorrenza delle imbarcazioni moderne sulle rotte storiche dei clipper.

arrivo_lineaMaserati ha tagliato la linea del traguardo a Shanghai il 31 maggio alle ore 21.25.44 (le 23.25.44 italiane, le 5.25.44 del 1 giugno locali). Partiti da San Francisco la notte del 10 maggio alle ore 1:52:50 GMT (le ore 3:52:50 italiane), hanno percorso 7392 miglia reali (5334 sulla rotta ortodromica) alla velocità media di 14,1 nodi. A bordo con Soldini un equipaggio di otto persone: gli italiani Guido Broggi,Andrea Fantini, Francesco Malingri e Marco Spertini; il tedesco Boris Herrmann; il cinese Jianghe “Tiger” Teng; lo spagnolo Oliver Herrera Perez; lo svedese Andreas Axelsson.

“Siamo soddisfatti, è andata bene”, ha dichiarato Soldini subito dopo aver tagliato la linea del traguardo. “Maserati si è rivelata come sempre un ottimo mezzo, e l’equipaggio si è dimostrato efficiente e affiatato. 21 giorni da San Francisco a Shanghai sono un tempo di tutto rispetto. Chiederemo al World Sailing Speed Record di certificarlo. Abbiamo avuto quasi sempre buone condizioni. La prima parte del percorso è stata molto veloce: ci abbiamo messo solo sei giorni fino alle Hawaii, un gran tempo. Poi per una decina di giorni abbiamo fatto delle buone medie, sempre con lo spi, nell’aliseo. La parte finale, di avvicinamento alla Cina, è stata la più ostica, con venti deboli, piogge, ma ce l’aspettavamo. C’è stato anche un terremoto mentre passavamo di fianco alle isole del Giappone. Questa rotta, che è stata molto importante nell’800, è sempre importante anche oggi. La speranza è queste 7000 e passa miglia diventino in futuro un record classico per i monoscafi, come la New York-San Francisco”.

Il prossimo appuntamento del VOR 70 Maserati sarà a fine anno in Australia per partecipare alla Rolex Sidney-Hobart Yacht Race, una delle regate più conosciute e difficili al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi