developed and seo specialist Franco Danese

Accessori: i top e i flop dell’estate 2014

VIDEO Inport race a Alicante, una regata tra derive di 20 metri
6 ottobre 2014
VIDEO Mini Transat 2015: la “riconversione” di Alberto Bona
6 ottobre 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

accessori-top-flopLa vela, come ogni altra attività sportiva, è soggetta all’evoluzione tecnologica. Quella che sembrava l’attrezzatura del futuro, è diventata obsoleta con il passare degli anni. Ci sono accessori che sono rimasti, certo, e altri che si sono rivelati delle vere e proprie “meteore”. Ad ogni modo, negli ultimi anni possiamo descrivere l’evoluzione del mercato degli accessori come una corsa verso la semplicità. La ricerca di una vela sempre più facile (leggi: easy sailing) ha influito sulle linee guida da seguire nell’ideazione di un nuovo prodotto. Quest’estate, quando finalmente ci siamo lasciati alle spalle le scrivanie della redazione per dedicarci alla nostra passione, la vela, abbiamo avuto l’opportunità di guardarci intorno e di capire le nuove tendenze in fatto di accessori, e di conseguenza, ci siamo divertiti a stilare questa lista di “top” e “flop” estivi.

autogonfiabileSICUREZZA
TOP: AUTOGONFIABILI.
FLOP: SALVAGENTI IN ESPANSO
Pratici, leggeri, ergonomici. A bordo occupano meno spazio e possono essere indossati senza impedire la libertà di movimento: i giubbotti autogonfiabili ormai sono una presenza costante in barca e li trovate sul mercato modelli ben accessoriati a prezzi più che abbordabili. Invece possiamo affermarlo: sta volgendo al termine il tempo dei tradizionali giubbotti di salvataggio in materiale espanso. Ingombranti, sono in grado di rendere goffo (nei movimenti e anche a livello estetico) il più atletico dei velisti.

go proVIDEO A BORDO
TOP: ACTION-CAM
FLOP: VIDEOCAMERE
Basta girare un po’ su Youtube per farsi un’idea di quante persone, in barca, montino le action-cam per filmare le proprie imprese marinare. Compatte, già vendute con le loro custodie impermeabili, fanno video in HD e foto ad altissima risoluzione. Possono anche essere gestite in remoto. Inevitabilmente, l’ascesa di GoPro, Foolish, Virb e prodotti affini ha causato il declino delle vecchie videocamere: difficili da usare, bisognose di custodie spesso introvabili ed estremamente care, ostiche da installare in punti fissi a bordo. Ormai anche i professionisti del video fanno largo utilizzo delle action-cam…

7 - spinnakerVELE PER LE PORTANTI
TOP: ASIMMETRICI
FLOP: SPINNAKER
Mai come quest’estate abbiamo registrato un tale boom di asimmetrici: la loro comodità è evidente, soprattutto durante le vacanze o con equipaggi poco esperti. Con l’ausilio di un frullone, potete rollarli in totale tranquillità e avendo il punto di mura fisso sono manovrabili in maggiore relax. Se nel mondo delle regate spi e gennaker costituiscono due alternative (a seconda del vento e del tipo di barca), in crociera l’utilizzo dello spinnaker ha subito un netto calo: troppo faticoso e impegnativo. La ricerca della migliore VMG è un parametro che, in vacanza, passa in secondo piano.

Stay_afloat_open-Kopie1GESTIONE DEI DANNI
TOP: TURAFALLE ISTANTANEI
FLOP: KIT DI RIPARAZIONE
Sono sempre di più gli armatori che acquistano paste turafalle istantanee, sigillanti per prese a mare ingegnosi e accessori simili. In caso di avarie e collisioni, sono gli unici che garantiscano una soluzione immediata (sebbene di carattere provvisorio): fanno presa anche se a contatto con l’acqua. Il classico “repair kit” per vetroresina va benissimo, a terra, per lavori fai-da-te. In mare, soprattutto in condizioni meteo estreme, magari con dei compagni alle prime armi, provate un po’ a eseguire una riparazione con spatolina e pennelli!

tablet cartografiaCARTOGRAFIA
TOP: TABLET & APP
FLOP: PC
Quanti marinai, ormai, salpano con il loro tablet sottobraccio. Ha due principali vantaggi: con le app giuste, incluse quelle cartografiche, si trasforma in un chartplotter portatile (per la navigazione costiera). Inoltre può fungere da ripetitore del vostro multifunzione, del quale potrete quindi gestire in remoto le funzionalità. Qualche anno fa il PC a bordo, con un programma cartografico, era considerato il top. Ma con l’avvento di tablet e smartphone è rimasto appannaggio solo dei navigatori semiprofessionisti. Un PC marinizzato costa ben di più rispetto a un tablet dotato di custodia impermeabile.

danforthANCORE
TOP: NUOVI MODELLI
FLOP: A MARRE ARTICOLATE
Negli ultimi anni il mercato ha sfornato nuovi modelli di ancore performanti (ci sono quelle che non spedano e fanno presa anche sul più fangoso dei fondali, quelle “due in uno” e quelle con le quali risulta impossibile incagliare). D’altro canto, la tecnologia va avanti, perché non seguirla? Le classiche ancore piatte a marre articolate rimangono di facile stivaggio e ben si comportano sui fondali sabbiosi, ma sono indicate soprattutto per barche di piccole dimensioni e hanno un difetto: la difficoltà a rifare presa una volta che si ara e le marre si sono chiuse.

Schermata 2014-10-06 a 11.30.09PASSERELLE
TOP: IN VETRORESINA E AFFINI
FLOP: IN LEGNO E ACCIAIO
In fibra di vetro, in carbonio e persino gonfiabili: queste passerelle sono più leggere, solide e facili da stivare. E non preoccupatevi per le capacità di carico: a meno che non dobbiate imbarcare un elefante, reggono qualsiasi peso. Le passerelle in acciaio e carabottino in legno sono storicamente le più diffuse ma stanno passando rapidamente di moda: pesanti e talvolta ingombranti, sono difficili da gestire in crociera.

1 Comment

  1. Giuseppe Cannizzaro ha detto:

    mmmhhh… mi consentite un po’ d’ironia?

    mettere i prezzi avrebbe completato l’articolo!
    🙂

    buon proseguimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi