Velista dell'Anno TAG Heuer 2015: gli armatori IRC/ORC vincenti

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

magnifici 100Ci siamo. Anche quest’anno è arrivato il momento di assegnare il premio più prestigioso della vela italiana. Il Velista dell’Anno viene assegnato dal 1991 al miglior velista italiano eletto da un sondaggio sul web che coinvolge nella prima fase migliaia di appassionati e viene decretato da una giuria di qualità. E, quest’anno abbiamo pensato di coinvolgervi ancora di più: mai, come nei prossimi giorni, saranno i vostri voti a decretare chi farà parte della rosa dei candidati alla vittoria finale, tra i quali sarà svelato, in occasione del TAG Heuer VELAFestival 2015 (dal 7 al 10 maggio a Santa Margherita Ligure: qui trovate tutto sull’evento), il Velista dell’Anno TAG Heuer 2015.

velista dell'annoI “MAGNIFICI CENTO”
Sono tanti, i velisti meritevoli che si sono distinti per risultati, imprese, passione e persino mecenatismo. Troppi per fare una rigida selezione iniziale. Così, classifiche e articoli alla mano, in redazione abbiamo fatto un resoconto della stagione passata individuando 100 “nomination” tra derivisti, specialisti delle classi olimpiche, dei monotipi, delle regate di altura IRC e ORC del circuito delle vele d’epoca, marinai e progettisti. Ma non solo. Ogni armatore sa che la barca ha un’anima. E allora, ci siamo detti, perché non considerarla alla stregua di una persona? Abbiamo creato anche due categorie ad hoc, relative alle barche vincenti sia d’altura che classiche.

COME FUNZIONA
In questi giorni, partendo da oggi, vi presenteremo, categoria per categoria, i candidati da noi selezionati. Badate che le categorie sono solo indicative, perché si tratterà di un vero e proprio “calderone” in cui varrà la regola del “tutti contro tutti”: terminata la presentazione delle nomination si andrà ai voti, e sarete voi, con la vostra preferenza espressa sul nostro sito, a operare le successive scremature. Da 100 ne rimarranno 50, da 50 25 e così via, fino a individuare la rosa di papabili che potrete conoscere di persona al TAG Heuer VELAFestival e tra i quali una giuria di qualità, composta dai migliori giornalisti e professionisti della vela, decreterà (tenendo in considerazione anche il numero di voti che avete espresso) il vincitore del Velista dell’Anno TAG Heuer 2015.

CANDIDATI IN PASSERELLA – GLI ARMATORI IRC/ORC E ALTURA
Iniziamo a presentarvi i primi nomi, quelli degli armatori che più si sono distanti, quest’anno in Altura, IRC, ORC ma non solo.

giuseppe giuffréGIUSEPPE GIUFFRÉ – 73 ANNI
Giuseppe Giuffré, quest’anno, ha realizzato la doppietta sognata da ogni armatore vincendo sia il Mondiale (Classe C) che l’Europeo ORC (Classe B) con il suo M37 Low Noise (timoniere Duccio Colombi, tattico Lorenzo Bodini). Ma l’editore (e Cavaliere del Lavoro) lombardi è uno di quelli che amano le sfide. “Stanco” di vincere tutto, ha deciso di rimettersi in discussione acquistando il nuovo Low Noise, un’Italia Yachts Custom 9.98. Ce la farà a replicare i suoi tantissimi successi? Intanto, è stato eletto dall’UVAI Armatore dell’anno 2014…

piero platonePIERO PLATONE – 42 ANNI
Non è assolutamente facile vincere il Campionato Italiano Offshore, il circuito nazionale che riunisce le quattordici regate d’altura più importanti del calendario e che ha coinvolto oltre 360 barche. Ci è riuscito Piero Platone, armatore genovese del J-111 Black Bull, una lunga esperienza come minista alle spalle. E quasi sempre ministi sono i suoi compagni di equipaggio. Metti tanti solitari insieme, fai squadra, e vinci.

marino quaiatMARINO QUAIAT – 49 ANNI
Marino Quaiat è l’armatore dell’RC44 Illyteca. Il titolare del cantiere Quaiat Yard ha tenuto con il fiato sospeso l’intera Trieste quando, all’ultima Barcolana, ha rischiato di vincere in tempo reale interrompendo il dominio sloveno di Esimit Europa II. Il “quasi eroe” triestino ha compiuto comunque un’impresa da annali, battendo barche giganti lunghe quasi tre volte tanto.

alberto rossiALBERTO ROSSI – 55 ANNI
Con la vittoria del mondiale ORC di Kiel 2014, in Classe A sono tre. Per tre volte l’anconetano Alberto Rossi, armatore del TP52 Enfant Terrible, si è fregiato del titolo iridato (le altre volte sono state nel 2011 e 2012). Appassionato regatante, Rossi, quest’anno, si è portato a casa anche il bronzo al Campionato Mondiale Farr 40 di San Francisco (oro nel 2013 a Newport).

martino orombelliMARTINO OROMBELLI – 60 ANNI
Il simpatico armatore milanese, timoniere dello Swan 42 Mandolino, è un vero team builder, bravissimo nella gestione e nell’organizzazione del proprio equipaggio: in un solo anno (infatti ha acquistato Mandolino nel 2013) Orombelli ha fatto passi da gigante trionfando alle due regate di altura più importanti del Tirreno nel 2014, la 151 Miglia e la Giraglia.

rodolfi-auguadroMARCO RODOLFI/MATTEO AUGUADRO – 50 ANNI/38 ANNI
Milanese, classe 1965, Marco Rodolfi è probabilmente l’armatore più poliedrico del panorama italiano. Ha iniziato sui Laser, poi è passato sul Soling, Ha alle spalle molte ARC (l’ultima proprio quest’anno, chiusa al terzo posto overall con il suo Swan 80 Berenice), ha concluso secondo alla Rolex Swan Cup di Porto Cervo 2014, ma il meglio di sé lo dà in coppia con il titolato velista Matteo Auguadro, a bordo del Class 40 TWT Ucomm. Quest’anno i due hanno vinto in reale la Cinquecento ed è arrivato secondo alla Duecento.

lanfranco cirilloLANFRANCO CIRILLO – 55 ANNI
Architetto trevigiano, in Russia è una vera e propria archistar. In Italia, invece, è conosciuto come “mecenate della vela”: è lui infatti il deus ex machina del Fantastica Sailing Team, la squadra che raccoglie giovani e meno giovani con obiettivi importanti, come la conquista di una medaglia olimpica (nella classe Finn, o tra i Nacra 17). Ha offerto a Giancarlo Pedote il suo Class 40, con cui il velista fiorentino ha preso parte alla Route du Rhum. Suo l’appello, lanciato ai “colleghi” armatori, di destinare almeno il 10% del budget utilizzato sui maxi o su altre barche al supporto dell’attività velica giovanile. Ce ne fossero, di Lanfranchi Cirilli!

LA LISTA AL COMPLETO
In attesa di conoscere la storia di ciascuno di loro nel dettaglio e le motivazioni della nostra candidatura, ecco la lista dei nomi (rigorosamente in ordine alfabetico) dei “magnifici cento”, uomini e barche:

