I sogni si avverano: Loick Peyron re degli skipper francesi

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Ape_PeyronLoick Peyron è stato nominato “Marin de l’année 2014” dalla Federazione Francese di Vela. Un successo che molti si attendevano, dopo la sua vittoria all’ultima Route du Rhum al timone del maxi trimarano Solo Banque Populaire VII. Finalmente un cambio di rotta, viene da dire, dopo il doppio succeso di Franck Cammas nel 2012 e 2013. 

LA VITTORIA DI CHI NON DOVEVA NEPPURE GAREGGIARE
E pensare che per il vecchio volpone della vela francese si annunciava una Route du Rhum completamente diversa: Peyron avrebbe dovuto partecipare alla Route du Rhum a bordo della gemella del trimarano Olympus con cui Mike Birch vinse l’edizione del 1978 della regata. Tuttavia il grande velista trentasettenne Armel Le Cleac’h, skipper del maxi trimarano Banque Populaire VII, si infortuna gravemente ad una mano e deve essere sostituito. Al suo posto arriva l’amico più anziano Loïck, 55 anni a dicembre. Per un “volpone” da regata come lui, la possibilità di giocarsi la vittoria su un maxi trimarano si è rivelata probabilmente ben più allettante di una sorta di “rievocazione storica”. D’altronde, nel 2012 a bordo di Banque Populaire V ha vinto il Trofeo Jules Verne (assegnato a chi circumnaviga più velocemente il mondo a vela, indipendentemente dal tipo di barca a vela impiegato: Peyron ci ha messo 45 giorni, 13 ore, 42 minuti e 53 secondi).

CHI E’ LOICK PEYRON
8-06h08Peyron è uno dei velisti più completi e famosi in Francia: tra i suoi tanti successi, spicca il record assoluto al Fastnet del 2011 su Banque Populaire V (1 giorno, 8 ore, 48 minuti e 46 secondi) e le campagne di America’s Cup a bordo di Alinghi e Artemis oltre che numerosissime regate oceaniche.

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

paralimpiadi

Se sei un velista disabile puoi scordarti le Olimpiadi

Fumata nera. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha respinto la richiesta, presentata da World Sailing (la Federvela mondiale), di riammettere la vela come disciplina ai giochi Paralimpici di Los Angeles 2028. La vela ancora esclusa dalle paralimpiadi 2028 Già esclusi

Ecco come funziona la prima barca a vela a idrogeno

Lo skipper britannico Phil Sharp ha di recente presentato il suo nuovo Imoca “OceansLab”, la prima barca a vela da regata che integra un sistema di energia elettrica a idrogeno. E con questa tecnologia “green” parteciperà al Vendée Globe 2024.

Torna su