Al VELAFestival anche l'olio ha il sapore di vela

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

agostino-sommariva-olioAl TAG Heuer VELAFestival potrete gustare e acquistare i prodotti del frantoio Sommariva. Direte voi, cosa c’entra l’olio con la vela? C’entra eccome, in questo caso. Fate un gioco: digitate su wikipedia il nome “Agostino Sommariva”, attuale titolare dell’azienda agricola di Albenga (Savona). Ne verrà fuori un curriculum da velista coi fiocchi.

L’INCREDIBILE PASSATO VELICO DI AGOSTINO SOMMARIVA
Agostino inizia la sua attività velica gareggiando negli Optimist, negli Europa e nei 420 partecipando ad Europei e Mondiali. Conclusa l’attività giovanile, passa alle classi olimpiche gareggiando negli FD, quindi nei Soling e nelle Star. Per passare successivamente alla vela d’altura. Con i Fireball vince il campionato italiano del 1985 e partecipa al campionato del mondo. Con gli FD vince il titolo italiano nel 1987 e nel 1991 ed è terzo agli Europei dell’86, secondo alle selezioni olimpiche dell’88, quindi è presente ai Giochi di Seul in qualità di riserva. Quarto ai Mondiali del ’90, quinto alla Preolimpica di Barcellona ’91 e secondo alla selezione olimpica del ’92. Passa alla classe Soling in equipaggio con Favini e successivamente con Celon. Nel ’93 si aggiudica il campionato del Mediterraneo ed è sesto ai campionati d’Europa. È poi secondo nelle selezioni olimpiche del ’96 e vince il titolo italiano nel ’97. Di nuovo secondo nelle selezioni olimpiche del 2000. Passa alla classe Star, in equipaggio con Chieffi, vince il titolo italiano nel 2003. Partecipa ad Europei e Mondiali e finisce secondo nelle selezioni per le Olimpiadi del 2004. Nel frattempo gareggia anche su imbarcazioni di altura e vince il Mondiale del ’95 e ’96 Quarter Ton su “Per Elisa” sui mari tedeschi. Si aggiudica inoltre il Giro d’Italia a vela sia nel 1996 sia nel 1997. Dal 2003 ha deciso di “appendere i guanti da vela al chiodo” e si dedica principalmente alle crociere in famiglia, da armatore di un Solaris 40.

(fonte immagine newsliguria.com)

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Pulisce il winch, esplode la barca. Cosa è successo?

Lo scorso 26 novembre lo skipper francese Quentin Mocudet mentre stava facendo alcuni lavori di manutenzione al suo Mini 6.50 “Kiralamure”, ha fatto scoppiare un incendio che ha fatto esplodere la barca. Sembra che stesse utilizzando la famosa “Benzina F”.

Torna su