Achille Onorato, Alberto Bolzan, Alberto Bona, Alberto Rossi, Alberto Simeone, Alessandro Caldari, Alessandro Di Benedetto, Alice Secco/Martina Galvan, Andrea Fornaro, Andrea Mura, Andrea Pendibene, Angry Red Unitenergy (T-34), Antono Squizzato, Baciottinho (Dufour 34 Performance), Black Bull (J-111), Blu Colombre (First 40.7), Carlo Alberini, Carlo Ciabatti, Carlotta Omari/Francesca Russo Cirillo, Carolina Albano, Cippa Lippa (Cookson 50), Daniele Benedetti, Diego Negri/Sergio Lambertenghi, Duvetica White Goose (Arya 415), Edoardo Lupi, Elena Berta/Giulia Paolillo, Elisabetta Fedele, Energy Solution (ILC26), Ettore Botticini/Lorenzo GennariFlavia Tartaglini, Flavio Favini, Francesco Conte, Francesco Marrai, Giancarlo Pedote, Gianclaudio Bassetti, Gianluigi Ugolini/Giulio Zizzari, Gianmarco Planchesteiner, Giorgia Speciale, Giovanni Ceccarelli, Giovanni Soldini, Giulia Alagna, Giulia Conti/Francesca Clapcich, Giuseppe Giuffré, Giuseppe Puttini, Globulo Rosso (Este 31), Guido Miani, Il Moro di Venezia (Maxiyacht IOR, 1975), Joyce Floridia, Lanfranco Cirillo, Latifa (Fife, 1936), Low Noise (M37), Luigi Pavese, Marco Gualandris/Marta Zanetti, Marco Rodolfi/Matteo Auguadro, Margherita Porro/Andrea Francesca Dallora, Marino Quaiat, Mario Pirri, Marta Maggetti, Martino Orombelli, Matteo Miceli, Matteo Polli, Mattia Camboni, Maurizio Cossutti, Michele Benamati, Michele Cittadini, Michele Ivaldi, Michele Zambelli, Milù (Mylius 14E55), Namib (Sangermani, 1967), Neo (Neo 400), Nyala (12 M.S.I., 1938), Paolo Bertuzzi, Patrizio Bertelli, Piero Platone, Pietro Bianchi, Riccardo Andrea Leccese, Roberto Biscontini, Roberto Bosi, Roberto Spata, Roberto Tomasini Grinover, Ruggero Lo Mauro, Samurai (Sangermani, 1962), Sandro Montefusco, Selene (Dehler 44), Silvia Zennaro, Simone Ferrarese, Sirius (New York 32, 1937), Stefano Cherin/Andrea Tesei, Studio Nauta, Tommaso Chieffi, Tommaso Fabbri, Tommaso Spadolini, Toni Punzio, Umberto Felci, Valentina Balbi, Valerio Galati, Vasco Vascotto, Vittorio Bissaro/Silvia Sicouri, Vittorio Gallinaro, Wianno (1932).

SECONDO VOI MANCA QUALCUNO TRA GLI ARMATORI IRC/ORC/ALTURA? NIENTE PAURA
Se credete che della rosa dei candidati possa far parte qualche altro nome, non esitate a segnalarlo mandando una mail all’indirizzo speciali@panamaeditore.it, corredandola di una foto del candidato da scelto voi e della motivazione della candidatura. Creeremo un’apposita sezione degli “scelti da voi” e i più votati potranno entrare di diritto tra i nominati.

SCOPRI COS’E’ IL VELISTA DELL’ANNO
SCOPRI CHI VERRA’ PREMIATO
SCOPRI LA GIORNATA DEI CAMPIONI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

11 commenti su “Velista dell'Anno TAG Heuer 2015: gli armatori IRC/ORC vincenti”

  1. Pingback: Velista dell'Anno TAG Heuer: la seconda tornata di candidati

  2. Pingback: Velista dell'Anno TAG Heuer 2015: vi sveliamo la terza tornata di candidati

  3. Pingback: Velista dell'Anno TAG Heuer: la quarta tornata di candidati

  4. Pingback: Velista dell'Anno TAG Heuer 2015: la quinta tornata di candidati

  5. Pingback: Velista dell’Anno TAG Heuer 2015: la sesta tornata di candidati

  6. Pingback: Velista dell’Anno TAG Heuer 2015: la settima tornata di candidati

  7. Pingback: Velista dell'Anno TAG Heuer 2015: gli specialisti dei monotipi

  8. Pingback: Velista dell'Anno TAG Heuer 2015: il meglio della vela olimpica

  9. Pingback: Tocca a voi: è ora di votare il vostro Velista dell'Anno 2015!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

VIDEO La “premiazione virtuale” di Bissaro-Sicouri

Li abbiamo raggiunti, targhe alla mano e li abbiamo premiati. Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri ricevono direttamente a Malcesine, mentre sono impegnati per la Olimpic Week gardesana, il premio di Velisti dell’Anno 2015 (con tanto di vallette). L’audio è un

Torna su

Registrati



Accedi