developed and seo specialist Franco Danese

L'ILCA dice NO alla nuova Associazione Laser. Che pasticcio!

Velista dell'Anno, ecco come sta andando
9 marzo 2015
Ai Cantieri degli Aregai a scuola di rispetto… della barca e dell'ambiente
9 marzo 2015

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

italia_laser_cup_20120920L’ILCA (International Laser Class Association), l’associazione mondiale della classe velica più diffusa al mondo, ha negato il riconoscimento internazionale alla nuova associazione AICL (Associazione Italia Classi Laser), recentemente riconosciuta dalla FIV, confermando che il proprio distretto di riferimento resta l’Assolaser. Un bel pasticcio che vi avevamo preannunciato in due diversi articoli dove vi avevamo spiegato l’inverosimile situazione in cui versavano i laseristi italiani con la nascita di una nuova classe che si andava a sovrapporre a quella ufficiale, l’Assolaser. L’ILCA ha quindi rifiutato la richiesta pervenuta il 3 marzo scorso da parte della Federazione Italiana Vela: lo statuto della nuova Associazione proposto dalla FIV infatti è risultato troppo distante da ciò che l’ILCA vuole. Quale è il risultato di questo mancato riconoscimento? Semplice e tragico: i laseristi italiani non potranno iscriversi alle regate internazionali con la tessera della neonata associazione. Incredibile ma vero.
Santander-2014-Laser-Fleet-Start

Inoltre, entro la fine di questa settimana si capirà se il TAR accetterà il ricorso presentato dall’Assolaser. Nel caso il ricorso venga accettato ci vorranno dai 24 ai 36 mesi per arrivare a un esito ufficiale. 24 o 36 mesi significa mettere in discussione, come avevamo già fatto notare, le Olimpiadi di Rio 2016. Ci chiediamo quale sarà la prossima mossa del Presidente Croce che, lo ricordiamo ancora una volta, è anche a capo dell’ISAF. La mossa sbagliata è stata a nostro avviso la decisione della FIV di commissionare l’Assolaser, per modificarne lo statuto, senza avere i requisiti per farlo. L’Assolaser infatti non è una società sportiva affiliata, ma è il distretto italiano dell’ILCA e come tale non poteva essere commissariata dalla FIV che avrebbe invece dovuto coinvolgere l’ILCA, la diretta interessata in caso di modifiche allo statuto di uno dei suoi distretti.
USSailingTeam_20140805_IMG_9544_NoWM_Credit_Will_Ricketson_USSailing

Ora sarà interessante capire cosa farà l’ILCA per consentire ai laseristi italiani la partecipazione alle regate internazionali. All’inizio di aprile a Malcesine ci sarà lo Youth Easter Meeting, come faranno i nostri atleti a partecipare? Secondo voci di banchina, l’ILCA si sta organizzando in modo tale da permettere ai laseristi italiani di iscriversi all’EURILCA direttamente a Malcesine, a prezzi scontati, e poter così partecipare alla regata. Non una bella figura per la nostra Federazione, sia a livello internazionale, sia nei confronti dei nostri atleti costretti a vivere questa situazione di stallo.

4 Comments

  1. dino solari ha detto:

    Ma i vertici FIV non sapevano che ASSLASER e` un distretto ILCA e non avevano autorita per commissariarla?
    Se non lo sapevano sono degli incompetenti e mi aspetto le loro dimissioni con tanto di scuse ad ASSOLASER

  2. dino solari ha detto:

    Ma i vertici FIV non sapevano che ASSOLASER e` un distretto ILCA e non avevano autorita per commissariarla?
    Se non lo sapevano sono degli incompetenti e mi aspetto le loro dimissioni con tanto di scuse ad ASSOLASER

  3. ciccio rossi ha detto:

    Ma cosa è l’ILCA ? Meno di niente !! Non ha nessuna autorità sulle partecipazioni alle regate in Italia ed all’estero ! Un mondiale Laser od europeo o coppa europa non è sotto l’egida dell’ILCA ma sotto quella dell’ISAF della quale la FIV è emanazione per cui quello che decide la FIV o l’ISAF è LEGGE e l’ILCA non conta nulla:

  4. Paolo Benini ha detto:

    non ho mai letto tante inesattezze come in questo articolo. Se si fa informazione bisogna farla bene e non dicendo cose inesatte. Sbagliate la data del TAR, sbagliato parlare di commissariamento che infatti non c’è stato. La FIV ha nominato un commissario ad acta e cioè una persona che curasse L adeguamento di assolaser alle richieste tecniche e statutarie di FIV. Ricordo inoltre che in base alla legge Melandri lo statuto assolaser non è regolare. Dopodiché quando assolaser , ditta che organizza eventi, non si è’ adeguata FIV ha ritirato,il riconoscimento esercitando una sua prerogativa. L importante e’ che assolaser non organizzi più eventi in Italia . Spendere poi 50 euro più o meno per una tessera non sarà infine un problema . Comunque l acqua scorre sempre nel solco più grosso …..alla fine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fai il bordo giusto, iscriviti!

La newsletter più completa per il mondo della vela