E voi, siete pronti per la VELA Cup del 9 maggio?

cup_web-thumbnail-1Per noi il VELAFestival è l’estensione del Giornale della Vela che abbandona i confini della carta e del web per diventare una realtà fisica. Per questo ci stiamo lavorando e vi aggiorniamo, come se facessimo con voi una riunione di redazione. E allora ci sembra giusto darvi i primi aggiornamenti su ciò che stiamo preparando per voi. Innanzitutto vi sollecitiamo: siete pronti a mettervi alla prova alla VELA Cup, il grande evento velico del Tigullio del TAG Heuer VELAFestival in programma sabato 9 maggio? Una navigazione competitiva, ma non troppo, nel meraviglioso golfo del Tigullio: non la solita regata riservata ad equipaggi esperti. Ci saranno anche loro, ma in una classifica a parte. E ci saranno classifiche e premi per ogni genere di barca, dalle derive (iscrizione gratis!) alle barche d’epoca, passando per i multiscafi.

ISCRIVETEVI!
Potete già iscrivervi cliccando QUI. Potrete partecipare con la vostra barca (ormeggiando a Santa Margherita Ligure vi saranno riservati, sino ad esaurimento, posti barca nelle banchine davanti al lungomare a prezzi particolari) oppure noleggiarla (QUI l’elenco degli operatori charter convenzionati).

santa-margherita-ligure-velafestival-velacup-vela-cup-gdv-giornale-della-velaCHE COS’E’ LA VELA CUP
La VELA Cup è innovativa regata/veleggiata aperta a tutte le barche di ogni dimensione e foggia, senza limitazioni d’età, senza burocrazia né complicazioni tecniche, con classifiche stilate in base alla lunghezza e premi “quasi per tutti”. Tutti possono partecipare. I più rilassati a “vele bianche” – senza spi e gennaker – con una classifica riservata, e gli equipaggi più agguerriti che si vogliono confrontare sfruttando tutte le potenzialità della barca e capacità dell’equipaggio. Si svolge Sabato 9 maggio nella cornice dello splendido Golfo del Tigullio, con passaggio davanti a Portofino con partenza e arrivo davanti alle rive di Santa Margherita. La VELACup si trasferisce poi, terminata la regata, negli spazi del VELAFestival e culmina in una grande festa in banchina e nello spazio eventi/Hospitality con la premiazione con premi per “quasi tutti”, uno show e un cocktail.

Mappa_Tigullio-tileIL PERCORSO
Il percorso della VELA Cup è costiero, nella cornice dello splendido Golfo del Tigullio, con partenza e arrivo davanti alle rive di Santa Margherita e passaggio davanti a Portofino. La partenza, il 9 maggio al mattino, avviene davanti al porto di “Santa”, si prosegue sino alla boa davanti al golfo di Portofino e ci si dirige all’estremità del Golfo del Tigullio, a Sestri Levante, per poi far ritorno a Santa Margherita, per un totale di 18 miglia. A seconda della direzione del vento, il percorso può essere invertito e ridotto in caso di “poco vento”. Il golfo del Tigullio è uno dei tratti più carichi di fascino e di storia della costa ligure. E’ qui che, nella seconda metà dell’800, i leudi e le barche da carico si sfidavano in velocità prima di entrare ufficialmente in servizio sulle rotte loro assegnate. E navigavano a vele bianche, ovvero solo con randa e genoa, senza gennaker o spi. E’ per rinverdire questa tradizione, che anche i partecipanti alla VELA Cup nella “classe crociera” non useranno “le vele a pallone”, ma dovranno sfruttare ogni raffica per dimostrare di essere i migliori.

VSBR2012-DAY3-23941-copia-tileCHI PUO’ PARTECIPARE
Tutte le barche e multiscafi senza limitazione d’età, senza usare il certificato di stazza (IRC/ORC/CIM) a partire da 3 metri in su con divisione per lunghezza fuoritutto, in due categorie, “classe crociera” (vele bianche) e “classe regata” (spi, gennaker, ecc), con le seguenti classifiche:

– classifica generale “overall” per tutte le barche (esclusi multiscafi)
– classifica generale “classe crociera” (vele bianche/ esclusi multiscafi)
– classifica generale “classe regata” (spi, gennaker, ecc./ esclusi multiscafi)

Verranno stilate delle classifiche speciali anche per le seguenti categorie:

– barche d’epoca (costruzione anteriore al 1950 con qualsiasi materiale di costruzione)
– barche classiche (costruzione anteriore al 1975 con qualsiasi materiale di costruzione)
– barche aperte (senza cabina, esclusi multiscafi)
– monotipi (stesso modello di un unico cantiere)
– multiscafi

Le classifiche vengono stilate in tempo reale potranno essere suddivise in divisioni per lunghezze fuoritutto omogenee (dichiarate dal cantiere). Chi si iscrive in “classe crociera” deve navigare a “Vele Bianche” e cioè con sola randa e genoa/fiocco. Chi si iscrive in “classe regata” può utilizzare qualsiasi vela (spi, gennaker, code 0 ecc).

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

campionato invernale

Fenomenologia (semiseria) del Campionato Invernale

Finita l’estate, il regatante lo sa. E’ tempo di Campionati Invernali, in giro per le nostre coste: li seguiremo per voi, con vincitori, cronache e storie. Ma per introdurvi l’argomento come si deve, abbiamo chiesto a Marco Cohen, produttore cinematografico

Marina Punta Gabbiani

Ecco dove tenere la tua barca per l’inverno in Alto Adriatico

Marina Punta Gabbiani – Un’oasi nell’Alto Adriatico All’interno della laguna di Marano, una bellissima oasi naturale quasi all’estremo est della Penisola, sorge il Marina Punta Gabbiani. Oltre trecento posti ormeggio in banchina e altri trecento posti nel dry marina, che

Torna su