FOTO Rotta alle Svalbard, dove si naviga tra gli orsi

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

apeLa voglia di esplorare, di scoprire quello che non conosciamo, è insita nell’uomo fin dalla notte dei tempi. Quello che cambia sono i luoghi: un tempo erano le colonne d’Ercole a segnare il confine tra il mondo conosciuto e il mistero, poi la ricerca delle Indie e la scoperta addirittura di un nuovo continente. Dall’inizio del secolo scorso, i navigatori più arditi hanno disperatemente tentato di trovare il Passaggio di Nord Ovest, per passare dall’Oceano Atlantico al Pacifico a Nord del continente americano. Una sfida che ha avuto il suo “boom” negli ultimi decenni, con il ritiro progressivo dei ghiacci e che vede ormai decine di barche protagoniste ogni anno. Fine dell’avventura? Nemmeno per sogno. Ci sono luoghi dei quali abbiamo a malapena sentito parlare, come l’Arcipelago delle Svalbard, dove ci accompagna il nostro Giovanni Porzio sul numero di novembre del Giornale della Vela (Giovanni è anche autore anche delle fotografie che ammirate). Lì su nell’estremo nord dell’Europa, un pugno di isole semidisabitate dove è obbligatorio navigare con un’arma a bordo e nelle quali l’arrivo di una barca italiana è stato salutato dai pochi ricercatori presenti come un vero evento. Tra baie deserte e iceberg a pelo d’acqua, una navigazione che rimane impressa nella memoria.

 


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Cape 31

Cape 31, il monotipo superveloce di Mills (9m) arriva in Italia

Sbarca in Italia un monotipo che all’estero, soprattutto in Inghilterra, sta riscuotendo un ottimo successo. Stiamo parlando del Cape 31 (9,55 x 3,05 m), disegnato da Mark Mills. Uno scafo veloce, divertente, marino, trasportabile via terra e di semplice gestione:

Torna su