Albatros 4,30, la deriva per tutti secondo Finot

Albatros_5629Si chiama Albatros ed è una piccola deriva di 4,30 metri: prima di lanciarla sul mercato ci sono voluti cinque anni, tra studi, test in mare e prototipi che non funzionavano. Altro che Coppa America! Il suo “papà” è un’istituzione nel mondo della progettazione di barche oceaniche e da crociera: Jean-Marie Finot, a 72 anni, spera che la sua deriva possa essere prodotta in grande serie.

UNA BARCA PER TUTTI
Per garantirne la larga diffusione (è una barca consigliata per persone di età compresa tra gli 8…e gli 88 anni), Finot si è focalizzato sulla maneggevolezza, sulla stabilità e sulla ricerca delle prestazioni: il tutto cercando di contenere i costi (la barca, pronta a navigare, ha un prezzo di 7.500 euro). Lo scafo è caratterizzato da murate basse e da un baglio importante (1,95 metri): a vederlo ricorda, in miniatura, un IMOCA 60 (non a caso una delle specialità del designer francese). Non mancano gli spigoli che diventano sempre più pronunciati man mano che ci si sposta verso poppa. L’albero è in carbonio, la randa square-top e il fiocco rollabile misurano in totale 14,60 metri, il gennaker armato su bompresso telescopico è di 17 mq. Non è previsto trapezio: la particolarità sta nella deriva, in cui trovano spazio ben 31 chili di piombo (l’Albatros ha un peso complessivo di 125 kg), per agevolare al massimo l’equipaggio in fase di raddrizzamento.

Schermata 2014-09-26 a 11.55.46SCHEDA TECNICA
Lunghezza 4,30 m
Baglio max. 1,95 m
Dislocamento 125 kg
Sup. vele bianche 14,60 mq
Sup. gennaker 17 mq
Prezzo 7.500 euro
www.albatrossailing.fr


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

campionato invernale

Fenomenologia (semiseria) del Campionato Invernale

Finita l’estate, il regatante lo sa. E’ tempo di Campionati Invernali, in giro per le nostre coste: li seguiremo per voi, con vincitori, cronache e storie. Ma per introdurvi l’argomento come si deve, abbiamo chiesto a Marco Cohen, produttore cinematografico

Torna su