developed and seo specialist Franco Danese

Giro del mondo, bestia nera per gli equipaggi femminili…

Noleggio occasionale: vi spieghiamo tutta la verità
15 dicembre 2014
SPECIALE NATALE – Cinque regali per i velisti sotto i 50 euro
16 dicembre 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

m32684_vor-141215-asanchez-5691-edit
Se c’è un team, alla Volvo Ocean Race, che sta macinando prestazioni un po’ sottotono rispetto alle aspettative, è senz’altro Team SCA. Dopo il penultimo posto nella prima tappa (da Alicante a Città del Capo), è arrivata la sesta posizione nel secondo leg (da Città del Capo ad Abu Dhabi, sopra la foto dell’arrivo di Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race), che equivale a un ultimo posto, se si considera l’incredibile spiaggiamento di Team Vestas. Le ragazze, in quest’ultima tappa non sono riuscite a confrontarsi direttamente con gli avversari: “Abbiamo fatto un errore di rotta e ci siamo trovate dietro i nostri avversari. Non abbiamo potuto restare in contatto e non abbiamo avuto l’opportunità di recuperare”, ha dichiarato all’arrivo una sfinita e delusa Sam Davies.

E’ UN PROBLEMA DI SFORZO FISICO?
Secondo voi, si tratta di un mero problema di resistenza fisica, visto che le ragazze sono tutte dotate di palmares velici invidiabili (e nonostante l’onboard team sia composto da 11 veliste contro gli 8 membri degli altri equipaggi)? Sta di fatto che il giro del mondo, per adesso, continua a rivelarsi la bestia nera delle compagini femminili, salvo rare eccezioni. Ripercorriamone brevemente la storia.

I PRECEDENTI IN ROSA AL GIRO DEL MONDO
claire francisClare Francis. La prima donna a prendere parte alla Whitbread Round The World Race fu l’inglese Clare Francis (nata il 17 aprile 1946) nell’edizione 1977-78, skipper a bordo di ADC Accutrac (si trattava però di un equipaggio misto). Chiuse in quinta posizione. Oggi Clare è una scrittrice di successo.
maiden equipaggioMaiden. Il primo equipaggio completamente “rosa” a presentarsi sulla linea di partenza della Whitbread fu quello di Maiden, capitanato dalla britannica Tracy Edwards, nell’edizione 1989-90. Il team si comportò bene, nonostante regatasse su una barca più piccola rispetto alle altre: Maiden era uno sloop di 58 piedi, e giunse al quinto e penultimo posto (davanti ai francesi di La Poste), ottava su nove in overall. La Edwards fu eletta Velista dell’anno in UK.
US Womens Challenge0016bUS Woman Challenge. Nell’edizione della Whitbread 1993-94 fu la volta di US Woman Challenge con la statunitense Nance Franck come skipper: purtroppo la barca prese parte alla sola tappa da Southampton a Punta del Este (Uruguay), chiudendo all’ottavo posto, poi dovette abbandonare la regata a causa di problemi finanziari.
ef-educationEF Education. Nell’edizione 1997-98 si presentò un altro team interamente in rosa: quello di EF Education, portacolori della Svezia assieme a EF Language di Paul Cayard (vincitore della regata), guidata dalla skipper Christine Guillou. Purtroppo non andò bene e EF Education arrivò al nono e ultimo posto.
amer-sports-tooAmer Sports Too. Prima di Team SCA, l’ultimo team femminile a prendere parte alla regata, che nel frattempo aveva cambiato il suo nome in Volvo Ocean Race, è stato quello a bordo di Amer Sports Too, capitanato da Lisa Charles (oggi McDonald). Anche in questo caso, la compagine chiuse al settimo e ultimo scalino della graduatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi