developed and seo specialist Franco Danese

Il senso dei francesi per… il tracking

Il kite? Lo uso anche sulle barche a motore!
4 dicembre 2014
VIDEO Dal crash al salvataggio: i sei minuti più lunghi di Team Vestas
5 dicembre 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

volvoIl francese Yann Groleau (43 anni), appassionato di volo e profano di vela, titolare della piccola società Hauwell Studios, ha creato nel 2005 il sistema di RMS (Race Management System) Geovoile, dopo essersi reso conto, con sorpresa, che nessuno aveva ancora utilizzato la tecnologia Flash per il tracking della corse au large.

CHE CLIENTI DI PRESTIGIO!
In pochi anni, il programma è diventato un vero e proprio “must” e ormai sono tantissime le grandi regate oceaniche che si affidano a Geovoile per il tracking. Tra queste, la Volvo Ocean Race (le edizioni 2011-12, come dimostra la foto sopra, e 2014-15), la Route du Rhum, la Mini Transat, la Discovery Route per Banque Populaire VII e molte, molte altre competizioni internazionali. Fatevi un giro sul sito www.geovoile.com, e nello storico potrete consultare il tracking di tutte queste manifestazioni (dalla Solitaire du Figaro alla Transquadra, dalla Les Sables-Azzorre al giro del mondo di Yvan Bourgnon).

AL PUBBLICO LA PUNTA DELL’ICEBERG
Per questa Volvo Ocean Race, nonostante la cartografia sia aggiornata al pubblico ogni 3 ore, grazie a una partnership con Inmarsat l’organizzazione riceve dati aggiornati ogni 10 secondi: incrociando le posizioni delle imbarcazioni è stilata una classifica in tempo reale. Il prossimo appuntamento nel calendario di Geovoile è la Barcelona World Race, in partenza il prossimo 31 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi