Pacific Trash Vortex, tutta la verità in un film

Schermata 2015-03-04 a 16.39.30
Il suo nome è Pacific Trash Vortex e si trova nella zona di calme equatoriali dell’Oceano Pacifico a metà strada tra le Hawaii e le coste del Nord America
: ne abbiamo parlato anche noi qualche anno fa. Si tratta di un’isola nel bel mezzo del Pacifico costituita interamente da rifiuti, che copre un’area di oltre un milione di chilometri quadrati (più grande della penisola iberica). Un disastro ecologico di cui si parla sempre troppo poco e su cui vale la pena informarsi.

cartolina-PlasticParadisePLASTIC PARADISE: COSA STA DIETRO ALLA GRANDE ISOLA DI RIFIUTI IN PACIFICO?
A questo proposito segnaliamo l’anteprima italiana del film Plastic Paradise di Angela Sun, in programma il prossimo 18 marzo all’Acquario Civico di Milano. Le immagini che Angela mostra, insieme alle più recenti scoperte scientifiche, rivelano come la verità che sta dietro al mito di questa immensa isola di plastica sia peggiore di quello che ci si possa immaginare. Una crescente miriade di coriandoli tossici, la cui pericolosità e tossicità è confermata da scienziati ed esperti, sta ormai distruggendo l’oceano e la catena alimentare dalla quale dipende anche l’uomo.

Angela-caution-tape-in-the-water1Nel corso del film la regista (nella foto a lato) ripercorre le azioni condotte dagli attivisti per aumentare la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, insieme a chi combatte per risolvere il problema attraverso gli strumenti legislativi. Ma verrà svelata anche quale è la verità nascosta dietro al business del riciclo e il punto di vista degli esponenti della grande industria petrolchimica.

DOVE, QUANDO, CHI
L’anteprima italiana è organizzata da Istituto Tethys, con la collaborazione dell’Acquario Civico di Milano – che ospiterà l’evento – e Novamont, azienda leader nel settore della produzione di bioplastiche biodegradabili e compostabili. La proiezione si terrà presso l’Acquario Civico di Milano, in Sala Vitman, il 18 marzo 2015 alle ore 21.00. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Al termine del film è prevista una discussione sui temi affrontati con la partecipazione del prof. Giuseppe Notarbartolo di Sciara, presidente dell’Istituto Tethys, della prof.ssa Maria Cristina Fossi, responsabile scientifico del Laboratorio di BioMarkers dell’Università di Siena e a capo del progetto Plastic Busters, un piano di mappatura analisi e divulgazione scientifica sull’inquinamento marino dovuto alle plastiche, e del dott. Andrea Di Stefano, responsabile Progetti Speciali e Comunicazione di Novamont.


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Polizia Slovena

Se hai un natante… SLOVENIA PROIBITA

Se teoricamente sarebbe possibile andare Slovenia senza superare il limite delle 12 miglia dalla costa, limite massimo a cui possono spingersi i natanti italiani (con patente nautica), la normativa slovena richiede che tutte le imbarcazioni oltre i 3 metri siano

2 euro croati

Crociera in Croazia 2023, cosa cambia con Schengen

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Dal

Torna su