developed and seo specialist Franco Danese

SPECIALE. Le 50 barche mitiche di tutti i tempi. Puntata/1

Il Joseph Conrad marinaio in mostra a Milano
23 novembre 2014
VIDEO Diciotto piedi di pura adrenalina
24 novembre 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Schermata 2014-11-21 a 13.21.26Sfogliando il nostro archivio, ci è saltato all’occhio un grande servizio di due anni fa, realizzato grazie al vostro aiuto.
Vi avevamo chiesto cosa fa di una barca un mito. La costruzione? La velocità? La robustezza? Il glamour? Certo, ma non basta. Noi avevamo selezionato 200 barche, divise in macrocategorie, con l’unico vincolo che siano state prodotte in serie (anche piccola) e reperibili anche sul mercato dell’usato. Poi, le avevamo affidate a un “panel” di 300 abbonati, scelti tra i più fedeli. I risultati? Sorprendenti, sia in termini di dimensioni sia di “celebrità” dei modelli che avevate scelto: d’altronde chi l’ha detto, per esempio, che una “Signora del mare” non possa essere lunga 6,50 metri? Ora che si avvicina la fine dell’anno, periodo di grandi classifiche, vi riproponiamo in sette puntate le 50 barche scelte proprio da voi, divise per caratteristiche, iniziando con quelle che abbiamo definito… le Signore del mare. E vi chiediamo, voi, oggi, quali aggiungereste?

CINQUE SIGNORE DEL MARE
Nate per le lunghe navigazioni, sono le regine del mare, quelle barche che non devono stare in porto o uscire solo nel fine settimana. Sono fatte per solcare le acque degli oceani. Negli ultimi trent’anni hanno rappresentato il sogno di chi ha desiderato lasciare gli ormeggi e percorrere lunghe rotte. Ognuna di loro in modo diverso porta il segno della matita di chi le ha disegnate o per essere veloci, o comode, accoglienti, semplici da portare, minimaliste fin nelle misure, ma ognuna di loro ha in sé stessa un comune denominatore: portare lontano i loro fortunati armatori.

Nautor Swan 51Nautor’s Swan 51 (1981 – ’85 + 15,62 m + 119 mq + 17963 kg + da 195.000 Euro)
Il progetto di German Frers risale al 1980, la Nautor ha prodotto ben 36 scafi di questo cigno che ancora oggi è noto per eleganza e prestazioni. La barca si distingue per la possibilità di fare lunghe navigazioni con tutte le comodità e gli spazi di una barca da crociera moderna che non vanno però a discapito delle prestazioni: nel 1990, e quindi a ben 5 anni dall’uscita di produzione della barca del cantiere finlandese, Pulsar III dell’armatore G.B. Capri Cruciani vinse il campionato italiano IOR. A vela le sue linee d’acqua le consentono morbidi passaggi sull’onda anche formata e una dolcezza e precisione sul timone davvero rare su barche di queste dimensioni. La disposizione di coperta permette di avere un winch dedicato ad ogni manovra e nonostante questo di avere spazi prendisole davvero ampi per la categoria. L’armo è caratterizzato da un genoa armato in testa d’albero con volanti basse e stralletto. Sotto coperta a poppa si trovano due cabine, di cui una matrimoniale ed un bagno. A mezza nave, a dritta della cala motori vi è il carteggio e a sinistra un’ampia cucina. In quadrato una dinette a U con un ampio tavolo da pranzo e un divano con cuccetta di guardia sul lato sinistro; a prua del quadrato vi è una cabina con letti sovrapposti, un altro bagno e la cabina del marinaio oltre ad un’ampia e pratica cala vele.

Pogo40Pogo 40 (2005-2009 + 12,19 m + 99 mq + 5300 kg + da 100.000 euro)
Nato per regatare con i Class 40 e ora in produzione in una nuova versione, si è rivelata nel recente passato una barca adatta anche alla crociera, con pochi accorgimenti.

Hallberg-rassyHallberg Rassy 46 (1995-2005 + 14,71 m + 112 mq + 16500 kg + da 300.000 euro)
Nasce per le navigazioni senza limiti di distanza, dalla matita di German Frers, è un simbolo del cantiere svedese, costruito per ben dieci anni.

Schermata 2014-11-21 a 13.04.30Super Maramu (1988-1999 + 12,60 m + 160 mq + 4000 kg + da 280.000 euro)
Quasi quattrocento esemplari di questo Amel (compresa la versione 2000) navigano nei mari di tutto il mondo; è molto marino, funzionale e facile in manovra.

Schermata 2014-11-21 a 13.05.25Tè salt CR (1998 + 6,50m + 29 mq + 1100 kg + da 18.000 euro)
Non avete un capitale da investire per girare il mondo e magari siete in due? Questa è la barca che fa per voi: lo spazio in pozzetto è ampio e sotto c’è tutto il necessario.

7 Comments

  1. Gianni ha detto:

    Non conosco le vostre scelte, ma direi lo S&S 36, prodotto prima in italia da Benello e poi da Nautors alla fine degli anni 60, direi che è da inserire: elegante, marina e a tutt’oggi con prestazioni non disprezzabili, soprattutto con mare formato e vento forte, è proprio una bella “vecchia signora”.
    saluti gb

  2. stefano giusti ha detto:

    vorrei ricordare anche i MANIA 35 costruiti da Nordcantieri di Avigliana e progettati da Cesare Sangermani. Io sono armatore di una di queste ed ho molta documentazione sulla barca.

  3. Ivan ha detto:

    Sono incuriosito dall salt CR ma non trovo alcuna info sul web. C’è qualcuno che possa aiutarmi? Grazie in anticipo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi