Il ruggito dei (vecchi) leoni del mare

peyron-knox-johnstonUna Route du Rhum, due storie parallele. Due storie di grandi marinai non proprio di primo pelo (anzi, in un caso, davvero attempati) che hanno dimostrato tutto il loro valore, finendo per essere osannati in patria, e che vi raccontiamo.

loick peyronPEYRON, EROE (QUASI) PER CASO
La prima è quella di Loïck Peyron, che a 55 anni ha vinto la classica transoceanica (3.542 miglia in solitario da Saint Malo a Pointe-à-Pitre, in Guadalupa) sul maxi trimarano Banque Populaire, mettendo in riga tutti gli altri grandi navigatori e stabilendo il nuovo record della regata (e pensare che non avrebbe neanche dovuto partecipare, ma l’infortunio dell’amico Armel Le Cleac’h lo ha lanciato a bordo della superbarca in qualità di sostituto). Il successo gli è valso l’elezione a Marin de l’Année 2014, che in Francia equivale al nostro Velista dell’Anno.

robin knox johnstonKNOX-JOHNSTON, IL “SIR” SEMPREVERDE
L’altra storia ha come protagonista il mito Robin Knox-Johnston
: sull’Open 60 Grey Power è arrivato terzo nella categoria Rhum. Un risultato eccezionale, Sir Robin ha 75 anni (nel 1969 completo la sua circumnavigazione del mondo senza scalo in solitario in occasione del Golden Globe). E’ ovviamente arrivato anche per lui il titolo di velista dell’anno inglese (Yachtsman of the Year, assegnato da boats.com in collaborazione con la Yacht Journalists Association). Un titolo che gli viene assegnato per la quarta volta, la prima fu proprio nel 1969. Gallina vecchia fa buon brodo. Anche voi, tra i 100 candidati al Velista dell’Anno TAG Heuer 2015 che vi stiamo presentando, voterete un vecchio volpone?

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Polizia Slovena

Se hai un natante… SLOVENIA PROIBITA

Se teoricamente sarebbe possibile andare Slovenia senza superare il limite delle 12 miglia dalla costa, limite massimo a cui possono spingersi i natanti italiani (con patente nautica), la normativa slovena richiede che tutte le imbarcazioni oltre i 3 metri siano

2 euro croati

Crociera in Croazia 2023, cosa cambia con Schengen

Dal 1° gennaio la Croazia, già paese membro dell’Unione Europea, è entrata ufficialmente a far parte dello spazio Schengen e ha adottato l’euro. Abbiamo chiesto all’Ente Nazionale Croato per il Turismo, cosa cambia per i diportisti italiani che vogliono visitare

Torna su