developed and seo specialist Franco Danese

VIDEO. Soldini e Maserati: la nuova stagione vede la sfida ai giganti

Velista dell'Anno TAG Heuer 2015: le barche d'epoca vincenti
21 gennaio 2015
VIDEOSTORY. La barca a impatto zero esiste davvero. E ha 37 anni!
22 gennaio 2015

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

ApeMaserati2Chi l’avrebbe mai detto che Giovanni Soldini nella sua vita non aveva mai partecipato alla Sidney Hobart? Ma non è mai troppo tardi: il 2015 sarà l’anno giusto per inserire anche questo ultimo fiore all’occhiello nella carriera dell’oceanico italiano che parteciperà a bordo del VOR 70 Maserati. Ma andiamo con ordine.

Diciamocelo... cosa legge a bordo nei turni di riposo Pierre Casiraghi?

Diciamocelo… cosa legge a bordo nei turni di riposo Pierre Casiraghi?

Questa mattina allo Yacht Club de Monaco è stata presentata la stagione di Maserati: presenti il presidente della Fiat e armatore di Maserati John Elkann, il principino Pierre Casiraghi e lo skipper Giovanni Soldini. La prima regata della stagione, dopo due mesi di lavori durante i quali Il VOR 70 è stato smontato e rimontato (“una Maserati a km 0” scherza Soldini) sarà la Rorc Carribean 600 race con a bordo anche John Elkann e Pierre Casiraghi. In questa occasione, l’equipaggio di Soldini si confronterà nelle acque caraibiche, con scafi di tutto rispetto con i quali sara vera battaglia in acqua: il Vor70 Monster Project, Ragamuffin 100 e il nuovo Rumbler 88, il mostro in carbonio.

Da sinistra, John Elkann, Pierre Casiraghi, Giovanni Soldini

Da sinistra, John Elkann, Pierre Casiraghi, Giovanni Soldini

Poi l’equipaggio di Maserati partirà per San Francisco da dove proverà a stabilire un nuovo record sulla rotta San Francisco-Shangai: “Il mio obiettivo è quello di impiegarci 21 giorni” dichiara Soldini. Una navigazione di circa 7 mila miglia che ripercorre le tappe dei clipper dell’800 (32 giorni e 9 ore il primato da battere, che appartiene dal 1853 a Swordfish). E per finire la Sidney Hobart che Soldini non ha mai fatto è che permetterà all’equipaggio di confrontarsi con altri VOR 70, oggi tutti di armatori australiani: “Sarà la mia prima volta alla Sidney Hobart. Una regata mitica che mi manca: mentre facevo il giro del mondo nel 1999 ho incontrato la flotta di quella che probabilmente è stata una delle edizioni più tragiche di sempre. Oggi il progetto di Maserati non  è solo quello di regatare per il mondo, ma è anche un modo per portare grandi marchi in giro per il globo a conquistare grandi mercati. Da quest’anno sarà con noi anche Unipol Sai Assicurazioni. Per questo motivo Stati Uniti e Cina sono per noi tappe obbligatorie”

JOHN ELKANN: VOGLIO BATTERE RAGAMUFFIN

PIERRE CASIRAGHI: ALLA RORC CARIBBEAN 600 CI SARA’ DA FATICARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi