developed and seo specialist Franco Danese

Gli americani hanno scelto le barche dell’anno. And the winners are…

VIDEO Cosa succede quando spingi il tuo 470 al limite?
3 dicembre 2014
Impression 40: quando il vento non arriva, non ci resta che metterci comodi!
3 dicembre 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Una galleria davvero eteorgenea, quella delle barche che si sono aggiudicate il premio 2015 Best Boats, assegnato dal magazine americano Sail. Si va dalla barca “da sparo” in carbonio allo sloop in alluminio pensato apposta per sfidare i ghiacci… Una sfida molto accesa, che addirittura ha costretto i giurati a decretare un ex aequo nella categoria “Performance sotto i 30 piedi”. Vi presentiamo tutti i vincitori, categoria per categoria.

IL MIGLIOR MONOSCAFO – GUNFLEET 58
Gunfleet 58
Il cruiser di lusso sfornato dal cantiere inglese è nato dalla matita di Tony Castro. Lo scafo presenta rinforzi in kevlar, balsa e carbonio in modo tale da unire robustezza a un peso ridotto. Grande la “forbice” del pescaggio grazie alla chiglia mobile: può variare da 1,75 m fino a 3,60, consentendo all’imbarcazione la navigazione in acque basse. Il pozzetto è spazioso e ben protetto, il ponte si distingue per un’architettura a deck house con pozzetto centrale senza una divisione netta fra zona di manovra e zona ospiti, con numerose superfici prendisole sia a poppa che a prua, in modo tale da garantire il massimo comfort in crociera. Sottocoperta, l’area del quadrato lascia veramente a bocca aperta viste le sue dimensioni. La configurazione interna prevede la presenza di 4 cabine (con quella armatoriale a poppa e una “vip” a prua) e due bagni, entrambi con box doccia separato. Dati: Lung. 18,25 m; Baglio max 5,20 m; Pesc. 1,75 – 3,60 m; Disl. 31.000 kg. www.gunfleetmarine.com

IL MIGLIOR MULTISCAFO – GUNBOAT 55
062914BTSN-63441Ecco uno dei catamarani abitabili più aggressivi sul mercato. Una caratteristica, quella della sportività, che è insita nel DNA del cantiere fin dai primi modelli. Lo si capisce già solo osservando il profilo degli scafi, particolarmente “spigolosi”. La sovrastruttura vetrata (in parte retraibile quando si naviga col bel tempo) regala alla zona timoneria e al quadrato una luce incredibile. Proprio la posizione della timoneria risulta particolare, al centro della barca e completamente riparata. Dati: lung. 17,35 m; larg. 7,62 m; pesc. 0,61/2,80 m; disl. 12500 kg. www.gunboat.com

IL MIGLIOR MONOSCAFO 41-50 PIEDI – GARCIA EXPLORATION 45
10172575_715770371797533_4203622129050187796_nL’alluminio la fa da padrone nella costruzione del Garcia Exploration 45, ma quello che colpisce maggiormente è la presenza di una schiuma in polietilene che assicura un notevole isolamento termico e sonoro in ogni condizione. Questo scafo può contare poi su una serie di paratie e portelloni stagni, ad aumentare la sicurezza in caso di urti o ingressi di acqua. Il timoniere ha la possibilità di governare la barca dall’interno grazie alla presenza di una finestratura a 270°. Nella sua progettazione ha messo lo zampino Jimmy Cornell, il papà della ARC. Dati: lung. 14,88 m; larg. 4,43 m; disloc. 14.100 kg. www.sailaway.it – Garcia Italia

IL MIGLIOR MONOSCAFO 31-40 PIEDI – XC 35
ImageDisegnato da Niels Jeppesen,l’XC 35 è il nuovo membro della rinomata categoria di cruiser d’avanguardia, che puntano, per ottenere il favore del pubblico, su un alto livello di comfort in navigazione, reso possibile da un dislocamento relativo più pesante e da uno scafo più profondo. Il suo scafo a V profonda agevola la navigazione tra grandi onde,specialmente nelle andature di bolina. L’eleganza di questa barca è ottenuta grazie ad una buona proporzione d’insieme e a una purezza delle linee notevole. L’opera viva è piuttosto stretta e filante (con baglio massimo interessante e leggermente arretrato) e le sezioni di prua sono estremamente fini, conferendo così un piglio aggressivo alla carena. Dati: Lft. 10,61 m; larg. 3,27 m; pesc. 2,15 m; disl. 4300 kg; sup. vel. 74 mq. www.italy.x-yachts.com

IL MIGLIOR MULTISCAFO 41-50 PIEDI – FOUNTAINE PAJOT SABA 50
27/08/2014 - Hyères (FRA,83) - Chantier Fountaine-Pajot - Saba 50
Un quindici metri che spicca, tra le altre cose, per la particolare disposizione della sezione prodiera. Qui non troviamo solo il classico trampolino, ma è stata attrezzata una vera e propria area prendisole. Diverse le versioni degli interni. La “Owner” conta una suite armatoriale con bagno e tre cabine ospiti con tre bagni. Dati: lung. 14,98 m; larg. 7,99 m. www.fountaine-pajot.com

IL MIGLIOR MULTISCAFO 31-40 PIEDI – DRAGONFLY 32
Dragonfly 32Questo trimarano del cantiere danese Quorning Boats è disponibile in due differenti configurazioniù: si può decidere prima di tutto se optare per la timoneria a barra o a ruota e poi per due rig diversi: uno più performante e l’altro più facile da gestire. In entrambi i casi, si è prestata comunque molta attenzione alle prestazioni in navigazione sotto vela. Gli scafi laterali retraibili lo rendono adatto a tutti i porti. Internamente possono trovare posto fino a otto persone. La barca non è nuovissima, essendo stata varata nel 2012, ma il cantiere ha deciso di effettuare un’approfondita messa a punto. Dati: lung. 11,99 m; larg. 8/3,70 m; pesc. 0,50/1,90 m. www.trimarans.com

IL MIGLIOR MONOSCAFO PERFORMANTE/1 (sotto i 30 piedi) – C&C 30
Schermata 2014-12-02 a 14.02.39Il racer One Design del cantiere americano C&C disegnato da Mark Mills è nato per le regate. Uno scafo robusto e leggero costruito in infusione sottovuoto con largo uso di resina vinilestere e fibra di carbonio. L’adozione degli spigoli alti a poppa consente al racer di ridurre il trascinamento, allungare la linea di galleggiamento ed essere più veloce con arie leggere e più stabile quando il vento aumenta. Dati: larg. 3 m; disl. 1.812 kg. www.c-cyachts.com

IL MIGLIOR MONOSCAFO PERFORMANTE/1 (sotto i 30 piedi) – SEASCAPE 27
SeascapeNato dalla matita di Sam Manuard, designer e velista di lunga esperienza nella classe Mini, il Seascape 27 è un racer-cruiser interessante, dalle linee d’acqua decise e dagli spigoli che percorrono lo scafo in tutta la sua lunghezza. L’albero, alto 11 metri, è in fibra di carbonio e privo di paterazzo, a prua la presenza di due stralli offre la possibilità di armare sia un genoa che un fiocco. Dati: lung. 7,99 m; larg. 2,54 m; sup. vel. 47 mq. www.seascape.it

SAIL’S INNOVATION AWARD – MORRIS OCEAN SERIES 48 GT
morris-48Una barca che ha fatto innamorare gli americani, disegnata per chi punta alla vita a bordo senza dover fare troppe soste a terra. Non bisogna farsi ingannare dalle linee un po’ retro, perché nella sua costruzione sono state impiegate le tecniche più moderne. A caratterizzarlo, è senza dubbio l’alta tuga vetrata, che ripara notevolmente il pozzetto. Lo stile scelto per gli interni è decisamente classico, con un grande utilizzo di legni ed è tutto giocato su più livelli. Tre le cabine doppie previste. Dati: lung. 14,90 m; larg. 3,99 m; sup. vel. 94 mq. www.morrisyachts.com

SMALL BOAT – TOPPER TOPAZ ARGO
Alt_20120818_20Topper_20Argo__20Lake_20Garda_20133Una barca per la famiglia o adatta anche a corsi di iniziazione, capace di portare fino a quattro persone ma ugualmente tecnica e equipaggiata pure di gennaker. Semplice da armare e da mettere in acqua grazie alla sua deriva basculante. Lo scafo preformato in Trilam la rende rigida e di facile manutenzione e ha la forma di uno skiff. Con rollafiocco e galleggiante, il rischio di una scuffia a 180 è quasi eliminato. Dati: lung. 4,4 m; larg. 1,85 m; sup. vel. 23,69 mq. www.topboats.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi