Soldini e Maserati pronti per la San Francisco-Shanghai

Maserati_050515Giovanni Soldini e l’equipaggio di Maserati si trovano da qualche giorno in stand-by a San Francisco, pronti a partire alla volta di Shanghai non appena le condizioni meteorologiche saranno favorevoli.

L’obiettivo del team capitanato da Soldini è quello di stabilire un record nuovo su una rotta antica: la Rotta del Tè da San Francisco a Shanghai (una rotta parallela rispetto alla più classica Londra-Hong Kong), che veniva solcata nell’800 per fini commerciali dai più avventurosi e moderni clipper dell’epoca.

7.315 miglia nell’Oceano Pacifico, cariche di fascino e di storia, che videro i clipper sfidarsi tra loro, a metà del XIX secolo, in veri e propri record di velocità. Il più veloce fu Swordfish, comandato da Charles Collins, che nel 1853 compì la tratta in 32 giorni e 9 ore, con una media di 225 miglia al giorno, battendo di due giorni il record precedente che apparteneva a Romance of the Sea.

Su questa rotta antica Giovanni Soldini e Maserati tenteranno di stabilire un record nuovo, che verrà ratificato ufficialmente dal World Sailing Speed Record Council, l’organismo internazionale che certifica i migliori tempi di percorrenza delle imbarcazioni moderne sulle rotte storiche dei clipper.

A bordo di Maserati, oltre a Soldini, ci sarà un equipaggio di otto persone: gli italiani Guido Broggi, Andrea Fantini, Francesco Malingri e Marco Spertini; il tedesco Boris Herrmann; il cinese Jianghe “Tiger” Teng; lo spagnolo Oliver Herrera Perez; lo svedese Andreas Axelsson.

Così Giovanni Soldini descrive la sua prossima sfida: “È molto affascinante ripercorrere le rotte storiche dei grandi navigatori del passato. Lo abbiamo fatto tre anni fa con la Rotta dell’Oro, ci proviamo quest’anno con la Rotta del Tè.

Da San Francisco a Shanghai non esiste un record recente di riferimento, ma crediamo che Maserati riuscirà a stabilire un buon tempo, difficile da battere, sperando ovviamente che queste 7000 miglia diventino in futuro un record classico, come la New York-San Francisco. Per Maserati questo tentativo di record rappresenta anche un’ottima occasione per avvicinarsi all’Australia, da dove in dicembre partirà la mitica regata Rolex Sydney-Hobart, che sarà il nostro prossimo appuntamento”.

Durante le regate aggiornamenti continui con video e immagini provenienti da bordo e cartografia con posizioni di Maserati in tempo reale su www.maserati.soldini.it(<http://www.maserati.soldini.it/>) e sui social network: Facebook (Giovanni Soldini Pagina Ufficiale, più di 40.000 amici), Twitter @giovannisoldini (più di 127.000 follower).


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Ecco come funziona la prima barca a vela a idrogeno

Lo skipper britannico Phil Sharp ha di recente presentato il suo nuovo Imoca “OceansLab”, la prima barca a vela da regata che integra un sistema di energia elettrica a idrogeno. E con questa tecnologia “green” parteciperà al Vendée Globe 2024.

Torna su